X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Il diritto di contare, 'il film incita a dare speranza e ispirazione': intervista all'attore Kurt Krause

14/03/2017 07:30
Il diritto di contare 'il film incita dare speranza ispirazione' intervista all'attore Kurt Krause

Mauxa ha intervistato Kurt Krause, attore del film candidato all'Oscar "Il diritto di contare" di Theodore Melfi con Taraji P. Henson e Octavia Spencer.

Il diritto di contare è il film di Theodore Melfi con Taraji P. Henson, Octavia Spencer e Kevin Costner (leggi la recensione).

Mauxa ha intervistato l’attore Kurt Krause che ha lavorato al film. Krause ha anche lavorato alla serie tv “American Crime” e al film “Painted Horses”

D. Puoi raccontarci il tuo ruolo nel film “Il diritto di contare"?

Kurt Krause. Interpreto il ruolo di Sam Turner. Lui è un ingegnere della NASA nel Gruppo Speciale Task dove lavora sotto la supervisione dei personaggi interpretati da Kevin Costner e Jim Parson. Purtroppo il mio personaggio è decisamente dalla parte sbagliata della storia, come un prodotto dell’America degli anni ’60. Così lavorando a quel ruolo ho dovuto sapere quale fossero nel complesso le convinzioni di Sam Turner: per cercare di contribuire a sollevare le storie di Taraji, Octavia e Janelle. Come attore, si è fortunati a lavorare in film di questo calibro. Poi per me - essendo ancora giovane - è stata una benedizione.

D. Il film ha un folto cast. Qual era l’atmosfera sul set?

K. K. Prima di iniziare ero un po’ nervoso nell’essere sul set con attori di rilievo. Ho visto loro nei film quando ero piccolo, alcuni mi hanno spinto a intraprendere questa carriera. Tuttavia una volta arrivato sul set mi hanno subito tranquillizzato. Tutti gli altri attori mi hanno trattato come un loro pari. L'unica cosa che hanno chiesto in cambio è che mettessi tanto impegno e cuore nella mia performance. Spero di essere riuscito in ciò. Posso dire che è stata un'esperienza di apprendimento inestimabile.

D. Theodore Melfi è il regista: qual è il suo metodo di lavoro?

K. K. Penso che ciò che Ted sappia fare meglio è permettere a tutti gli altri di realizzare il loro lavoro. Si fida, è circondato da un grande gruppo di professionisti, dà a tutti la libertà di sperimentare e brillare. Tuttavia è anche coinvolto in ogni dettaglio: ama quello che sta facendo, e ti consente di comprendere l’evoluzione. È un vero leader in tutti i sensi della parola. È un regista che realizzerà altri lavori degni d’attenzione, e continuerà a raccontare storie come “Il diritto di contare" per un lungo periodo di tempo.

D. Il film è stato candidato all’Oscar come migliore pellicola. Quale pensi sia il motivo del successo di questa storia?

K. K. Credo che il successo del film abbia molto a che fare con lo script. La storia è facilmente riconoscibile per la maggior parte delle persone. Il fatto che si trattava di una vicenda vera che molti ignoravano l’ha resa ancora più interessante per il pubblico. In aggiunta anche ai problemi attuali nella nostra società, il film incita a dare speranza e ispirazione per coloro che cercano di superare le ingiustizie sociali in tutto il mondo.

Ma una buona sceneggiatura da sola non rende un film grande. Il resto del merito va al team di produzione che ha messo insieme un cast e una troupe talentuosa e laboriosa.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Film correlati
Il diritto di contare

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Recensione del film La tartaruga rossa

La tartaruga rossa (“La tortue rouge”) è il film d'animazione di Michael Dudok realizzato dallo Studio Ghibli. La sceneggiatura è di Michael Dudok de Wit, con adattamento di Pascale Ferran. Isao Takahata è il produttore esecutivo. Il film ripercorre la vita di un uomo, dal momento in cui giunge su un’isola co...

 

Film più visti della settimana: 'Power Rangers' è la novità al box office

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 24 al 26 marzo 2017 vede la conferma al primo posto de “La Bella e la bestia" (“Beauty and the Beast”, leggi l'intervista all'attrice): Bella s’innamora del principe deformato da un incantesimo, per poi salvarlo (316.952.887 di dollari). Al secondo posto entra &l...

 

Intervista all'attore Alexandre Nguyen: dal film 'Life' a 'Valerian e la città dei mille pianeti'

Life - Non oltrepassare il limite è il film di Daniel Espinosa con Jake Gyllenhaal, Rebecca Ferguson, Ryan Reynolds, Hiroyuki Sanada e Alexandre Nguyen. La trama segue l’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale che deve effettuare esperimenti su un campione giunto da una sonda proveniente da Marte. L'equipaggio ha il compito ...

 

The Sense of an Ending, la scoperta del passato nel film con Charlotte Rampling

The Sense of an Ending è il film di Ritesh Batra con Jim Broadbent, Charlotte Rampling, Harriet Walter. È uscito negli Stati Uniti il 10 marzo. La trama segue Tony Webster (Broadbent), che conduce una vita solitaria e tranquilla, fino a quando i segreti sepolti negli anni emergono. Deve così fronteggiare i ricordi del passato,...

 

Tutto per una ragazza, il libro di Nick Hornby da cui è tratto il film 'Slam'

Tutto per una ragazza (“Slam”) è il libro di Nick Hornby da cui è tratto il film “Slam - Tutto per una ragazza” ora nelle sale. È stato pubblicato nel 2007: il film è diretto da Andrea Molaioli, e ha nel cast Ludovico Tersigni, Barbara Ramella, Jasmine Trinca e Luca Marinelli. Nel romanzo il prot...

 

Il mostro della laguna nera, costruendo lo Universal Monsters Cinematic Universe

“Il mostro della laguna nera” farà parte della Universal Monsters, l’imponente saga con cui la Universal punta a rilanciare la sua collezione di creature dell’horror “vintage”. Le informazioni su questo reboot per ora scarseggiano; un paio di anni fa si vociferava che Scarlett Johansson fosse stata contatt...

 

Non è un paese per giovani, il film sull'esodo di una giovane generazione

Non è un paese per giovani è il film di Giovanni Veronesi nelle sale, con Filippo Scicchitano, Sergio Rubini, Giovanni Anzaldo, Sara Serraiocco e Nino Frassica. La storia è quella di Sandro, ventenne timido il cui desidero è diventare scrittore. L’amico Luciano è invece estroverso, anche se conserva un mist...

 

Atlanta Film Festival, cultura e cinema nel sud degli Stati Uniti

L’Atlanta Film Festival è il più importante della Georgia, e uno dei maggiori degli Stati Uniti. Comincia oggi e si protrae fino al 2 aprile: tra i film in concorso ci sono “Born River Bye” di Tim Hall, “The Boss Baby” di Tom McGrath, “Cherry Pop” di Assaad Yacoub, “In the Radiant City&r...

 

Tomas Milian, 'Monnezza amore mio' è il libro dell'attore scomparso

Tomas Milian, l’attore scomparso a Miami all’età di 84 anni è stato raccontato in diversi libri. “Monnezza amore mio” è stato scritto dallo stesso attore nel 2014. Descrive la città di Roma, che accoglie i nuovi arrivati ma che sa anche respingerli. Milian racconta come sia fuggito da L'Avana, pa...

 

Recensione del film Elle

Elle è il film di Paul Verhoeven con Isabelle Huppert, Laurent Lafitte, Anne Consigny e Charles Berling (leggi l'articolo sull'incontro con il regista). Paul Verhoeven mostra la propria chiarezza già all’inizi del film, con lo schermo nero invaso dalle urla di Michèle, mentre viene violentata sul pavimento di casa. L&rsq...

 
Da non perdere

Ultime news
Recensioni