X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione del film The Bye Bye Man

19/04/2017 07:30
Recensione del film The Bye Bye Man

"The Bye Bye Man" è il film horror di Stacy Title tratto da un racconto.

The Bye Bye Man è il film horror di Stacy Title con Douglas Smith, Lucien Laviscount, Cressida Bonas, Doug Jones e Michael Trucco.

Nel 1969 Larry attiva in macchina davanti a casa di una donna, la chiama, lei esce e poi rientra: lui prende un fucile e le spara. Poi fa lo stesso con i vicini di casa, mentre chiede continuamente: “qualcuno ha detto il nome?”.

Da questo evento prende avvio il film, tratto dal racconto "The Bridge to Body Island” (2005) di Robert Damon Schneck.

Nel periodo attuale vediamo Elliot (Douglas Smith), la sua ragazza Sasha (Cressida Bonas) e il migliore amico John (Lucien Laviscount) che si trasferiscono in una casa fuori dal campus non lontano dal loro college. Sasha comincia ad avere uno strano colpo di tosse, Elliot in un comodino trova delle monete che riappaiono continuamente.

Da qui si comprende come il film segua l’aspetto soprannaturale per innestare quello orrorifico, sulla scia di pellicole recenti come “The Boy”, “Incarnate”. Ma ancora lontano è il timore rivelato in “Babadook” (2015), che può essere considerato lo spartiacque per un genere che risente di una mole di assemblaggi simili. In “Babadook” una madre chele spiegazioni al figlio che crede di vedere un demone, fino alla rivelazione finale: una trama semplice e credibile, che ha ottenuto consenso di pubblico e critica.

In “The Bye Bye Man” si procede poi con una rivelazione che fa retrocedere l’azione: in quell’anno 1969 un adolescente uccise la sua famiglia e confessò ad un giornalista che a ordinargli il gesto fu The Bye Bye Men, un demone: lo stesso giornalista divenne poi il tiratore che uccise diverse persone che erano a conoscenza del nome “The Bye Bye Man”, e si suicidò ingerendo del detersivo.

Elliot così fa visita alla vedova del giornalista, che rivela che la maledizione provoca follia, allucinazioni. L'unico modo per evitarle è non pensare al nome o parlare di “The Bye Bye Man”.

Complicato è definire dei gesti violenti in base a delle allucinazioni che a loro volta sono causate da un evento soprannaturale: in questo caso l’idea iniziale del plot poteva essere sviluppata in maniera più meno inverosimile. L’origine del soggetto del film essendo un racconto vive di una materia letteraria che si presta meglio a queste suggestioni, e che trasposte visivamente esigono un appiglio narrativo più valido. “Non dirlo, non pensarlo” sono frasi troppo generiche per motivare la prosecuzione di una sceneggiatura horror.

Lo stesso scrittore Schneck è specializzato in racconti di fenomeni anomali e curiosità storiche: “The President's Vampire” è il libro in cui è contenuto “ The Bye Bye Man”. “Mrs. Wakeman vs. The Antichrist” è una collezione di racconti strani sulla storia americana. Stacy Title è già regista del film animato “Hood of Horror” (2006), in cui un uomo accetta di vendere la sua anima a un demone di nome; “Let the Devil Wear Black” (1999) in cui uno studente laureato con una malattia mentale cerca di scoprire chi abbia assassinato il padre. Il regista è quindi abile nell’alternare i piani della suspense, anche se poi confluiscono in uno sviluppo grottesco.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Tribeca Film Festival, 'siamo attenti a ciò che emerge': intervista a Tammie Rosen

Il Tribeca Film Festival si svolge a New York fino al 30 aprile. Fondato nel 2002 da Robert De Niro e Craig Hatkoff negli anni si è sviluppato fino a presentare film come “Insomnia", “La leggenda degli uomini straordinari”, “Spider-Man 3” e “The Avengers”. Nel 2016 il vincitore è stato “...

 

Erin Moran, aveva recitato anche al cinema l'attrice scomparsa protagonista di 'Happy Days'

Erin Moran, attrice che nella  sitcom "Happy Days"  interpretava il personaggio di Joanie Cunningham è scomparsa all’età di cinquantasei anni. L’attrice originaria di Burbank è stata trovata morta in una roulotte nella contea di Harrison, nell'Indiana. Ancora sono ignote le cause della morte, per cui si a...

 

Intervista all'attore Emrhys Cooper: dal film 'Kushuthara' al prossimo 'Nosferatu'

Mauxa ha intervistato Emrhys Cooper, protagonista del film “Kushuthara: Pattern of Love”, uscito negli Stati Uniti e in Gran Bretagna e diretto da Karma Deki. Cooper ha lavorato anche a serie tv come “Mistresses”, “Vanity”. D. Nel film “Kushuthara”, nel ruolo di Charlie. Come ti sei avvicinato a ques...

 

Jack Nicholson, sarà nel remake del film 'Toni Erdmann' l'attore che compie 80 anni

Jack Nicholson, l’attore che compie oggi ottanta anni ha recitato in 65 film. Tra le pellicole emblematiche a cui ha lavorato ci sono “Qualcuno volò sul nido del cuculo” (1975),  “Shining” (1980), “Easy Rider” (1969), “Chinatown” (1974), “The Departed - Il bene e il male&rdquo...

 

The Divergent Series: Ascendant, la saga si chiuderà con un film per la TV

Con un annuncio senza precedenti, l’anno scorso la Lionsgate ha rivelato che il quarto capitolo della saga “Divergent”, inizialmente intitolato “The Divergent Series: Ascendant” sarebbe diventato un film per la TV, “Ascendant”, magari da concepirsi come episodio pilota di un’ipotetica serie spin-off. ...

 

Boston - Caccia all'uomo: il terrorismo raccontato in un video del regista Peter Berg

Il regista Peter Berg in un video racconta come la popolazione di Boston collaborò durane le riprese del film “Boston - Caccia all’uomo” di cui è regista. È stato diffuso un nuovo video del film “Boston - Caccia all’uomo” in cui il registe Peter Berg racconta quale fosse la necessità ...

 

Famiglia all'improvviso - Istruzioni non incluse: il film commedia sul 'padre chioccia' con Omar Sy

Famiglia all’improvviso - Istruzioni non incluse è il film nelle sale diretto da Hugo Gélin con Omar Sy, Clémence Poésy, Antoine Bertrand, Gloria Colston. La storia è quella di Samuel che vive nel Sud della Francia: non ha troppe preoccupazioni giornaliere, finché una ex ragazza si presenta dice...

 

Cars 3, gli autori presentano il corto 'A Tale of Momentum and Inertia'

Eyal Podell e Jonathon E. Stewart, che hanno scritto il prossimo film “Cars 3” hanno realizzato un cortometraggio per Fox Animation Studios dal titolo “A Tale of Momentum and Inertia”. Il progetto è stato presento a diversi Festival: la storia racconta di un uomo roccia che cerca di trattenere un masso che sta per di...

 

La tenerezza: incontro con Gianni Amelio, Micaela Ramazzotti e Elio Germano

La tenerezza è il film di Gianni Amelio con Renato Carpentieri, Elio Germano, Giovanna Mezzogiorno, Micaela Ramazzotti, Greta Scacchi. Mauxa ha partecipato alla conferenza stampa: la storia è quella di Lorenzo, avvocato in pensione che vive da solo, ostile ai figli e burbero. Quando fa amicizia con i giovani vicini di casa parte apri...

 

Recensione del film Boston - Caccia all'uomo

Boston - Caccia all’uomo è il film di Peter Berg con Mark Wahlberg, Kevin Bacon, John Goodman, J. K. Simmons e Michelle Monaghan. Il sergente Tommy Saunders (Mark Wahlberg) penetra in un’appartamento alla ricerca di un sospettato. Una coppia cena in un locale. In un laboratorio del MIT si studia un prototipo di robot; un ragazzo...

 
Da non perdere

Ultime news
Recensioni