X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 
http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=22587639&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1

Da 'Atomica Bionda' a 'Codename Baboushka': intervista a Antony Johnston e Shari Chankhamma

17/08/2017 08:00
Da 'Atomica Bionda' 'Codename Baboushka' intervista Antony Johnston Shari Chankhamma

Mauxa ha intervistato Antony Johnston, autore della graphic novel da cui è tratto il film "Atomica Bionda". Insieme a Shari Chankhamma ha lavorato al nuovo comic "Codename Baboushka".

Antony Johnston è l‘autore della graphic novel “The Coldest City”, da cui è tratto il film “Atomica Bionda” di David Leitch con protagonista Charlize Theron (leggi la recensione del film).

Johnston è anche autore della serie comics “Codename Baboushka” disegnata da Shari Chankhamma e incentrata sulla giovane ereditiera newyorkese Annika Malikova, che in realtà era il temuto criminale “Baboushka”, ex leader della banda di Mosca che ora vive in esilio. Dopo il primo volume “The Conclave of Death" (2016) è uscito in questo giorni “Ghost Station Zero”.

Mauxa ha intervistato Antony Johnston e Shari Chankhamma.

D. Sia in “The Coldest City” che "Codename Baboushka" emerge il tema della sensualità femminile legata alla potenza fisica. Come mai hai usato questo connubio?
Antony Johnston. Beh, perché no? La sensualità di James Bond è una presenza costante nei suoi racconti, visto che salta dentro e fuori dal letto di ogni donna attraente che incontra. Eppure nessuno si chiede il motivo, o come si unisca con la trama. Si tratta di una parte accettata del suo carattere, perché è un uomo. Come mai i personaggi femminili non possono essere in grado di fare la stessa cosa, senza essere messi in discussione? Perché dovrebbe essere un grosso problema?

D. Approvo. Quindi è anche un simbolo di affrancamento?
Antony Johnston. Certo. La risposta, naturalmente, è che non ci si dovrebbe comportare in questa maniera: ma l'unico modo affinché le persone mutino le loro opinioni è mostrare questi eventi, facendogli comprendere che non si dovrebbero sorprendere o scioccare. Ecco, questo è il motivo per cui lo faccio.

D. In "Codename Baboushka" hai usato dei tratti grafici dark, come quelli presenti nel precedente fumetto "The Fuse”, o hai usato diverse tonalità?
Shari Chankhamma. Per me, Baboushka è un diverso tipo di spia. La chiarezza è essenziale qui. Con tutta la raffica di azione e di esplosioni che ci sono, mi propongo di rendere veramente chiaro ciò che sta accadendo. Il lettore vede più o meno la stessa cosa, come vede Baboushka. È un po' un processo diverso rispetto a quello di “The Fuse” e altri progetti che ho disegnato, che erano guidati da una line art esistente, per cui mi sono basata unicamente sui colori e la luce. Con Codename Baboushka invece sono libera di progettare ogni aspetto da zero.

D. In “The Coldest City” e "Codename Baboushka" dai molta importanza all’ambientazione.
Antony Johnston. “The Coldest City” è ambientata a Berlino. Le storie di “Codename Baboushka” si svolgono in tutto il mondo, dall'Europa all’Asia, all'America e altro ancora; nel solo primo numero di “Ghost Station Zero” Baboushka va dalla Cina alle Alpi svizzere, e nei numeri successivi si reca in Canada, America, e in altri luoghi.

D. Quando disegni ti ispiri a personaggi reali o immaginari, come il "The Fuse” o “Sheltered”, che racconta di un disastro imminente?
Shari Chankhamma. Sono cresciuto in gran parte con i manga e non guardo molta televisione o film, quindi le mie ispirazioni sono per lo più da quel genere di comic. Precisamente la produzione degli anni ’80 e '90, di Tsukasa Hojo, BuichiTerasawa, Tsutomu Nihei, solo per citarne alcuni.

D. Cosa pensi di Charlize Theron nel film “Atomic Blonde”? Ritieni che possa interpretare un film ispirato a "Codename Baboushka"?
Antony Johnston. Charlize Theron è sorprendente in “Atomic Blonde”: qui lei ha il ruolo di Lorraine, proprio come nel libro. È completamente senza scrupoli e sicura di sé, e tutte le acrobazie e l’azione che fa nel film potrebbe sicuramente eseguirle come Baboushka. Non si sa mai…

D. Qual è il tuo dipinto preferito o il pittore e perché?
Shari Chankhamma. È difficile sceglierne uno come preferito, le mie influenze cambiano con il tempo. In questo momento, direi che il mio pittore preferito è Ilya Repin. Amo il suo uso dei colori, la sua scelta di composizioni e le sue materie. Di solito non mi piace tutto di un artista particolare, preferisco scegliere pezzo per pezzo, ma mi piace assolutamente tutto di Ilya Repin, o almeno tutto quello che ho visto.

D. Nei due lavori lo spionaggio è visto come uno stile di vita. Attrae e diverte: cosa significa per te?
Antony Johnston. Non direi che lo spionaggio è “divertimento” in “The Coldest City”. È un gioco letale di bluff e inganno, e non tanto uno stile di vita, quanto un modo di esistere. Questo è più vicino al vero e proprio spionaggio. Ma in “Ghost Station Zero” sì, lo spionaggio è divertente, e non come la vita reale. Le storie di Codename Baboushka sono un antidoto leggero a gravi storie di spionaggio truci; si svolgono in un mondo simile a quello di James Bond, in cui l'azione è più importante della violenza, dove il glamour e la ricchezza sono in mostra, e le esplosioni sono all'ordine del giorno. È per questo che le sue storie sono molto “più grandi”, con i cattivi che vogliono conquistare il mondo e scagnozzi che proprio non vogliono morire. È l’azione completata con le spie.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Film correlati
Atomic Blonde
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

AMC Visionaries: Robert Kirkman's Secret History of Comics: prime immagini della docuserie

AMC ha annunciato che la docuserie “AMC Visionaries: Robert Kirkman’s Secret History of Comics” sarà trasmessa come evento televisivo in due serate il 12 e 13 novembre.  Articolata in sei parti, la docuserie concede uno sguardo approfondito sui racconti, le persone e gli eventi che hanno trasformato il mondo dei ...

 

The Librarians, i bibliotecari a caccia di misteri: dal piccolo schermo al fumetto

Dynamite Entertainment trasforma la popolare serie tv “The Librarians” in una serie fumettistica, il cui primo numero ha debuttato la settimana scorsa. La trama ha inizio con l'omicidio di un produttore cinematografico, Sol Schick, molto noto negli Anni Settanta. I bibliotecari sono chiamati a risolvere l'arcano del caso quando si scop...

 

Dishonored: La Morte dell'Esterno, recensione videogame per PS4 e Xbox One

Dishonored: La Morte dell’Esterno è lo spin-off della saga di Bethesda, sviluppato dagli Arkane Studios, un’opportunità a prezzo budget di far conoscere e apprezzare un universo tanto affascinante quanto oscuro. La serie ha avuto l’enorme merito di migliorare e far maturare il genere action-stealth, dove un’att...

 

Star Comics, il terzo numero di Dragon Ball Super in uscita

“Dragon Ball Super”, il terzo numero è in uscita per Star Comics, disponibile dal 25 ottobre. Il popolare manga è realizzato da Toyotarō, il quale aveva già curato la trasposizione fumettistica di “Dragon Ball Z: La resurrezione di 'F'” (2015), sotto la guida di Akira Toriyama. La trama riparte da ...

 

Chateau Bordeaux, l'ottavo volume della saga famigliare legata al celebre vino francese

Glénat Edizioni pubblica l'ottavo volume di “Châteaux Bordeaux”, il fumetto che coniuga la storia di una saga famigliare con quella del vino francese, tra i più apprezzati al mondo. La trama ha come protagonisti i tre fratelli Baudricourt. Alla scomparsa del padre, morto in circostanze mai, del tutto, chiarite, ered...

 

Pro Evolution Soccer 2018, recensione videogame per PS4 e Xbox One

Pro Evolution Soccer 2018 è il videogioco calcistico sviluppato da Konami, l’appuntamento annuale con una delle serie storiche giapponesi, che ha affascinato e divertito milioni di utenti negli ultimi venti anni. Il calcio nato come ISS Pro sulla prima PlayStation ha da sempre dettato le regole per quanto riguarda l’aspetto simul...

 

Cinema Purgatorio, l'antologia di Alan Moore nel terzo volume di Panini Comics

Panini Comics pubblica il terzo volume di “Cinema Purgatorio”, in uscita per il 21 settembre. Il volume contiene i numeri #7-9. L'acclamata antologia, voluta da Alan Moore in bianco e nero, ha debuttato nel maggio 2016, grazie a una fortunata campagna di crowfunding su Kickstarter avviata da Avatar Press. La storia principale &egr...

 

Recensione Gasolina il nuovo fumetto pubblicato da Image Comics/Skybound

Gasolina è la nuova serie a fumetti pubblicata da Image Comics/Skybound, il primo numero arriverà nelle fumetterie americane il prossimo 20 settembre. il team creativo di questo nuovo lavoro è formato da Sean Mackiewicz ai testi mentre troviamo Niko Walter e Mat Lopes ai disegni e ai colori. Un nuovo fumetto dell’orrore s...

 

Archie il ragazzo più famoso di Riverdale torna in una nuova serie di fumetti pubblicata da Edizioni BD

Archie è uscito da poco grazie alla casa editrice Edizioni BD, questa famosissima serie americana è stata inedita in Italia fino a quest’anno. Il nuovo rilancio di tutta l’edizione è opera della casa editrice Archie Comics che ha deciso di portare i protagonisti nel XXI secolo. Il team creativo chiamato in questa fa...

 

Tecniche di assassinio attraverso i secoli, il manga di Shintaro Kago per Edizioni 001

001 Edizioni porta in Italia “Tecniche di assassinio attraverso i secoli”, il sorprendente manga del visionario fumettista giapponese Shintaro Kago. “Tecniche di assassinio attraverso i secoli” presenta undici racconti che fotografano la violenza della società odierna attraverso uno stile, tanto narrativo quanto illu...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni