X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione del film 'Bleed - Più forte del destino'

09/03/2017 07:30
Recensione del film 'Bleed - Più forte del destino'

"Bleed - Più forte del destino" è il film tratto da una storia versa di Ben Younger con Miles Teller

Bleed - Più forte del destino (“Bleed”) è il film di Ben Younger con Miles Teller, Aaron Eckhart e Katey Sagal.

Nel novembre 1988 il pugile Vinny Pazienza (Teller) perde il titolo WBC World Light welter. Il manager Lou Duva (Levine) insiste per un altro combattimento. Ma dopo un’ennesima perdita teme di fermarsi.

Tra giochi al casinò e veloci amori la sua vita procede per momenti quotidiani, senza far trapelare cosa il destino abbia in serbo. Lui guardando un match prende appunti, con una modalità di gioco che collima con una dettagliata strategia, per cui anche nel pugilato nulla è lasciato al caso. Questo studio approfondito dei dettagli della propria professione da pugile è un elemento che nei film di boxing, da “Rocky” (1974) a “Million Dollar Baby” (2004) non appare, e che rende “Bleed - Più forte del destino” quasi un manuale di sopravvivenza.

La tensione tende ad aumentare per ogni scena, facendo presagire che sarà il destino il nemico primario del protagonista: eventi della vita su cui non si può interferire. Così l’incidente stradale di cui Vinny è vittima appare quasi normale, costellato nella sua quotidianità, e in quella di ognuno di noi. Vinny neanche era alla guida dell’auto, a segnare l’inevitabilità dell’accaduto.

Un destino che il regista del film Ben Younger aveva - per altre forme - raccontato anche in “Prime” (2005), la commedia in cui la trentasettenne Rafi (Uma Thurman) incontra casualmente e s’innamora del ventitreenne David, per poi scoprire essere il figlio della sua psicoterapeuta. Anche lì, pur se in un ambito romantico i protagonisti fronteggiano le perplessità e i dubbi che il caso gli pone.

Così in “Bleed - Più forte del destino”, anche dopo che il corpo di Vinny è paralizzato nella schiena dorsale torna l’ambizione al perfezionismo. Ora Vinny indossa Halo, un dispositivo medico di metallo circolare avvitato al cranio in quattro punti, puntellato con quattro bacchette.

Il film da semplice racconto medico diventa quindi una lastra su cui mostrare come far fronte ad un impedimento fisico: nella trama non ci sono che avversari umani, senza dovere inventare particolari antagonisti (leggi l’articolo su cinema e salute). Come in “Mare dentro” (2004), oppure “Still Alice” (2014). Quindi il protagonista Vinny viene subito posto al livello dello spettatore, se non più in basso avendo una mobilità fisica minore.

In “Bleed - Più forte del destino” questo impedimento è poi avversato con la forza della determinazione, che fa percepire allo spettatore come in un momento di difficoltà ci si possa rialzare: e da qui Vinny supera chi lo guarda, dimostrando maggiore senso di responsabilità e coraggio.

Vinny infatti vuole continuare ad allenarsi, disobbedendo ai consiglio dei medici. Lo fa nel seminterrato, con l’aiuto di Kevin (Aaron Eckhart), anche alle 3.30 di notte e di nascosto dal padre. È la storia è reale, ossia quella di Vincenzo Edward Pazienza.

La diversità è anche estetica: lui continua ad andare al casinò, solo con Halo, un esoscheletro che lo accompagna e di cui non si vergogna. E la diversità è caratteriale, tanto che la sfida con il pugile panamense Roberto Durán sarà la sua rivincita.

“Bleed - Più forte del destino” è un film limpido, migliore rispetto al facile encomio del coraggio pugilistico: qui è una più generica possibilità di rialzarsi oltre gli ostacoli difficoltà, per quanto sia possibile porre rimedio al destino che non inganna più i suoi figli.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Aspettando il Re, intervista all'attrice Christy Meyer: 'la recitazione è stata messa a dura prova'

"Aspettando il Re" (Titolo originale: "A Hologram for the King") è uscito nelle sale cinematografiche italiane il 15 giugno, distribuito da Lucky Red. Il film è diretto da Tom Tykwer e basato sull'omonimo romanzo di Dave Eggers pubblicato nel 2012. Il personaggio principale è interpretato da Tom Hanks.  Leggi la rec...

 

Recensione del film Transformers - L'ultimo cavaliere

"Transformers - L'ultimo cavaliere" è il film di Michael Bay con Mark Wahlberg, Anthony Hopkins, Laura Haddock. In assenza di Optimus Prime - robot leader della fazione dei benevoli Autobot ma ora partito  alla ricerca del suo "creatore" - inizia una lotta tra l'organizzazione militare dei Transformers Reaction Force e i Transform...

 

Cattivissimo Me 3, incontro con il cast: Arisa, Max Giusti e Paolo Ruffini

Abbiamo incontrato a Roma il cast vocale di “Cattivissimo Me 3”, il film di Pierre Coffin e Kyle Balda, prodotto da Chris Meledandri e in uscita il 24 agosto 2017. A dare le voci ai protagonisti sono la cantante Arisa, gli attori Max Giusti e Paolo Ruffini. Il cattivo Gru è stato licenziato dalla Lega anti Cattivi, e si trova in...

 

L'amore ai tempi di Hollywood, tra gossip, scandali e divorzi

In termini di gossip hollywoodiano, il 2016 è stato segnato dal divorzio tra Johnny Depp e Amber Heard, una vicenda dai risvolti piuttosto spiacevoli visto che la Heard ha addotto, tra i motivi della separazione, il fatto che l’ex-marito fosse un tipo violento a causa soprattutto dei suoi problemi di alcolismo. Oggi la storia sembra es...

 

Inferno, il film con Tom Hanks dal libro di Dan Brown è su SkyCinema e NowTv

Inferno, il film tratto dal romanzo di Dan Brown arriva in televisione si Sky Cinema e NowTv, dal 10 luglio. Il film - che ha incassato 220 milioni di dollari - sarà anche preceduto dalla messa in onda di due film tratti sempre dai romanzi dello scrittore di Exeter. Il 2 luglio è trasmesso “Il Codice Da Vinci”, in cui il ...

 

Nicole Kidman, due libri raccontano l'attrice che compie 50 anni

Nicole Kidman, l’attrice di Honolulu oggi compie 50 anni. In una recente intervista a “E! News” ha detto che non organizzerà una festa sfarzosa, bensì sarà circondata dalla sua famiglia: "Voglio uscire con mio marito, i miei figli e mia sorella”. Essendo di pigne australiana, ha affermato che è g...

 

Alexandra Daddario, è l'imponente Costance nel nuovo film 'Abbiamo sempre vissuto nel castello'

Alexandra Daddario, una delle attrici più versatili nella recente cinematografia di Hollywood dopo l’obsoleto “Baywatch” sarà in un film completamento diverso. “We Have Always Lived in the Castle” è il titolo, diretto da Stacie Passon e interpretato anche da Sebastian Stan, Taissa Farmiga e Crispi...

 

10 attori che hanno perso la vita sul set

Quando si parla di professioni pericolose, il pensiero di solito corre ai muratori intenti a camminare in equilibrio a decine di metri da terra o a giornalisti e medici che lavorano in zone di guerra, non di certo al cinema o alla televisione. Invece, anche in un mondo apparentemente dorato, si celano storie davvero macabre di persone che hanno tro...

 

Film più visti della settimana, 'Cars 3' scalza dalla classifica 'Wonder Woman'

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 16 al 18 giugno 2017 vede al primo posto la novità “Cars 3” (53.547.000 dollari, leggi l'articolo): la vicenda è quella di Saetta McQueen che si propone di dimostrare a una nuova generazione di piloti che lui è ancora la migliore macchina da corsa del mon...

 

Luigi Pirandello, i film ispirati alle sue opere a 150 anni dalla nascita

Luigi Pirandello, di cui si celebrano il 150 anni dalla nascita (avvenuta il 28 giugno 1867) lavorò anche per il cinema. Molti furono i film che si ispirarono alle sue pièce o novelle. Il primo film tratto da una sua opera è “Il lume dell'altra casa” (1920) di Ugo Gracci con Anna Gracci, Gaietta Gracci e lo stesso ...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni