X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione del film Finding Oscar, la luce sul genocidio elogiata dalla critica

20/07/2017 08:00
Recensione del film Finding Oscar la luce sul genocidio elogiata dalla critica

"Finding Oscar" è il film documentario sul genocidio del Guatemala. La critica ha elogiato il film: l'abbiamo visto in anteprima.

Finding Oscar è il film documentario di Ryan Suffern, uscito nella sale statunitensi e accolto in maniera positiva dalla critica. Il film è disponibile anche in Video on Demand.

Nel documentario lo stesso presidente Reagan appare mentre dà la mano al presidente e militare guatemalteco Efraín Ríos Montt, che giuste al potere con un colpo di Stato nel 1982 e che era a conoscenza del Massacro di Dos Erres.

In “Finding Oscar” vediamo i documenti secretati, che lentamente diventano chiari, i teschi delle persone appaiono, gli scheletri dei corpi.

I soldati avanzano, e il governo del Guatemala cerca di nascondere quanto si presume stia accadendo. “Non è sufficiente un testimone”, dice una donna.

Finché entra in scena la foto di Oscar, bambino scomparso, che poi ha chiesto rifugio ed ora è adulto. Ma i suoi genitori sono stati probabilmente massacrati nel genocidio del 6 dicembre 1982, chiamato Massacro di Dos Erres in cui durante la presidenza de facto del generale Efraín Ríos Montt oltre 200 persone - tra cui donne, anziani e bambini - furono assassinati da comandanti che lavoravano come forze governative.

Il bambino è Oscar Ramírez, che piange al pensiero che quegli scheletri siano dei genitori. Oscar e il fratello offrono l'unica prova viva che lega il governo guatemalteo al massacro. Ora anche antropologi cercano di identificare le vittime per contattare le famiglie.

Il viaggio per individuare tutte le persone e i luoghi necessari per raccontare questa storia è proseguito in Guatemala, Winnipeg, Miami, New York e Los Angeels. Il produttore del film è Frank Marshall, che con la moglie Kathleen Kennedy produce molti film di Steven Spielberg - che del documentario è produttore esecutivo - Clint Eastwood. Franck si è appassiono subito alla storia raccontatagli da un amico d’infanzia e ora avvocato per i diritti umani.

Si va così alla ricerca di Jorge Vinicio Sosa Orantes, uno dei tenenti guatemaltechi che viveva in California del sud come cittadino americano. Fu arrestato e condannato, perché partecipò anche lui al massacro di Dos Erres.

Ma il problema diviene anche politico. Infatti fino ad allora 200.000 persone indigene e Maya furono uccise, entrando nella strategia di Efraín Ríos Montt, il quale utilizzò la tecnica della “terra bruciata”sugli altopiani del Guatemalta - continuando le tattiche del precedente presidente Romeo Lucas García. Così Monnt combatté la ribellione Unidad Revolucionaria Nacional Guatemalteca (chiamata anche Fusiles y Frijoles - Bullet e fagioli). La politica di Ríos Montt ha portato alla morte di migliaia di indigeni, ma l’assurdità della vicenda sorge quando il presidente statunitense di allora, Ronald Regan visitò pochi giorni prima del massacro Montt, lo elogiò per il suo anticomunismo.

Il documentario fa luce quindi su questa vicenda e già per questo è da elogiare. La critica ha apprezzato la capacità di far brillare momenti inquietanti ma vitali (The New York Times), con interviste lucide che restituiscono un ritratto multiforme (Los Angeles Times), sancendo anche la forza del potere del perdono (The Hollywood Reporter).

La metodologia giornalistica esplora una aspetto che la stampa non divulga, per mancanza di senso della notizia.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Steven Spielberg

 
Galleria fotografica
Articoli correlati

E.T. l'extra-terrestre, il film di Steven Spielberg che raccontò la separazione in tre rari poster

E.T. l’extra-terrestre (“E.T. the Extra-Terrestrial”) è il film di fantascienza di Steven Spielberg del 1982, distribuito da Universal. Uscì l’11 giugno, e rimase nella prima posizione della classifica fino a tutto il mese di luglio e agosto, per poi essere spodestato a settembre dalla commedia sexy &ldquo...

 

Minority Report, la serie tv guarda al futuro con dettagliata immaginazione

Abbiamo guardato in anteprima il primo episodio della serie televisiva intitolata "Minority Report", in onda su Fox dal 13 luglio 2016.  Sviluppata da Max Borenstein, rappresenta un adattamento e sequel dell’omonimo romanzo di Philip K. Dick nonché del celebre film del 2002 diretto da Steven Spielberg. La trama è amb...

 

Lo squalo: l'horror di Steven Spielberg che inaugurò le uscite dei film estivi

Lo squalo ("Jaws") è il film che uscì il 20 giugno 1975, diretto da Steven Spielberg e distribuito dalla Universal Pictures. Il film in Italia uscì il 27 dicembre: nel cast ci sono Roy Scheider, Robert Shaw, Richard Dreyfuss, Lorraine Gary e Murray Hamilton. La trama si snoda durante un beach party ad Amity Island: u...

 

Thank You for Your Service, il film drammatico con Haley Bennett e Miles Teller

Thank You for Your Service è un film drammatico sui traumi post-bellici tratto dal libro omonimo di David Finkel, sceneggiato e diretto da Jason Hall (attore e autore del copione di “American Sniper”) e interpretato da Haley Bennett e Miles Teller (protagonista di “Whiplash”). L’opera è prodotta dalla Dre...

 

Il ponte delle spie, Steven Spielberg dirige Tom Hanks in una storia vera da Guerra Fredda

Il ponte delle spie (Bridge of Spies) film diretto da Steven Spielberg, sceneggiato da Matt Charman e da Joel ed Ethan Coen. Il film è stato presentato al New York Film Festival il 4 ottobre 2015. Trama. Negli anni ’50 l’FBI arresta Rudolf Abel (Mark Rylance), agente sovietico che vive a New York, acuendo il clima di paranoia ...

 

Il gigante gentile - The BFG, il film maestoso e adolescenziale di Steven Spielberg nel primo trailer

Il film “Il gigante gentile" ("The BFG”) diretto da Steven Spielberg ha il primo trailer, pubblicato dalla Walt Disney sul canale ufficiale YouTube. Nelle immagini si scorge già la commistione di tematiche adolescenziali e maestose, tipiche delle narrazioni del regista di Cincinnati. Una bambina - Sophie - la sera legge una favol...

 

Harrison Ford, inossidabile Indiana Jones: parola di Steven Spielberg

Indiana Jones 5. Tra il pubblico, c'è chi auspica "un perfetto Chris Pratt", ma Steven Spielberg ribadisce che nessuno rimpiazzerà Harrison Ford nei panni del leggendario archeologo: “Certamente non è mia intenzione considerare un altro attore per il ruolo”, racconta Spielberg a Screen Daily. Diversamente dagli eroi...

 

Jennifer Lawrence sarà Lynsey Addario nel nuovo film di Steven Spielberg e viene intervistata da Vogue

It's What I Do è il titolo provvisorio del nuovo progetto cinematografico di Steven Spielberg. Il film sarà l'adattamento dell'omonimo romanzo autobiografico scritto dalla fotogfrafa di guerra Lynsey Addario, che molto probabilmente sarà interpretata da Jennifer Lawrence. La Addario ha vinto il premio Pulitzer e ha realizzato d...

 

L'evocazione 2: il film horror di James Wan con Vera Farmiga

L'evocazione 2. Quando nell'estate del 2013 uscì nei cinema americani l'horror "L'evocazione - The Conjuring", nessuno si sarebbe aspettato un successo al botteghino così travolgente: record di incassi nel primo weekend per un film di questo genere e un totale di oltre 300 milioni di dollari quando ne era poi costato appena 20. E...

 

Ritorno al futuro, al cinema il film di Robert Zemeckis prodotto da Steven Spielberg su un amore materno

Ritorno al futuro, il film di Robert Zemeckis interpretato da Michael J. Fox e Christopher Lloyd del 1985 sarà proiettato di nuovo nei cinema il 21 ottobre 2015. Si tratta della parte 1 e parte 2, quest’ultima distribuita nel 1989. Nel secondo episodio della saga, Doc e Marty sul display della macchina del tempo digitano come data pro...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni