X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Festival di Venezia, recensione del film 'First Reformed'

01/09/2017 14:00
Festival di Venezia recensione del film 'First Reformed'

"First Reformed" è il film presentato in concorso al festival di Venezia

“L’angoscia che si prova prima della nascita di un figlio non è paragonabile a quella per averlo spinto a morire”, dice il reverendo Toller ad un uomo, che vorrebbe convincere la moglie Mary (Amanda Seyfried) ad abortire.

È questa la sintesi di un film rigoroso, "First Reformed"  che Paul Schrader dirige sul filo di un geometria visiva rara, che echeggia le pellicole del danese Carl Theodor Dreyer. Dopo lo scandaloso “The Canyons” e l’aggressivo “Cane mangia cane” torna ad una limpidezza di racconto persa da anni, agevolata dalla una sceneggiatura scritta da solo.

Così il reverendo Toller deve consolare il marito di Mary dalla depressione che lo attanaglia, la stessa donna dall’atto terroristico che l’uomo potrebbe compiere. Infatti nell’ordinarietà della loro vita non ci sono picchi di emozioni, solo un figlio che sta per nascere e la preoccupazione per un avvenire incerto.

E tale praticità è la stessa che usa Schrader per raccontare gli eventi, con Toller che assiste alle prove del coro della chiesa, l’insegnante che gli chiede di andare a pranzo, il diario che lui tiene scritto a penna e che sarà distrutto dopo 12 mesi. La tensione non è creata da uccisioni improvvise e vette di follia come in “Cane mangia cane”, bensì dosata scena dopo scena. Quando Toller va a pranzo con l’insegnante non accade nulla di ciò che si potrebbe aspettare, come una relazione tra i due: “quello che mi sta a cuore è la tua felicità” dice la donna.

Dopo il profluvio di colpi di scena prevedibili cui il cinema action e non solo ci ha abituato, sapere che basta un colloquio tra persone per innescare l’immaginazione è quasi rappacificante. Infatti Torrel troverà un solo cadavere, quello del marito di Mary che si è tolto la vita. Da qui inizia un nuovo percorso, fatto di domande sull’esistenza di Dio e sulla validità dei suoi insegnamenti.

Ma è sopratutto la scenografia di “First Reformed” (il titolo è riferito alla parrocchia del sacerdote) ad essere protagonista del film, per la sua essenzialità fatta di colori che solcano la neve, inquadrature di ambienti esterni con linee volontariamente perpendicolari, porte e finestre verniciate di bianco senza sbavature. Un’inflessibilità cui Torrel si costringe, dopo un momento della vita in cui ha provato la sofferenza di aver convinto il figlio ad andare in spedizione in Iraq, una nazione da cui non è più tornato sancendo anche la fine del matrimonio. Una confessione che fa al marito di Mary prima che questi si suicidi, affermando anche - con una voce fuori campo per nulla invasiva - che quella discussione con l’uomo sulla validità della continuazione della vita è stata complicata quanto la lotta del biblico Giacobbe con il diavolo.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Amanda Seyfried, Ethan Hawke, Paul Schrader
 
Galleria fotografica
Articoli correlati

American Express, il nuovo film con Charlize Theron, Joel Edgerton e Thandie Newton

American Express è un film in fase di lavorazione diretto da Nash Edgerton (stuntman esordiente nella regia), scritto da Anthony Tambakis (già sceneggiatore di “Warrior”) e interpretato da Charlize Theron, Joel Edgerton (attore e fratello del regista), Thandie Newton, Amanda Seyfried (protagonista di “Padri e figlie&...

 

Good Kill: recensione del film dramma informativo sulla guerra dei droni

Ethan Hawke è diretto da Andrew Niccol nel film Good Kill, presentato alla 71° Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, in cui piloti di droni combattono una guerra a distanza, interrogandosi poi sulle drammatiche conseguenze che essi stessi hanno contribuito a generare. Good Kill racconta il dramma vissuto in silenzio dal maggio...

 

The Last Word: il film commedia con Amanda Seyfried e Shirley MacLaine

Trama. Il film narrerà la storia di “Hariett” una donna d’affari in pensione che vuole controllare tutto intorno a lei. Proprio per questo affiderà a una giovane giornalista di una testata locale il compito di scrivere il suo necrologio. Quest’ultima però non si accontenterà di scrivere solo ci&og...

 

Young Americans: il film commedia con Daniel Radcliffe e Amanda Seyfried

Trama. Un film ambientato negli anni ’70 e basato sulle storie vere dei giovani "Karl Rove" e  "Lee Atwater". Un viaggio nel passato dove entrambi i ragazzi, prima di diventare i noti consulenti politici del futuro, dovranno imparare i trucchi del mestiere partendo proprio dall’imponente Casa Bianca. Inoltre i giovani studenti univ...

 

Regression: il film thriller con Emma Watson e Ethan Hawke

Regression. Non sempre nella carriera di un regista il film più personale è quello che riscuote i maggiori consensi: ne sa qualcosa Alejandro Amenabar, il regista spagnolo che dieci anni fa vinse l'Oscar per il miglior film straniero con "Mare dentro". Tanta è stata la delusione per la tiepida accoglienza di pubblico e critica ...

 

Padri e Figlie, Gabriele Muccino commuove e fa riflettere sull'amore di un genitore

Padri e Figlie (Fathers and Daughters) film diretto da Gabriele Muccino, scritto dal drammaturgo Brad Desch, alla sua prima sceneggiatura per il cinema. Padri e Figlie trama. Jake Davis (Russell Crowe) è uno scrittore, vincitore del premio Pulitzer diversi anni prima, rimasto vedovo e con una figlia a carico, la piccola Katie (Kylie Roger...

 

Imperium: il nuovo film thriller con Daniel Radcliffe

Imperium. Al giovane regista Daniel Ragussis sono bastati due cortometraggi per fare il grande "salto": con "Imperium" il filmaker realizza il suo sogno di passare dietro la macchina da presa, portando sul grande schermo la vera storia di Michael German, un eroico agente segreto che ha lavorato 16 anni per l'FBI in missioni delicattissime, la pi&ug...

 

The Purge 3: La notte del giudizio - Election Year, il film horror con Frank Grillo diretto da James DeMonaco

The Purge 3. Se vi è piaciuto il thriller horror apocalittico "La notte del giudizio"(2013) dove Ethan Hawke  combatteva per mettere in salvo la propria famiglia durante l'unica notte dell'anno in cui qualsiasi tipo di crimine, violenza e follia metropolitana erano leciti ed esplodevano come non mai, sappiate che nel 2014 usci il s...

 

Fathers and Daughters, il nuovo film di Gabriele Muccino con Amanda Seyfried e Russell Crowe

Fathers and Daughters (Padri e figlie) è un film statunitense diretto dal regista romano Gabriele Muccino e interpretato da un cast ricco di nomi noti, tra cui Amanda Seyfried, Russell Crowe, Aaron Paul (famoso per la serie televisiva “Breaking Bad”), Octavia Spencer (vincitrice del premio Oscar 2012 come “miglior attrice n...

 

Il nemico invisibile recensione film, Nicolas Cage a caccia di uno jihadista

Il nemico invisibile film scritto e diretto da Paul Schrader (sceneggiatore di Taxi Driver e Toro Scatenato), che inizialmente prevedeva alla regia Nicolas Winding Refn (Drive), rimasto infine come produttore esecutivo. La versione finale del film (quella uscita nelle sale) è stata aspramente criticata e disconosciuta dal cast tecnico e arti...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni