X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Mass Effect Andromeda, recensione videogame per PS4 e Xbox One: l'inizio della fine

23/03/2017 14:00
Mass Effect Andromeda recensione videogame per PS4 Xbox One l'inizio della fine

Mass Effect Andromeda è il nuovo, incerto, inizio della miglior saga di fantascienza della scorsa generazione, forte di un immaginario che ha influenzato decine di produzioni videoludiche e cinematografiche

Mass Effect Andromeda è il videogioco sviluppato da Bioware e pubblicato sotto l’ala protettrice di Electronic Arts, che ha prelevato la saga dopo lo straordinario primo capitolo uscito originariamente su Xbox 360. La trilogia, pietra miliare della scorsa generazione, ha rappresentato un capolavoro all’interno dell’universo sci-fi, con una narrativa, dialoghi e personaggi assolutamente unici. Il prodotto confezionato da Bioware ha creato mondi, razze ed intrecci politici prendendo spunto da saghe come Star Wars e Star Trek, contaminando poi successivamente tantissimi videogiochi e produzioni cinematografiche future. La direzione artistica di pellicole quali Interstellar, Elysium, Prometheus e gli ultimi Star Trek ne hanno replicato costumi, scelte stilistiche, architetture e basi spaziali, un chiaro esempio di come Mass Effect abbia influenzato tutti i media usciti dopo il suo arrivo. L’importanza del brand e il successo ottenuto, con la trilogia originale, riparte da un nuovo progetto e idea, con l’arrivo del primo capitolo sviluppato su PS4 e Xbox One.



La trama di Mass Effect Andromeda vuole raccontare una storia differente e lo fa partendo da una galassia lontana, quella di Andromeda, destinazione ultima del viaggio di migliaia di umani, per trovare un pianeta vivibile e nuova speranza per l’umanità. Il progetto dei Pionieri è quello di trovare una nuova casa, sogno che svanisce e viene ridimensionato una volta arrivati in prossimità della destinazione, che non è più il paradiso dei dati raccolti 600 anni prima, quando la spedizione ebbe inizio. La stasi criogenica dei 20.000 coloni all’interno dell’Arca Hyperion, nave spaziale di cui siamo responsabili, diviene il motivo principale per cui siamo spinti a trovare un pianeta abitabile, con l’ausilio della altre specie aliene del Consiglio. Un merito della saga, riproposto con successo in Andromeda, è senza alcun dubbio quello di mettere in scena decine di razze differenti, profonde e complesse, con un intreccio politico e personale curato e dettagliato, un vero e propio sostrato sociale alla trama principale.



Il gameplay di Mass Effect Andromeda riprende i canoni da sparatutto in terza persona, con una forte componente da gioco di ruolo nella personalizzazione estetica, di armi ed equipaggiamento, e nelle miriadi di abilità sbloccabili. Il lavoro fatto in termini di differenziazione e sistema di progressione risulta come il più profondo e completo della saga, con poteri di combattimento e biotici che spaziano dalle armi da fuoco a barriere difensive e modifica dell’ambiente. La profondità della crescita del personaggio, Scott Ryder, viene plasmata anche dalla scelte morali durante dialoghi e filmati, con un chiaroscuro di significati che vanno a modificare i rapporti con il nostro team e con il mondo esterno. La ricerca di un pianeta adatto per la vita umana comprende l’esplorazione della galassia grazie alla nostra nave spaziale Tempest, con cui spostarsi nei vari sistemi e atterrare sulle decine di mondi presenti. Una volta scesi sulla superficie il gioco assume dei connotati maggiormente open-world, con obiettivi principali e zone di interesse liberamente visitabili, per trovare nuove specie e scannerizzare gli elementi presenti. Queste nuove meccaniche di ricerca permettono di sviluppare e potenziare equipaggiamenti, un processo semplificato dall’ausilio del mezzo corazzato Nomad, con cui spostarsi velocemente via terra.



La grafica di Mass Effect Andromeda è così bella come lo erano i predecessori? Purtroppo no, considerando che la vecchia trilogia aveva rappresentato uno stacco con il passato, in termini di animazioni ed espressioni facciali, con dialoghi affascinanti sia dal punto di vista narrativo che visivo. Qui la situazione è cambiata, con un motore grafico che sembra essere rimasto lo stesso della scorsa generazione, amplificandone difetti e problemi relativi alle movenze. Il risultato è quello di stazioni spaziali e luoghi chiusi molto simili al terzo capitolo, con un sistema di illuminazione piatto e volti anonimi ed inespressivi. La situazione migliora, per fortuna, una volta atterrati sui pianeti che, grazie ad una direziona artistica e fotografica quasi sempre impeccabile, si rivelano uno splendido viaggio di esplorazione e scoperta. Le razze aliene e la rappresentazione di sistemi solari e relativi mondi è così soddisfacente come in passato, per un titolo che basa ancora molto del suo fascino su ambientazioni ed atmosfere.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Fabio Tosti
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Stifled, recensione videogame per PlayStation VR

Stifled è un videogioco che nasce da un progetto di alcuni studenti di Singapore, talmente interessante da attirare l’interesse di Sony, che ne ha promosso lo sviluppo e la successiva pubblicazione su PS4 e PS VR. Le idee del team Gattai Games si sono sposate con il visore di realtà virtuale, grazie all’originale utilizzo ...

 

Call of Duty WWII, recensione videogame per PS4 e Xbox One

Call of Duty: WWII è il videogioco sviluppato da Sledgehammer Games e pubblicato da Activision Blizzard, uno sparatutto che ripercorre le tappe e gli eventi cruciali della Seconda Guerra Mondiale. La serie di Call of Duty ha rappresentato nell’era Xbox 360/PlayStation 3 la massima espressione degli FPS, con un’eccellenza raggiunt...

 

Recensione Lazaretto il nuovo fumetto horror della casa editrice BOOM! Studios

Lazaretto è la nuova serie di fumetti della BOOM! Studios, il primo numero è uscito lo scorso settembre e avrà una cadenza mensile. Lazaretto sarà composta da un totale di cinque numeri e in questo mese di novembre è arrivato nelle fumetterie americane il numero tre. La nuova serie è stata scritta da Clay M...

 

Empress il fumetto di Mark Miller e Stuart Immonen da cui è stato tratto il film

Empress è il fumetto scritto e disegnato da Mark Millar e Stuart Immonen. Questo albo in America è stato pubblicato dalla Icon, proprietà Marvel Comics, mentre in Italia è arrivato nel giugno scorso grazie alla Panini Comics. Dal fumetto di Millar e Immonen è stato tratto un film che presto sarà disponibile...

 

Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds, recensione videogame per PS4

Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds è l’espansione single-player del videogioco sviluppato da Guerrilla Games, uno dei migliori open-world della generazione e uscito in esclusiva solo su PS4. Il sorprendente prodotto della software house olandese ha creato un mondo meraviglioso e credibile, grazie a una storia raccontata in maniera int...

 

Justice League, nuove immagini del film DcComics

Sono state diffuse nuove immagini di “Justice League", il film diretto da Zack Snyder. Nelle immagini vediamo Bruce Wayne-Batman (Ben Affleck), Flash (Ezra Miller), Aquaman (Jason Momoa) e Cyborg (Ray Fisher). In altre immagini c’è Diana Prince-Wonder Woman (Gal Gadot). La trama s’incentra sulla scomparsa di Superman, con...

 

Image Comics, The Family Trade: il potere raccontato oggi

“The Family Trade” è la nuova miniserie fumettistica, cinque i numeri previsti, pubblicata da  Image Comics. Dopo il debutto lo scorso mese, il secondo numero uscirà il 15 novembre. Il fumetto gode di una location fittizia suggestiva. La trama è, infatti, ambientata in una città-isola, sita nel bel mezz...

 

Marvel Comics, la nuova serie di Falcon: esce l'atteso secondo numero

“Falcon 2”, il fumetto targato Marvel Comics, esce oggi 8 novembre. La nuova serie è stata accolta con successo, grazie alla rilettura del supereroe portato a confrontarsi con dinamiche di carattere sociale che riflettono l'attualità statunitense. La trama di “Falcon” è ambientata in una realistica Chic...

 

Just Dance 2018, recensione videogame per PS4 e Xbox One

Just Dance 2018 è il videogioco sviluppato da Ubisoft, il punto di riferimento ormai da anni per il genere dei rythm game su console, come testimoniano i dati di vendita e il successo del brand. La stessa uscita annuale rafforza costantemente la presenza della serie sul mercato, per un titolo capace di ritagliarsi una grossa fetta di utenza ...

 

DC Comics, Liam Sharp disegna Batman/Wonder Woman in uscita a febbraio

Liam Sharp è un veterano delle storie di Batman. Inoltre, ha disegnato l'acclamata serie, in corso, con protagonista Wonder Woman, in epoca Rebirth. Al recente Stan Lee Comic Con, tenutosi a Los Angeles, il fumettista è nel team di una serie, targata DC Comics, incentrata sulla Principessa delle Amazzoni e l'Uomo Pipistrello. Il fum...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni