X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

The Walking Dead 7, il dilemma di Morgan nella serie tv di Robert Kirkman

20/03/2017 18:00
The Walking Dead 7 il dilemma di Morgan nella serie tv di Robert Kirkman

"The Walking Dead 7" si avvia alla conclusione e proprio Morgan, confuso dopo l'omicidio di Richard, potrebbe dare il via alla guerra fra Rick e i Salvatori di Negan. La critica storce il naso ma l'ideatore Robert Kirkman ha detto chiaramente che la serie tv AMC andrà avanti almeno fino alla dodicesima stagione.

"The Walking Dead 7" si avvia al termine della stagione ma i colpi di scena si susseguono senza sosta: nel tredicesimo episodio abbiamo assistito alla svolta di uno dei protagonisti dello show, Morgan Jones, il primo essere umano che Rick incontra subito dopo essersi svegliato dal coma. Questo personaggio è uno dei più tormentati della serie tv e nel corso delle stagioni ha subito profondi cambiamenti psicologici, dal trauma della perdita della moglie e del figlio che lo ha condotto sull'orlo della pazzia alla redenzione nei boschi grazie ad Eastman che gli fa leggere "L'arte della pace" e gli insegna l'Aikido. Il Morgan pacifista e contrario all'omicidio degli ultimi episodi, ben inserito nel Regno agli ordini del sovrano Ezekiel, potrebbe però essere solo un ricordo.

Il repentino mutamento di Morgan avviene a seguito dell'omicidio del giovane Benjamin da parte dei Salvatori come atto di rappresaglia perché, invece dei dodici meloni pattuiti, gli esponenti del Regno ne avevano portati solo undici. Quando Morgan comprende che il dodicesimo frutto era stato nascosto da Richard al fine di procurare il casus belli per scatenare la guerra contro Negan e i suoi scagnozzi, non esita a strangolarlo a mani nude sotto gli occhi attoniti di Ezekiel. Ciò che è peggio, l'episodio mina la stessa sanità mentale dell'uomo che appare confuso come dopo la morte del figlioletto Duane.

Il brutale omicidio di Richard pone una seria incognita sul futuro di Morgan: il personaggio perderà il suo incrollabile pacifismo, schierandosi a favore della guerra totale contro Negan e i Salvatori? Non è ancora il momento di saperlo ma di certo Morgan sarà l'ago della bilancia e la resa dei conti appare sempre più vicina, anche grazie a Carol che dopo aver appreso del brutale assassinio di Glenn ed Abraham non ha esitato a imbracciare le armi. Probabilmente la morte di Negan non è imminente visto che Jeffrey Dean Morgan ha già rinnovato con la Amc per l'ottava stagione, ma di certo ne vedremo delle belle nei prossimi tre episodi.

Nonostante i dati di ascolto continuino ad essere sempre sopra i dieci milioni, la settima stagione ha visto un sensibile calo dal punto di vista della critica. Rotten Tomatoes gli assegna un 64% con una media voti di 8/10, numeri tutto sommato buoni ma inferiori al passato; stiamo sempre parlando di uno degli show più popolari di sempre ma potrebbe essere il primo trillo del campanello d'allarme. Robert Kirkman, l'ideatore di "The Walking Dead", non intende sentir ragioni e ha già detto chiaramente che "The Walking Dead" andrà avanti almeno fino alla dodicesima stagione, segno che ancora per qualche anno non avremo penuria di morti viventi.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Good Omens, la serie tv: Michael Sheen e David Tennant guidano il cast

Amazon ha annunciato che gli attori Michael Sheen (“Masters of Sex) e David Tennant (“Broadchurch") interpreteranno i protagonisti della miniserie televisiva “Good Omens" (Titolo italiano: “Buona apocalisse a tutti”) che debutterà sulla piattaforma streaming Amazon Prime Video nel 2019.  Connotata da un'im...

 

Il Trono di Spade 7, Nikolaj Coster-Waldau strizza l'occhio ai fan e difende l'ambiente

"ll Trono di Spade 7" è in pieno svolgimento e i fan sono in subbuglio: si preparano grandi avvenimenti nel continente di Westeros e la battaglia finale fra umani e non-morti sta per avere inizio. Mentre infuria la lotta per il controllo dei Sette Regni, in molti stanno cercando di tener dietro agli intrecci della trama e alle parentele che,...

 

Purché finisca bene, episodio 'La tempesta': un'improvvisa esigenza di maturità

Rai 1 ripropone l'episodio “La tempesta" (trasmesso per la prima volta il 28 aprile 2014) della serie "Purché finisca bene".  Il racconto prende avvio dalla scomparsa di Aldo Del Serio, il quale si trovava in vacanza ai tropici insieme alla moglie. A seguito di uno tsunami nessuno riesce a mettersi in contatto con lui e ciò...

 

Liar, tradimenti e inganni nella nuova serie tv

La serie televisiva “Liar” debutterà il 27 settembre negli Stati Uniti sul canale SundanceTV. Si tratta di un thriller psicologico articolato in sei puntate, creato e scritto dai produttori e sceneggiatori Harry e Jack Williams di Two Brothers Pictures ("The Missing", “Fleabag”). La trama si svolge attorno alle ...

 

L'ambasciata, rischi e tentativi nella terza puntata della serie spagnola

La terza puntata della serie televisiva spagnola “L’ambasciata” (Titolo originale: “La embajada”) va in onda questa sera su Rai 1 a partire dalle 21.25. La trama pone al centro il personaggio di Luis Salinas (Abel Folk), il nuovo ambasciatore spagnolo in Thailandia che si trasferisce insieme alla sua famiglia a Bangko...

 

The Walking Dead, la tragica morte di uno stuntman non influirà sulla trama

"The Walking Dead", la nuova stagione della più popolare serie tv sul mondo degli zombie, ha subito un evento tragico nel mese di luglio: lo stuntman John Bernecker è morto durante le riprese del programma dopo una caduta da alcuni metri. Nonostante la pluriennale esperienza l'uomo, che aveva avuto piccole parti in "Logan" e "Piccoli ...

 

Preacher, seconda stagione: intervista all'attrice Julie Ann Emery

Abbiamo intervistato in esclusiva l'attrice statunitense Julie Ann Emery, interprete del personaggio di Lara Featherstone nella serie televisiva "Preacher".  Leggi la trama D: La seconda stagione di "Preacher" ha debuttato negli Stati Uniti il 25 giugno 2017, il giorno successivo è stata resa disponibile su Amazon Prime Video. Le...

 

Atypical, la serie tv che racconta l'autismo debutta su Netflix

La serie televisiva intitolata “Atypical" debutta domani sulla piattaforma streaming Netflix. Creata da Robia Rashid (“The Goldbergs", “Will & Grace”), concede allo spettatore un racconto di formazione che vede protagonista Sam, un diciottenne autistico che ricerca amore e indipendenza. Il ragazzo intraprende un percor...

 

Velvet, l'ultima puntata della quarta stagione tra ritorno e vendetta

La quarta stagione della serie televisiva intitolata “Velvet” è stata trasmessa dall’emittente spagnola Antena 3 dal 5 ottobre al 21 dicembre 2016. In Italia va in onda su Rai1 dal 6 luglio 2017. La trama si concentra sulle vicende della sarta sarta Anna Ribera, interpretata dall'attrice Paula Echevarrìa. Nel p...

 

Recensione della serie tv 'I'm Sorry'

"I'm Sorry" è una commedia frizzante e godibile che affronta le vicende di vita quotidiana di una comica quarantenne californiana, moglie e madre di una bimba. La storia ricalca molto la vita della protagonista Andrea Savage che nella serie tv ha inserito vari elementi autobiografici, comunque riconducibili a una vasta porzione della middle ...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni