X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 
http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=22587639&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1

Festival di Venezia 2017, recensione del film 'The Leisure Seeker'

03/09/2017 14:00
 Festival di Venezia 2017 recensione del film 'The Leisure Seeker'

"The Leisure Seeker" è il film di Paolo Virzì presentato in concorso alla Mostra del cinema di Venezia

Paolo Virzì con “The Leisure Seeker” sceglie una storia tratta da un romanzo, la prima della sua carriera. Il libro da cui è tratto è “Il viaggio contromano” di Michael Zadoorian, scritto da , ed in questa maniera il regista può concentrarsi sulla regia e sui gesti degli attori, un Donald Sutherland e Helen Mirrer sempre presenti e di una sintonia rara.

Partendo da un romanzo si nota subito che la cura dei dettagli è più naturale che in altri film come “La pazza gioia”, dove la follia delle due donne che fuggivano da un ospedale psichiatrico spesso era aneddotico.

Qui invece le vicende della anziana coppia in evasione verso una vacanza inattesa s’intrecciano con il loro passato: Ella e John hanno vissuto in simbiosi fino alla malattia mentale di lui, una forma di demenza che gli fa dimenticare i ricordi. “Io ricordo di ricordare” dice John non riconoscendo la moglie, o scambiandola per un’estranea. Poi tutto torna nella normalità, mentre i due viaggiano sul camper che li conduce verso la casa di Ernst Hemingway, l’autore preferito da John che lavorava come insegnante.

Ma questa fuga non è apprezzata dai figli, Will (Christian McKay) e Jane (Janel Moloney) preoccupati delle loro condizioni di salute. Ella spesso chiama a casa, rassicura che il viaggio procede spedito, anche se in realtà John spesso scompare dal camper, oppure i due vengono assaliti da due ladri. L’affetto dei figli verso Ella e John è quasi patologico nel film, come se una generazione abbia più bisogno dei propri genitori di quanto questi dei figli. Infatti Ella e John non si preoccupano di cosa accadrà ai loro eredi, voglio essere lasciati soli in un tragitto che è anche purificatore. È il finale racconta proprio di questa possibilità di liberare dai legacci coloro che ci sono vicini: è meglio vivere nelle costrizioni ed imporle ad altri, oppure essere anarchici?

Se l’omonimo romanzo di Michael Zadoorian racconta un viaggio attraverso il West, dalla famosa Route 66 a Disneyland, Virzì ha spostato l’attenzione su luoghi più quotidiani, con la composta fotografia di Luca Bigazzi (che ha lavorato a “La Grande Bellezza”) e la scenografia distintiva di Richard Wright, che tra pontili in legname e camper retrò fa spaziare il film dal realismo all’avventura, al romanzo familiare.

Il film echeggia una tematica simile a quella di “Our Souls at night” con Robert Redford e Jane Fonda, in cui due anziani cercano di avvicinarsi subendo il giudizio dei figli. Ma nel film di Ritesh Batra (anch’esso tratto da un romanzo) i due protagonisti si sacrificano per la loro famiglia, in questo di Virzì i protagonisti optano per un sacrificio estremo.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Hunger Games: Il canto della rivolta - Parte 2 trailer, Jennifer Lawrence: epico scontro finale

Hunger Games: Il canto della rivolta - Parte 2. Diffuso il teaser trailer di Hunger Games: Il canto della rivolta - Parte 2. L'appuntamento al cinema per assistere all'episodio che chiude la saga sci-fi tratta dai bestseller di Suzanne Collins, è fissato per il 19 novembre. Si attende un finale con il botto, con scenografie spettacolari...

 

La pazza gioia di Paolo Virzì: una storia di pazzia, libertà e amore con Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti

La pazza gioia di Paolo Virzì. Fissato a Roma per lunedì 18 maggio il primo ciak del nuovo film, La pazza gioia, con protagoniste Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti. Le riprese continueranno per otto settimane tra la capitale e la Toscana. Trama. Beatrice (Bruni Tedeschi) e Donatella (Ramazzotti) sono pazienti con problemi p...

 

Amore, cucina e curry recensione, Helen Mirren tra fornelli, spezie e sorrisi

Amore, cucina e curry (The Hundred-Foot Journey) è un film diretto da Lasse Hallström ed è in uscita nei cinema italiani giovedì 9 ottobre. Amore, cucina e curry trama. Dopo esser stati colpiti da una tragedia, il talentuoso cuoco Hassan e la sua famiglia lasciano l’India e si trasferiscono in Europa. Dopo molt...

 

Nastri d'Argento 2014, grande successo per 'Il capitale umano' di Paolo Virzì, il film ottiene 8 candidature

Nastri d'Argento 2014, il numero più alto di nomination va al 'Il capitale umano' di Paolo Virzì,  seguono 'Song'e' Napule' dei Manetti Bros e 'Allacciate le cinture' di Ferzan Ozpetek. Entra anche 'Le meraviglie' di Alice Rohrwacher, vincitrice del Gran Prix al Festival di Cannes. La cerimonia di premiazione andrà in...

 

Nastro d'argento 2014: il SNGCI premia il cinema il 28 giugno forse incoronando Paolo Virzì

Nastro d'argento. Si chiama “Nastro d'argento” ed è il più antico premio cinematografico d'Europa, nonché il secondo del globo per importanza, preceduto soltanto dall'Academy Award, meglio noto come Oscar. Viene conferito dal 1946 contemplando molteplici categorie fra cui “regista del miglior film”, &ldq...

 

Paolo Virzì, 'Il Capitale umano' esce il 9 gennaio in 400 copie, noir in Brianza

Paolo Virzì, il simpatico regista livornese noto per "Ovosodo" e "My name's Tanino", ha dato alle stampe la sua ultima fatica, "Il capitale umano", che potremo vedere nelle sale a partire dal 9 gennaio, distribuito in circa 400 copie. Nel cast della pellicola saranno presenti Valeria Golino, Valeria Bruni Tedeschi, sorella di Carla B...

 

Paolo Virzì, ecco 'Il Capitale umano' nel 2014 ma esce dal Torino Film Festival

Paolo Virzì presenta il suo nuovo film, "Il capitale umano", del quale si sa ancora piuttosto poco, se non che uscirà all'inizio del 2014 e che presenta un cast di alto livello. Valeria Bruni Tedeschi, Valeria Golino, Luigi Lo Cascio, Fabrizio Bentivoglio e Fabrizio Gifuni sono i principali attori. Virzì è molto mani...

 

Torino Film Festival, la madre Paloma gelosa del figlio vince la 31a edizione

Il Torino Film Festival ha annunciato i vincitori della trentunesima edizione. Il premio di 15.000 euro è andato al film “Club Sándwich” di Fernando Eimbcke, dal Messico. La trama ruota attorno a Paloma, madre single che ha come migliore amico il figlio quindicenne Hector: ma durante una vacanza al mare il loro rapporto mu...

 

Alfred Hitchcock and the making of Psycho - Le nevrosi al cinema

Esce giovedi 7 marzo il film del regista e sceneggiatore britannico Sacha Gervasi (Anvil! The Story of Anvil) intitolato Hitchcock (Alfred Hitchcock and the making of Psycho) tratto dall'omonimo romanzo di Stephen Rebello. Il biopic descrive la realizzazione del film poi diventato un vero e proprio cult, Psycho, svelando il dietro le quinte dell'op...

 

Paolo Virzě, il cinema americano degli '70 omaggiato al Torino Film Festival

Paolo Virzì ha anticipato ieri alcuni novità del Torino Film Festival, da lui diretto. “Tenterà di realizzare in nove giorni l’utopia di un cinema senza confini - dice Virzì - dove lo spettacolo e l’intrattenimento popolare abitano nello stesso luogo dei percorsi d’autore”. Si esplorer&agr...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni