X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 
http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=22587639&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1

Sleight, il regista J.D. Dillard supera la prova del suo debutto cinematografico

31/05/2017 15:15
Sleight il regista J.D. Dillard supera la prova del suo debutto cinematografico

Il film è una piccola produzione indie che, seppur con qualche scivolone, sfrutta bene il suo budget ridotto per offrire una storia che mescola fantascienza, dramma familiare e azione.

Sleight” è un film americano diretto da J.D. Dillard che offre un’intrigante miscela di fantascienza, introspezione, e scene action che, seppur in scala ridotta, ricordano quelle di tanti multimilionari “cinecomics” . La sceneggiatura è stata scritta dallo stesso Dillard insieme ad Alex Theurer; i membri principali del cast sono Jacob Latimore, Seychelle Gabriel, Dulé Hill, Storm Reid, Sasheer Zamata e Michael Villar. Dopo aver debuttato al Sundance (il festival indie per eccellenza) nel gennaio del 2016, “Sleight” è uscito nelle sale americane il 28 aprile scorso; costato 250mila dollari, ne ha incassati 3 milioni in tutto il mondo. Per il momento il film non ha ancora una data di uscita nel nostro Paese.

Ambientato a Los Angeles, “Sleight” ruota intorno a Bo (Jacob Latimore), un ventenne che con il suo lavoro di prestigiatore di strada a malapena riesce a tirare avanti dopo la morte della madre, un evento tragico che lo ha lasciato anche con la responsabilità di crescere la sorella minore, Tina (Storm Reid). Quando diventa chiaro che i suoi ingegnosi trucchi non bastano per sbarcare il lunario, Bo decide di cominciare a vendere droghe alle feste di studenti universitari per conto di Angelo (Dule Hill), uno spacciatore spietato e che al tempo stesso assume un atteggiamento quasi paterno nei confronti del ragazzo. Ovviamente la situazione precipita, Tina viene rapita, e Bo è costretto ad usare tutti i brillanti trucchi nel suo arsenale per salvarla.

In questo piccolo mondo creato da J.D. Dillard, elementi del thriller, del dramma e suggestioni fantascientifiche si fondono per dare vita a un racconto di formazione piuttosto efficace, in cui i trucchi di magia diventano la metafora della trasformazione interiore del protagonista. “Sleight” è un film ricco di talenti, sia dietro che davanti la cinepresa, e riesce ad essere un ibrido indie in grado di attirare sia il pubblico di nicchia sia gli spettatori più “casuali”.

Su Rotten Tomatoes, l’aggregatore di recensioni, il film si attesta al 74% sull base di 35 pareri critici, il che equivale a una media del 6. Sul sito, il giudizio della critica viene così sintetizzato: “Sleight sovverte i canoni di genere, offrendo un mistero magico – per quanto in ultima analisi un po’ frustrante - intelligente e ben recitato”. Il regista del film, J.D. Dillard, fino a qualche anno fa lavorava come segretario presso la Bad Robot, la società di produzione di J.J. Abrams. Dopo aver affinato il suo talento con una serie di cortometraggi e videoclip, con “Sleight” Dillard è finalmente uscito dall’ombra, attirando l’interesse dei WWE Studios e della Blumhouse, due nomi non da poco nel settore.

“Al Sundance, un membro del mio team ha visto ‘Sleight’ e mi ha detto, ‘Devi assolutamente vederlo’”, ha raccontato il fondatore nonché amministratore delegato della Blumhouse, Jason Blum, che quest’anno ha già sbancato i botteghini con “Split” e “Scappa - Get Out”. “Sono una persona che si concentra sui film a piccolo budget”, ha continuato Blum, “ed è stato incredibile vedere come J.D. sia riuscito a fare un film con così pochi soldi, e a dare l’impressione che avesse avuto un budget enorme”. In un’industria come quella di Hollywood, dove si è costantemente alla ricerca di nuovi metodi per costruire il kolossal perfetto, una simile abilità non passa certo inosservata. Negli ultimi anni, capita sempre più spesso che un regista indie venga assoldato dai grandi produttori per gestire film con budget di centinaia di milioni di dollari: basti pensare a Gareth Edwards, che dal piccolo “Monsters” è passato a “Godzilla” e a “Rogue One: A Star Wars Story”.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Jason Blum, Jacob Latimore, Gareth Edwards
Articoli correlati

Jennifer Lopez, spegne le candeline: l'icona fashion di riferimento

Jennifer Lopez ha festeggiato il proprio compleanno in un locale newyorchese di Southampton. Party esclusivo per la cantante e attrice che ha spento 46 candeline sfoggiando un succinto abito di trasparenze e mostrando la forma (più che) smagliante. Twitter. Kim Kardashian West si è complimentata su Twitter per il look mozzafiato dell...

 

Paranormal Activity: The Ghost Dimension, primo inquietante trailer per un finale ad alta tensione

Paranormal Activity 5 trailer. Diffuso il primo trailer di Paranormal Activity: The Ghost Dimension. Il produttore Jason Blum conferma che si tratta dell'episodio finale che chiude il celebre franchise horror. Tutte le domande rimaste in sospeso avranno finalmente risposta: sapremo che sembianze ha Toby e conosceremo il retroscena famigliare delle ...

 

The Gallows - L'Esecuzione, l'horror dove la paura è sul palcoscenico

The Gallows - L'Esecuzione horror di Travis Cluff e Chris Lofing. Forse non tutti sanno che dietro al successo su scala mondiale di tutti gli horror più riusciti degli ultimi anni ("Paranormal Activity", "Sinister", "Insidious", "L'evocazione - The Conjuring") c'è un nome che ritorna sempre e li accomuna: il produttore Jason Blum, uno...

 

Area 51, nuovo film sugli alieni: quando il terrore viene dallo spazio

Area 51 horror di Oren Peli. Di “Area 51”, ennesimo film su uno dei più grandi misteri del ventesimo secolo, ovvero la presenza aliena sulla terra nella ormai celebre base militare nel deserto del Nevada, si parla da anni. Cinque, per l’esattezza, da quando cioè è iniziata la lavorazione del film, che ha avuto...

 

Amityville: The Awakening, la più famosa casa maledetta torna sul grande schermo con Jennifer Jason Leigh

Amityville: The Awakening horror di Franck Khalfoun. Una delle più celebri saghe horror della storia del cinema è quella ambientata nella sinistra villa di Amityville, una vera e propria casa maledetta che negli anni Settanta fu teatro di fatti di cronaca talmente sconvolgenti tanto da ispirare per il grande schermo il cult del brivid...

 

The Visit, M. Night Shyamalan torna alle atmosfere thriller de Il sesto senso

The Visit thriller di M. Night Shyamalan. Avere successo è difficile, confermarlo però lo è ancora di più: ne sa qualcosa il regista indiano M. Night Shyamalan, che dopo l'epocale exploit nell'ormai lontano 1999 de"Il sesto senso", non ha più eguagliato quelle vette, sia agli occhi del pubblico che della crit...

 

The Purge 3: La notte del giudizio - Election Year, nel 2016 il terzo capitolo horror sulla notte del giudizio

The Purge 3 horror di James DeMonaco. Per la serie: non c'è due senza tre... ecco che anche "La notte del giudizio" diventa diventa una trilogia, e probabilmente anche qualcosa in più. Il produttore re Mida dei film horror a basso budget Jason Blum (suoi "Saw - L'enigmista", "Insidious", "L'evocazione - The Conjuring") ha ufficia...

 

Insidious 3, è un prequel il terzo capitolo della saga horror

Insidious 3 film horror di Leigh Whannell. Non sempre funziona il detto "squadra che vince non si cambia": infatti l'ultimo capitolo, il terzo per la precisione, della saga orrorifica nata nel 2010 con "Insidious" e proseguita con "Oltre i confini del male - Insidious 2" (2013) , si presenta in uscita nei cinema con un nuovo cast di attori, un nuov...

 

Paranormal Activity: The Ghost Dimension, in arrivo il capitolo 5 della popolare saga horror

Paranormal Activity: The Ghost Dimension horror di Gregory Plotkin. Sono passati 3 anni da quando i nostri cinema furono infestati dalle oscure presenze di "Paranormal Activity 4", ennesimo prodotto ad alta tensione e a budget ridottissimo che andava ad aggiungere un altro tassello alla popolare saga demoniaca cominciata nel 2007 con "Paranormal Ac...

 

Godzilla: Gareth Edwards si gode il successo, il suo film è primo al box office

Godzilla, il film diretto da Gareth Edwards è nelle sale cinematografiche italiane dal 15 maggio, distribuito dalla Warner Bros.  Box office, il reboot della serie cinematografica con protagonista il celebre mostro è in testa con 2 milioni e 500 mila euro di incasso. Seguono  ‘Ghost Movie 2’ e &ls...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni