X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione del film Il tuo ultimo sguardo

29/06/2017 08:00
Recensione del film Il tuo ultimo sguardo

Il tuo ultimo sguardo è il film di Sean Penn sul dramma dei rifugiati in Africa: nel cast ci sono Javier Bardem e Charlize Theron.

Il tuo ultimo sguardo (“The Last Face”) è il film drammatico nelle sale di Sean Penn con Javier Bardem, Charlize Theron, Adèle Exarchopoulos e Jean Reno.

Wren Petersen (Charlize Theron) è un medico e attivista che lavora nell’Africa occidentale con l'organizzazione Doctors of the World. L’ente - che esiste realmente - è stato fondato dallo stesso padre di Wren molti anni prima. Wren vive tra molte difficoltà, non solo psicologiche ma anche fisiche. Nel luogo in cui abita ci sono spesso attacchi di ribelli, e lei deve formare aiutare i feriti nonché formare i giovani.

In questo ambiente fuori dalle convenzioni e dalle comodità occidentali si inserisce Miguel Leon (Javier Bardem), un chirurgo esperto nelle prime cure, come assistere persone ferite, recarsi nei luoghi più impervi.

Il film vira spesso verso il tono documentaristico, mostrando scene proprie del genere. Come quella dell’assalto notturno pervaso da una fotografia rossa, le inquadrature in dettaglio dei millepiedi, il volto struccato di Charlize Theron mentre assiste bambini affamati.

Quello che potrebbe essere il maggiore difetto, ossia mostrare con poca empatia una situazione sociale, in realtà è anche uno degli scopi del film. Lo stesso Sean ha lavorato come regista a film che avevano motivi edificanti, com “Into the Wild - Nelle terre selvagge” (2007) in cui si propugnava l’abbandono della vita capitalistica a favore di quella verso l’Alaska.

Se per decenni i governi hanno creato ricchezze minerarie in Africa, scatenando guerre civili e creando zone di conflitto, questa situazione non poteva che essere mostrata con questa regia incauta. La storia d'amore tra Migue e Wren - i due s’innamorano in maniera blanda - scende in secondo piano, tanto che il titolo originale del film, “The last face” lascia anche immaginare che “l’ultimo viso” non sia quello i uno degli attori, ma quello dei membri delle popolazioni.

In Africa centinaia di migliaia di persone sono state massacrate durante i colpi di Stato militari, con violazioni dei diritti umani: per rappresentare questo dramma la scelta di due medici era essenziale, pur se si poteva eliminare una storia romantica che a sceneggiatura inoltrata diviene superflua. Essa stride con i civili che - costretti a fuggire a causa dei ribelli che seminano il terrore - hanno raggiunto la cifra di 9 milioni di rifugiati. E che l’Europa ospita tuttora.

In maniera paradossale il film è più attuale ora di quanto non lo fosse quando la sceneggiatrice Erin Dignam lo scrisse nel 2014. Infatti l’attenzione sul problema dei rifugiati è uno degli aspetti su cui il regista insiste, tanto da realizzare l’ambientazione nella vegetazione lussureggiante e costruito un campo profughi che avrebbe dovuto far comprendere allo spettatore la vastità del problema. Il campo profughi poteva ospitare fino 25.000 persone, e nelle scene di massa erano presenti oltre 1000 comparse, su un totale di 8500 presenti nel film.

La voce fuori campo di Wren Petersen che racconta la realtà presente può sembrare stucchevole ma è funzionale ad un racconto che Sean Pean aspirava a far diventare epico, con tanto di nascita di un neonato in una situazione estrema. Una voce non più ridondate di quella dei recenti film di Terrence Malick, dove invece essa serve proprio per costruire la storia.

Le riprese si sono svolte tra Sierra Leone e Liberia, Sud Sudan e Sudafrica - a Città del Capo – dove è nata Wren, ricreando anche un villaggio. Una perizia scenografica che non è bastato a far approvare il film alla stampa statunitense, che lo ha accusato di essersi spinto a voler rappresentare l’aiuto umanitario ma senza credervi, oppure di essere incoerente.

Ma non era forse questo l’obbiettivo di Sean Pean, bensì realizzare un verifica della disperazione umana costretta a naufragare su zattere.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Sean Penn, Javier Bardem
 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Jennifer Lawrence vince il Golden Globe e viene candidata al premio Oscar per Joy

Golden Globe. Domenica dieci gennaio Jennifer Lawrence ha vinto il Golden Globe come “migliore attrice in un film commedia e musicale” per la sua interpretazione nel film “Joy”. La star venticinquenne ha così battuto le rivali Melissa McCarthy (“Spy”), Maggie Smith (“The Lady in the Van”), Amy ...

 

Pirates of the Caribbean: Dead Men tell no Tales, il film con Johnny Depp e Kaya Scodelario

Pirates of the Caribbean: Dead Men tell no Tales. Era dal 2011 che capitan Jack Sparrow e la sua ciurma non facevano capolino nei nostri mari, ma adesso l'attesa pare essere terminata. O, almeno, i fan della saga di Pirati dei Caraibi hanno finalmente una nuova data da segnare in agenda: 7 luglio 2017, è quello il giorno designato. E se &egr...

 

Charlize Theron, splendida quarantenne tra vita famigliare e set

Charlize Theron, dalla moda al cinema. Charlize Theron approda nel mondo dello spettacolo grazie alla straordinaria bellezza e un fisico mozzafiato che, ad oggi, compiuti i 40 anni, desta ammirazione come ai tempi del celebre spot della Martini. Eppure, la carriera di modella è solo il trampolino di lancio per quella futura di attrice. La ri...

 

Charlize Theron e Sean Penn post Cannes, la coppia presto al cinema

Charlize Theron e Sean Penn si sarebbero lasciati. A darne notizia è Us Weekly. Tuttavia, la coppia non ha rilasciato dichiarazioni in merito. Sean Penn aveva accompagnato la compagna all'ultimo Festival di Cannes, in occasione della presentazione in anteprima di Mad Max: Fury Road. Oscar. Amici di lunga data, si sono fidanzati alla fine de...

 

Cannes 2015, Javier Bardem e Penelope Cruz protagonisti nel biopic su Pablo Escobar

Escobar biopic. EuropaCorp di Luc Besson annuncia di co-produrre e distribuire Escobar, il biopic su Pablo Escobar tratto dal bestseller di Virginia Vallejo Loving Pablo, Hating Escobar (2008). Javier Bardem e Penelope Cruz. Il film avrà come protagonisti Javier Bardem e Penelope Cruz che tornano insieme sul set, questa volta come amanti, r...

 

Jasmine Trinca, l'attrice italiana al fianco di Sean Penn nel film d'azione The Gunman

Jasmine Trinca, la trentaquattrenne attrice romana scoperta da Nanni Moretti e protagonista di “Miele” e “Nessuno si salva da solo”, è in questi giorni nelle sale italiane con “The Gunman” di Pierre Morel, un film d’azione con un cast internazionale, che va da Sean Penn a Javier Bardem. Jasmine Trin...

 

The Gunman recensione film, Sean Penn killer professionista pentito e innamorato

The Gunman film diretto da Pierre Morel, scritto da Peter Travis, Don McPherson e dallo stesso Sean Penn. La pellicola è tratta dal romanzo "Posizione di tiro" di Jean-Patrick Manchette. The Gunman trama. Jim Terrier è un contractor delle forze speciali, attivo nelle zone ad alto rischio del Congo per una missione segreta, la quale p...

 

The Gunman, Jasmiine Trinca affianca Sean Penn nel nuovo film di Pierre Morel

The Gunman, il nuovo film diretto dal regista francese Pierre Morel arriverà nelle sale cinematografiche italiane il prossimo 7 maggio, distribuito da 01 Distribution.  Film, scritto da Don Macpherson, Pete Travis e Sean Penn, il film è basato sul romanzo 'Posizione di tiro' (1981) di Jean-Patrick Manchette.  Interpre...

 

Charlize Theron e Sean Penn, tra vita famigliare e set: prossimamente al cinema

Charlize Theron e Sean Penn. W Magazine dedica la copertina a Charlize Theron. L'attrice racconta al mensile di vivere un periodo sereno accanto al compagno Sean Penn. Mad Max: Fury Road. Un Oscar vinto grazie alla performance in Monster (2003) diretta da Patty Jenkins (prossimamente dietro la macchina da presa nel cinecomic Wonder Woman), presto ...

 

Sean Penn: 'ho imprecazioni per tutti' dice riferendosi alla battuta degli Oscar su Inarritu

Sean Penn ha confermato che non chiederà scusa per la battuta detta durante la consegna dell’Oscar al regista di “Birdman” Alejandro Iñárritu. Oscar. Sean Penn è attualmente impegnato nel tour promozionale per il suo nuovo film "The Gunman", e ad una domanda su quanto accaduto ha risposto: "assolutamen...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni
http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=22587639&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1