X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Da 'Atomica Bionda' a 'Codename Baboushka': intervista a Antony Johnston e Shari Chankhamma

17/08/2017 08:00
Da 'Atomica Bionda' 'Codename Baboushka' intervista Antony Johnston Shari Chankhamma

Mauxa ha intervistato Antony Johnston, autore della graphic novel da cui è tratto il film "Atomica Bionda". Insieme a Shari Chankhamma ha lavorato al nuovo comic "Codename Baboushka".

Antony Johnston è l‘autore della graphic novel “The Coldest City”, da cui è tratto il film “Atomica Bionda” di David Leitch con protagonista Charlize Theron (leggi la recensione del film).

Johnston è anche autore della serie comics “Codename Baboushka” disegnata da Shari Chankhamma e incentrata sulla giovane ereditiera newyorkese Annika Malikova, che in realtà era il temuto criminale “Baboushka”, ex leader della banda di Mosca che ora vive in esilio. Dopo il primo volume “The Conclave of Death" (2016) è uscito in questo giorni “Ghost Station Zero”.

Mauxa ha intervistato Antony Johnston e Shari Chankhamma.

D. Sia in “The Coldest City” che "Codename Baboushka" emerge il tema della sensualità femminile legata alla potenza fisica. Come mai hai usato questo connubio?
Antony Johnston. Beh, perché no? La sensualità di James Bond è una presenza costante nei suoi racconti, visto che salta dentro e fuori dal letto di ogni donna attraente che incontra. Eppure nessuno si chiede il motivo, o come si unisca con la trama. Si tratta di una parte accettata del suo carattere, perché è un uomo. Come mai i personaggi femminili non possono essere in grado di fare la stessa cosa, senza essere messi in discussione? Perché dovrebbe essere un grosso problema?

D. Approvo. Quindi è anche un simbolo di affrancamento?
Antony Johnston. Certo. La risposta, naturalmente, è che non ci si dovrebbe comportare in questa maniera: ma l'unico modo affinché le persone mutino le loro opinioni è mostrare questi eventi, facendogli comprendere che non si dovrebbero sorprendere o scioccare. Ecco, questo è il motivo per cui lo faccio.

D. In "Codename Baboushka" hai usato dei tratti grafici dark, come quelli presenti nel precedente fumetto "The Fuse”, o hai usato diverse tonalità?
Shari Chankhamma. Per me, Baboushka è un diverso tipo di spia. La chiarezza è essenziale qui. Con tutta la raffica di azione e di esplosioni che ci sono, mi propongo di rendere veramente chiaro ciò che sta accadendo. Il lettore vede più o meno la stessa cosa, come vede Baboushka. È un po' un processo diverso rispetto a quello di “The Fuse” e altri progetti che ho disegnato, che erano guidati da una line art esistente, per cui mi sono basata unicamente sui colori e la luce. Con Codename Baboushka invece sono libera di progettare ogni aspetto da zero.

D. In “The Coldest City” e "Codename Baboushka" dai molta importanza all’ambientazione.
Antony Johnston. “The Coldest City” è ambientata a Berlino. Le storie di “Codename Baboushka” si svolgono in tutto il mondo, dall'Europa all’Asia, all'America e altro ancora; nel solo primo numero di “Ghost Station Zero” Baboushka va dalla Cina alle Alpi svizzere, e nei numeri successivi si reca in Canada, America, e in altri luoghi.

D. Quando disegni ti ispiri a personaggi reali o immaginari, come il "The Fuse” o “Sheltered”, che racconta di un disastro imminente?
Shari Chankhamma. Sono cresciuto in gran parte con i manga e non guardo molta televisione o film, quindi le mie ispirazioni sono per lo più da quel genere di comic. Precisamente la produzione degli anni ’80 e '90, di Tsukasa Hojo, BuichiTerasawa, Tsutomu Nihei, solo per citarne alcuni.

D. Cosa pensi di Charlize Theron nel film “Atomic Blonde”? Ritieni che possa interpretare un film ispirato a "Codename Baboushka"?
Antony Johnston. Charlize Theron è sorprendente in “Atomic Blonde”: qui lei ha il ruolo di Lorraine, proprio come nel libro. È completamente senza scrupoli e sicura di sé, e tutte le acrobazie e l’azione che fa nel film potrebbe sicuramente eseguirle come Baboushka. Non si sa mai…

D. Qual è il tuo dipinto preferito o il pittore e perché?
Shari Chankhamma. È difficile sceglierne uno come preferito, le mie influenze cambiano con il tempo. In questo momento, direi che il mio pittore preferito è Ilya Repin. Amo il suo uso dei colori, la sua scelta di composizioni e le sue materie. Di solito non mi piace tutto di un artista particolare, preferisco scegliere pezzo per pezzo, ma mi piace assolutamente tutto di Ilya Repin, o almeno tutto quello che ho visto.

D. Nei due lavori lo spionaggio è visto come uno stile di vita. Attrae e diverte: cosa significa per te?
Antony Johnston. Non direi che lo spionaggio è “divertimento” in “The Coldest City”. È un gioco letale di bluff e inganno, e non tanto uno stile di vita, quanto un modo di esistere. Questo è più vicino al vero e proprio spionaggio. Ma in “Ghost Station Zero” sì, lo spionaggio è divertente, e non come la vita reale. Le storie di Codename Baboushka sono un antidoto leggero a gravi storie di spionaggio truci; si svolgono in un mondo simile a quello di James Bond, in cui l'azione è più importante della violenza, dove il glamour e la ricchezza sono in mostra, e le esplosioni sono all'ordine del giorno. È per questo che le sue storie sono molto “più grandi”, con i cattivi che vogliono conquistare il mondo e scagnozzi che proprio non vogliono morire. È l’azione completata con le spie.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Film correlati
Atomic Blonde
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Batman/The Flash: The Button Deluxe Edition una nuova edizione per il fumetto della DC Comics

Batman/The Flash: The Button Deluxe Edition è la nuova edizione con copertina rigida del fumetto della DC Comics. Questo nuovo albo è uscito in America lo scorso 11 ottobre ed è stato pubblicato all’interno della collana Collected Edition Graphic Novel. In questa opera scopriamo due dei personaggi dei fumetti della DC Com...

 

Stifled, recensione videogame per PlayStation VR

Stifled è un videogioco che nasce da un progetto di alcuni studenti di Singapore, talmente interessante da attirare l’interesse di Sony, che ne ha promosso lo sviluppo e la successiva pubblicazione su PS4 e PS VR. Le idee del team Gattai Games si sono sposate con il visore di realtà virtuale, grazie all’originale utilizzo ...

 

Call of Duty WWII, recensione videogame per PS4 e Xbox One

Call of Duty: WWII è il videogioco sviluppato da Sledgehammer Games e pubblicato da Activision Blizzard, uno sparatutto che ripercorre le tappe e gli eventi cruciali della Seconda Guerra Mondiale. La serie di Call of Duty ha rappresentato nell’era Xbox 360/PlayStation 3 la massima espressione degli FPS, con un’eccellenza raggiunt...

 

Recensione Lazaretto il nuovo fumetto horror della casa editrice BOOM! Studios

Lazaretto è la nuova serie di fumetti della BOOM! Studios, il primo numero è uscito lo scorso settembre e avrà una cadenza mensile. Lazaretto sarà composta da un totale di cinque numeri e in questo mese di novembre è arrivato nelle fumetterie americane il numero tre. La nuova serie è stata scritta da Clay M...

 

Empress il fumetto di Mark Miller e Stuart Immonen da cui è stato tratto il film

Empress è il fumetto scritto e disegnato da Mark Millar e Stuart Immonen. Questo albo in America è stato pubblicato dalla Icon, proprietà Marvel Comics, mentre in Italia è arrivato nel giugno scorso grazie alla Panini Comics. Dal fumetto di Millar e Immonen è stato tratto un film che presto sarà disponibile...

 

Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds, recensione videogame per PS4

Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds è l’espansione single-player del videogioco sviluppato da Guerrilla Games, uno dei migliori open-world della generazione e uscito in esclusiva solo su PS4. Il sorprendente prodotto della software house olandese ha creato un mondo meraviglioso e credibile, grazie a una storia raccontata in maniera int...

 

Justice League, nuove immagini del film DcComics

Sono state diffuse nuove immagini di “Justice League", il film diretto da Zack Snyder. Nelle immagini vediamo Bruce Wayne-Batman (Ben Affleck), Flash (Ezra Miller), Aquaman (Jason Momoa) e Cyborg (Ray Fisher). In altre immagini c’è Diana Prince-Wonder Woman (Gal Gadot). La trama s’incentra sulla scomparsa di Superman, con...

 

Image Comics, The Family Trade: il potere raccontato oggi

“The Family Trade” è la nuova miniserie fumettistica, cinque i numeri previsti, pubblicata da  Image Comics. Dopo il debutto lo scorso mese, il secondo numero uscirà il 15 novembre. Il fumetto gode di una location fittizia suggestiva. La trama è, infatti, ambientata in una città-isola, sita nel bel mezz...

 

Marvel Comics, la nuova serie di Falcon: esce l'atteso secondo numero

“Falcon 2”, il fumetto targato Marvel Comics, esce oggi 8 novembre. La nuova serie è stata accolta con successo, grazie alla rilettura del supereroe portato a confrontarsi con dinamiche di carattere sociale che riflettono l'attualità statunitense. La trama di “Falcon” è ambientata in una realistica Chic...

 

Just Dance 2018, recensione videogame per PS4 e Xbox One

Just Dance 2018 è il videogioco sviluppato da Ubisoft, il punto di riferimento ormai da anni per il genere dei rythm game su console, come testimoniano i dati di vendita e il successo del brand. La stessa uscita annuale rafforza costantemente la presenza della serie sul mercato, per un titolo capace di ritagliarsi una grossa fetta di utenza ...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni