X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione del film Manchester by the Sea

16/02/2017 07:30
Recensione del film Manchester by the Sea

"Manchester by the Sea" è il film di Kenneth Lonergan con Casey Affleck candidato all'Oscar.

Manchester by the Sea è il film di Kenneth Lonergan con Casey Affleck, Michelle Williams, Kyle Chandler e Lucas Hedges.

Già dall’inizio il film patisce una lentezza nell’indugiare in dettagli, come la scena iniziale in cui Lee Chandler (Affleck) è in un bar, seduto dietro i bancone, mentre scruta due avventori che poi prende a pugni.

La sua presunta tranquillità caratteriale vacilla, dopo aver aggiustato le tubature del bagno, spalato la neve, o essere remissivo con la madre alcolista Elise. La stessa trasparenza appare quando apprende che il fratello è morto di attacco cardiaco, che deve andare a Manchester by the Sea per il funerale. Con remissività abbraccia il cadavere del fratello nell’obitorio, pensando che un funerale risolverà tutto. Ma in realtà Lee è stato nominato dal fratello tutore legale del figlio Patrick, e non sa come affrontare la decisione.

La paura di un impegno da un assumere è uno dei temi del film, non solo collegata con la capacità di crescere un bambino, bensì con il timore che gli errori passati possano essere compiuti di nuovo. Infatti Lee alcuni anni prima, in quel luogo era sposato con Randi (Williams): una sera era ubriaco e in maniera involontaria causò un incendio in cui morirono i suoi tre figli. Fu scagionato da ogni accusa, ma la moglie Randi lo condanna per quel gesto tanto quanto lui si danna. Certamente è questo uno degli aspetti meno credibili del film, quasi inserito a forza per dare un psicologia modificata di Lee, e che si rinviene nei suoi comportamenti attuali.

Più normale è il fatto che il giovane Patrick sia fidanzato con una giovane Sandy, e che Lee con atteggiamento neo-paterno cominci ad interessarsi del fatto. È giusto che i due ragazzi abbiano rapporti sessuali? È questa una delle discussioni con la madre sedi Sandy.

Un aspetto che emerge nei film candidati agli Oscar 2017 è proprio questo riferirsi a luoghi che conducono a problematiche sia personali che fisiche: qui siamo a Manchester-by-the-Sea, una città reale di Essex County con cinquemila abitanti; in “La La Land” siamo in un’altra città, Los Angeles che comporta problemi professionali e sentimentali; in “Moonlight” siamo Miami, dove una comunità non favorisce la crescita del giovane di colore Chiron. Nel periodo attuale sono i luoghi a plasmare le persone, più degli ideali.

Anche in “Manchester by the Sea” è difficile scollarsi il luogo da cui Lee proviene: neanche il regista Kenneth Lonergan ci riesce, pur facendo ricorso ai flashback, oppure alle musiche dell’Adagio di Albinoni. Queste sottolineano il momento in cui si mostra il passato di Lee, che mentre era ubriaco causò l’incendio, facendo morire i tre figli.

Lonergan opta per scelte narrativa eccessive, il che rende il film in alcuni momenti desideroso di trovare scene ad effetto. Ad esempio la reazione a questa morte che in Lee dovrebbe portare ad uno scompenso - sono venuti a mancare tre figli - è affondata in gesti plateali, come imbracciare una pistola al commissariato e cercare di spararsi. Oppure lo stesso grado di sensazionalismo del funerale del fratello, con ricorso al ralenti per indugiare sulla commozione dei personaggi. Resta poi la sofferenza di Randi, che nonostante l'odio per il marito gli dice: “Ti amo”.

Al di là di questi facili escamotage che potevano essere evitati, “Manchester by the Sea” infonde una limpida amarezza, raccontando le proprie incapacità e l’impossibilità di reagire.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Film correlati
Manchester by the Sea

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Festival di Berlino 2017, i vincitori di tutte le categorie

Il 67esimo Festival di Berlino si è concluso con la vittoria di del film "On body and soul” di Ildico Enyedi: il film racconta di Mária, che inizia a lavorare come nuovo controller di qualità in una macelleria, fino ad innamorarsi del capo. Aki Kaurismaki con “The other side of hope" ottiene l'Orso d'argento alla r...

 

Song to Song, immagini romantiche nel trailer del film di Terrence Malick

È stato pubblicato il primo trailer del nuovo film Terrence Malick, “Song to Song”. Su Facebook il trailer ha raggiunto in un giorno 11.182 visualizzazioni, su YouTube 18.502 (leggi l’intervista al produttore del film “Voyage of Time” di Malick). Nelle immagini si vede il protagonista Ryan Gosling mentre suona ...

 

La ragazza del treno, gli extra del dvd del film campione d'incassi

La ragazza del treno (“The girl on the train”) è il film di cui è disponibile il dvd e blu ray dal 23 febbraio 2017 (qui le modalità per vincere una copia del dvd e blu-ray). Il dvd e blu-ray contengono molti contenuti extra, come le scene tagliate ed estese, gli speciali “Le donne dietro la ragazza”, &...

 

Kolma, il nuovo film con Daisy Ridley prodotto da J.J. Abrams

Dopo averne lanciato la carriera, J.J. Abrams si sta impegnando molto per ampliare la filmografia di Daisy Ridley. Le strade dei due si sono incrociate per la prima volta grazie al settimo capitolo della saga di Star Wars, “Il risveglio della forza”, e il destino li sta portando spesso a rincontrarsi. È di questi mesi, infatti, l...

 

Marilyn Monroe, vendute all'asta le foto dell'attrice incinta sul set de 'Gli spostati'

Alcune foto di Marilyn Monroe incinta sono state vendute all’asta per 2240 dollari. Si tratta di immagini rare in cui l’attrice si fa fotografare l’8 luglio 1960 fuori dai Fox Studios, in una pausa dalla lavorazione del film “Gli spostati”. Le foto erano conservate dalla più cara amico della star, Frieda Hull ...

 

Walking Out, il film con Matt Bomer e Bill Pullman: intervista al regista Andrew Smith

Walking Out è il film di Alex & Andrew Smith che ha partecipato in concorso al Sundance Film Festival. Nel cast ci sono Matt Bomer, Bill Pullman, Alex Neustaedter e il giovane Josh Wiggins. Il primo aiuto regista è l'italiano Edoardo Ferretti.  La storia racconta del quattordicenne David (Wiggins) che viaggia con riluttanza ...

 

1 Night, il film su una notte in hotel

1 Night è il film drammatico e romantico di Minhal Baig, nelle sale statunitensi e che sta ottenendo già delle bune critiche. La trama segue Elizabeth, trentenne che deve decidere se salvare il suo rapporto deludente con Drew. Nel frattempo Bea, un’adolescente con molte preoccupazioni si riavvicina all’introverso amico An...

 

Steven Spielberg, girerà in Umbria ed Emilia Romagna il nuovo film tratto da una storia vera

Steven Spielberg girerà in Umbria, Lazio ed Emilia Romagna il prossimo film “The Kidnapping of Edgardo Mortara”. Le riprese inizieranno ad aprile 2017. La pellicola racconta del rapimento di Edgardo Mortara, giovane ragazzo ebreo che a Bologna nel 1858 è battezzato in segreto: quando si scopre l’accaduto, è s...

 

Maze Runner – La rivelazione, le riprese del terzo capitolo con un anno di ritardo

Dopo quasi un anno di silenzio, le riprese di “Maze Runner – La rivelazione”, terzo capitolo della saga tratta dai libri di James Dashner, starebbero finalmente per iniziare. A dimostrarlo sono alcune foto che il regista Wes Ball ha postato in questi ultimi giorni sul suo account Twitter, documentando la sua esplorazione del nuovo...

 

Recensione del film Moonlight

Moonlight è un film di Barry Jenkins, con Trevante Rhodes, Janelle Monáe, Naomie Harris e André Holland. La produzione di Dede Gardner e Jeremy Kleiner per la Plan B Entertainment di proprietà di Brad Pitt non sbaglia argomenti: già si era confrontata con “12 anni schiavo” (2013) , “Selma”...

 

Da non perdere






Ultime news
Recensioni