X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Il cinema portatile, vedere i film con gli ologrammi

07/08/2017 09:45
Il cinema portatile vederefilm con gli ologrammi

Dagli ologrammi ai vari device, il cinema diventa sempre più portatile.

Il cinema portatile è quello che può essere fruito attraverso i dispositivi mobili, senza andare al cinema o essere a casa.

Oltre la consistenza di vedere un film su un cellulare - il regista Christopher Nolan ha ribadito che non realizzerebbe mai un film per Netflix perché non prevede il passaggio nelle sale cinematografiche - il godimento audiovisivo è cambiato dall’11 luglio 2008, quando con l’arrivo del primo iPhone 3g era possibile sfogliare con qualità da videogame i video sui cellulari.

Usufruire dei film - o serie tv - attraverso il cellulare è ormai una possibilità, con l’unico inconveniente della durata della batteria. Ma l’autonomia del cellulare pare essere prossima, grazie al primo prototipo dell’Università di Washington di un telefono privo di batteria. L’oggetto utilizza l’energia dei segnali radio di una stazione posta a 9 metri di distanza, ed essendo finanziata da Google la ricerca presume uno sviluppo.

La stessa Google però ha dovuto patire il fallimento di Google Cardboard, lo strumento che posizionato davanti agli occhi assemblando uno smartphone permette di vedere un film. L’insuccesso di Google Cardboard è proprio dovuto alla non-contemporaneità tra la visione di un video e degli oggi reali. Esso infatti rende lo spettatore nel momento della visione cieco verso l’esterno.

Un oggetto che invece sopperirà a questa mancanza di simultaneità tra visione e percezione è Microsoft HoloLens. L’esile strumento posizionato sopra le orecchie sovrappone delle immagini - che possono essere anche quelle di uno schermo del cinema - al mondo reale, con le schermate che si desiderano in un istante. Su questo schermo virtuale è possibile visionare un film.

L’innovazione della Realtà Aumentata (AR - Augmented Reality) è la stessa possibilità di percepire il film come se si fosse al cinema, su uno schermo bidimensionale, eliminando la nausea di afferrare gli oggetti presenti della Realtà Virtuale (VR - Virtual Reality, leggi l’articolo)?

I casi di utilizzo della Realtà Aumentata sovrapposti con la Realtà Virtuale sono rari. La prima sovrapporre oggetti virtuali nel mondo reale, mentre la seconda inserisce lo spettatore in un mondo che è diverso, che ha l'effetto di immergere l'ascoltatore in un film ma anche di estraniarlo - e renderlo cieco - da quello reale.

La tecnologia ad ologrammi potrebbe modificare il modo in cui interagire con schermi di tutti i tipi, da lavorare a guardare la TV. È possibile inserire uno schermo video olografico ovunque si desideri, spostandolo, con un suono che rende l'esperienza visiva privata ma non estraniata. Infatti nel momento della visione si può guardare anche il nostro rubinetto della cucina che sgocciola.

Per ora non è possibile condividere questa esperienza con altre persone: se si è seduti sul divano accanto a qualcuno, lui non potrà vedere il film che noi stiamo vedendo. Ora è impossibile guardare un film in due in realtà aumentata.

Lo strumento che produce l’ologramma non ha bisogno di connessioni con fili o PC: il sistema è raffreddato senza ventilatori, i sensori avanzati riescono ad acquisire informazioni su ciò che stiamo eseguendo, mappando i luoghi fisici, gli spazi e le cose che ci circondano. Rispetto alla Realtà Virtuale le immagini multidimensionali a colori sono a bassa latenza, in modo da poter visualizzare gli ologrammi nel nostro mondo, grazie ad un processore che dai sensori elabora una grande quantità di dati al secondo. Con la stessa filosofia “realistica”, l’audio senza cuffie non blocca il mondo esistente, utilizzando il modello scientifico per cui l’orecchio umano recepisce un suono sempre da una posizione specifica.

In attesa della distribuzione capillare di queste lenti - che per ora costano 3000 dollari e che anche la Apple sta sviluppando - occorrerà accontentarsi del classico SmartWatch che permette di vedere i film sul proprio polso.

Basta infatti attivare il riproduttore multimediale ed è possibile guardare film o video, anche se la batteria durerà meno di 3 ore.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Film più visti della settimana, 'Annabelle: Creation' è al primo posto

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dall’11 al 13 agosto 2017 vede al primo posto l’horror “Annabelle: Creation” (35.040.000 dollari): Samuel Mullins, fabbricante di bambole con la moglie ospita delle ragazze a casa sua, che saranno loro il bersaglio della creatura posseduta dalla bambola Annabelle. Al...

 

Ce qui nous lie, tre fratelli e un vigneto per il film di successo in Francia

Ce qui nous lie è il film di Cédric Klapisch ambientato in un vigneto della Borgogna, dove tre fratelli si riuniscono. È uno dei film di maggiore successo in Francia, avendo incassato 4,5 milioni di euro in due mesi (è uscito il 14 giugno 2017). Nel cast ci sono Pio Marmaï, Ana Girardot e François Civil...

 

Professor Marston & The Wonder Women, prima immagine del film

È stata diffusa la prima immagine del film “Professor Marston & The Wonder Women” (leggi l’articolo su Moulton Marston e le origini di Wonder Woman). La pellicola racconta la storia reale dello psicologo di Harvard Dr. William Moulton Marston, che creò il personaggio di Wonder Woman negli anni '40. Marston era a...

 

Le star di Hollywood con le case più grandi e costose, da Will Smith a Oprah

Ogni cosa ad Hollywood segue il principio del “bigger than life”: tutto è più grande, più bello, più intenso, e le case delle star non fanno eccezione. Leonardo DiCaprio possiede almeno quattro ville, ma la prima è stata quella ad Hollywood Hills, comprata dopo il successo di “Titanic” per...

 

Il Festival di Venezia proietterà il film 'Il cavaliere elettrico'

La Mostra del Cinema di Venezia presenterà il film “Il cavaliere elettrico” (1979), diretto da Sydney Pollack. La proiezione avverrà dopo la consegna dei Leoni d’Oro alla carriera a Jane Fonda e Robert Redford, protagonisti del film. La storia raccontata è quella di Sonny Steele (Redford), cowboy in pensione ...

 

Lenny Abrahamson, il regista è sul set del nuovo film 'The Little Stranger'

Lenny Abrahamson è al lavoro al nuovo film “The Little Stranger”. Il regista è stato candidato nel 2016 all’Oscar per il film “Room”, con cui Brie Larson ha ottenuto il premio come migliore interpretazione (leggi l'intervista all'attore del film). “The Little Stranger" racconta la vicenda del dotto...

 

Recensione del film Monolith

Monolith è il film di Ivan Silvestrini, che racconta di una madre che lascia il figlio in un nuovo prototipo di auto da cui è impossibile uscire. Nel cast ci sono Katrina Bowden (già vista in “Hard Sell”, la serie tv “30 Rock” in cui ha recitato per sette stagioni), Damon Dayoub, Brandon Jones e Ashley ...

 

Bruce Springsteen, una sua canzone presente nel film 'Cars 3'

Bruce Springsteen è presente nel film della Disney “Cars 3” (leggi l'intervista al cast vocale), in uscita in Italia il 14 settembre 2017. La canzone nel film è il suo successo "Glory Days”, del 1984 e contenuta nell’album “Born to Usa”. Nel film è cantata da Andra Day. Il film “Cars 3...

 

La torre nera: intervista all'editore di Stephen King, Robert K. Wiener

La torre nera (“The Dark Tower”) è il libro di Stephen King il cui adattamento è da oggi al cinema. Composto da sette volumi pubblicati dal 1982, racconta di Roland di Gilead, pistolero che appartiene a un ordine cavalleresco e che si trova in un ambiente deserto ell'anno 1800. La popolazione del deserto è composta ...

 

Captive State, il nuovo film di fantascienza di Rupert Wyatt

Rupert Wyatt ("L'alba del pianeta delle scimmie") e John Goodman si sono riuniti sul set di “Captive State”, nuovo film di fantascienza che promette forti toni da thriller. Goodman e Wyatt sono alla loro seconda collaborazione dopo “The Gambler”, il poliziesco con Mark Wahlberg diretto da Wyatt nel 2014. Per mesi la tr...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni