X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Stand-up comedy, un genere 'da praticare e far conoscere': intervista a Velia Lalli

06/02/2017 07:00
Stand-up comedy un genere 'da praticare far conoscere' intervista Velia Lalli

Mauxa ha intervistato la comica Velia Lalli. Il suo nuovo monologo si intitola "Lasciate che i pargoli vengano a me".

Abbiamo intervistato Velia Lalli, irriverente comica tra i panelist del programma televisivo "Sbandati" in onda su Rai 2 e recentemente protagonista della rassegna di Stand Up Comedy Live presso lo Spazio Diamante di Roma, dove ha presentato il suo nuovo spettacolo. 

D: “Lasciate che i pargoli vengano a me”, come mai hai scelto questo titolo per il tuo monologo?

R: Il titolo del monologo è una citazione. Di un filosofo dell’antichità, tale Gesù di Nazareth, divenuto molto famoso postumo , come spesso accade ai grandi pensatori ed artisti. E’ un titolo che ironizza sulla compiacenza che riserviamo ai bambini e, talvolta, agli adolescenti, che sembriamo considerare indiscutibili. In questo monologo non lo sono, anzi diventano parte fondamentale delle riflessioni (rigorosamente comiche) di una ragazza che è diventata donna senza avere figli ma che si trova in stretta relazione con bambini ed adolescenti, suo malgrado. Da questa posizione, propongo una visione più cinica, ma forse semplicemente meno sdolcinata, di come educhiamo i giovani, di come cambiano le situazioni familiare, di cosa comportino le famiglie allargate.

D: Lo show ironizza sulla sensazioni di sorpresa dovuta allo sviluppo della consapevolezza del non essere più giovane. Tu come hai vissuto l'avvento dell'età adulta? 

R: Beh, adesso, “non essere più giovane” è un po’ azzardato da parte tua. Comunque, l’impressione che ho è che ci sia uno scalino (gli scienziati direbbero è una variabile “discreta”) da “giovane donna” a “donna di mezza età” , e questo mi crea qualche perplessità. Cioè: l’espressione “donna”, senza che venga aggiunto alcun aggettivo, a che età si attribuisce? E soprattutto: che arco di tempo comprende? 15 minuti? Direi, per rispondere alla tua domanda, che la sto prendendo male. Ma siccome posso scriverne, come sto facendo, ad un certo punto andrà meglio.

D: Perché le persone finiscono spesso col ridere del proprio passato?

R: Eh magari fosse vero! E’ molto difficile che l’essere umano rida di sé stesso, anche se si parla di fasi della vita passata. Per me è un ottimo antidoto, ma devi aver superato alcune ferite, c’è gente che si offende se, dopo 10 anni, gli dici: “Ti ricordi quel Marco con cui uscivi? Era veramente un cesso!” L’idea del monologo è andare oltre l’immagine di noi a cui rischiamo di essere troppo legati, e di non prendersi mai troppo sul serio. Se sei stata con un cesso, non in assoluto ma solo più cesso di te, magari puoi ridere delle ragioni per cui lo hai fatto. Ma se uno si prende troppo sul serio e sta lì a rimuginare sul suo passato, può sempre venire a ridere del mio, di passato.

D: Qual è la tua personale idea di comicità? Ci sono lati della realtà contemporanea inaccessibili persino all'ironia?

R: La comicità non è un dogma, è semplicemente l’espressione di chi la scrive o la interpreta, pertanto non ha senso porre dei limiti a priori. Uno spettacolo comico non è l’ora di catechismo, quindi se non ti piace quello che senti, puoi semplicemente andartene, decidere di bollare quel comico come un eretico o uno stronzo. Di sicuro chiedere il rimborso del biglietto no. Il tipo di espressione comica che ho scelto è quello di lasciare poco o nulla ai giri di parole, alle metafore, ma di andare a raschiare proprio nell’inconfessabile, di renderlo esplicito ridicolizzandolo ed umanizzandolo al tempo stesso.

D: Quando hai deciso di intraprendere la carriera da comica?

R: C’è stato un momento preciso: lavoravo in una azienda di telecomunicazioni, ma era una copertura, venivo da studi di musica, canto, danza, recitazione sin dall’infanzia. Un giorno, mentre cercavo aziende a cui inviare il curriculum tentando di cambiare mansione, mi sono chiesta: “Ma se il mondo fosse un posto ideale, se tutti potessero fare quello che desiderano realmente, io che farei?” E da lì è iniziata una lunga, faticosa e sacrificante gavetta. Che spero finisca prima che io diventi una “donna anziana”.

D: A tuo parere, quale artista italiano ha innovato maggiormente la stand-up comedy?

R: La stand up comedy in Italia non è un genere da innovare ma un genere, semmai, da praticare e far conoscere molto più di quanto non lo sia attualmente. Parlerei di precursori più che di innovatori. Senza dubbio vengo dalla visionaria e coraggiosa “cricca” che ha fatto proprio questo: aprire la strada della stand up in Italia, cioè Satiriasi. Ciascuno del gruppo con il suo stile ed il suo immaginario ha portato il suo contributo, ha sperimentato, ma sarebbe disonesto non riconoscere a Filippo Giardina il merito di aver ideato e supervisionato tutto il lavoro del gruppo dalla nascita.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Luigi Spezzi
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Pechino Express - Verso il Sol Levante: un cast 'non prettamente televisivo'

La sesta edizione di “Pechino Express” debutta questa sera su Rai 2.  Articolato in dieci puntate e condotto da Costantino della Gherardesca , l'adventure game segue il viaggio di otto coppie attraverso paesi orientali. Il programma parte dalle Filippine per poi spostarsi a Taiwan e concludersi in Giappone, il traguardo ...

 

Caduta Libera, tre nuovi giochi rendono più avvincente il game show

La nuova edizione di "Caduta Libera" ha debuttato ieri su Canale 5.  Condotto da Gerry Scotti e prodotto da Endemol Shine Italy, il game show presenta alcune novità inerenti la gara tra il campione, posizionato sulla botola centrale, e gli altri sfidanti che occupano le dieci botole. La competizione è resa più avvincente ...

 

Grande Fratello Vip 2017, concorrenti e novità della seconda edizione

Il “Grande Fratello Vip” giunge alla seconda edizione, al via questa sera su Canale 5.  Prodotto da Endemol Shine Italy e condotto da Ilary Blasi con Alfonso Signorini, il programma televisivo tenta di replicare il successo mediatico ottenuto con l’edizione d’esordio. Una novità dell'edizione 2017 del...

 

"Poldark", per Ross è giunto il tempo di liberarsi dei guai giudiziari e riprendersi la tenuta

Questa sera alle 22:20 andrà in onda su laeffe il primo episodio della seconda stagione di "Poldark", adattamento televisivo della saga letteraria di Winston Graham. La vicenda è ambientata nel 1790 e incentrata sulla tormentata storia del soldato Ross Poldark che torna dalla Guerra di Indipendenza Americana nella sua tenuta in Cornov...

 

L'affascinante anatomopatologo di "Rosewood" fra indagini e salute precaria

Questa sera Rai 2 trasmetterà il tredicesimo e il quattordicesimo episodio della serie tv "Rosewood", intitolati "Nessuno è ciò che sembra" e "Uno scomodo passato"; sebbene siano andati in onda negli USA nel 2016, nel nostro paese sono ancora inediti, almeno in chiaro. Nel primo vedremo l'affascinante dottore Beaumont Rosewood ...

 

Un viaggio insolito in "Una Ferrari per due", con la rivelazione Giampaolo Morelli

"Purché finisca bene" è un ciclo di film tv che racconta i disagi dell'Italia di oggi con la leggerezza scanzonata della commedia all'italiana. I cinque episodi conquistarono ottimi ascolti nella primavera del 2014 e Rai 1 li sta riproponendo in questi ultimi scampoli di estate. Questa sera alle 21:25 andrà in onda "Una Ferrari...

 

All'Arena di Verona un tuffo nella lirica con "Pavarotti - Un'emozione senza fine"

Una serata di grande musica classica per ricordare uno straordinario protagonista della lirica in occasione del decimo anniversario della scomparsa. Questo il programma dell'evento "Pavarotti - Un'emozione senza fine" che si svolgerà all'Arena di Verona e che sarà trasmesso in diretta da Rai 1 con la conduzione di Carlo Conti. Si prev...

 

"Chicago Med" ci conduce fra i corridoi di un prestigioso ospedale, fra camici e relazioni complicate

Questa sera Italia 1 trasmetterà le repliche degli ultimi due episodi della prima stagione di "Chicago Med", un medical drama creato da Dick Wolf e Matt Olmstead e trasmesso negli Stati Uniti dall'emittente NBC. La  serie tv è il secondo spin-off di "Chicago Fire", da cui derivano anche il poliziesco "Chicago P.D." e "Chicag...

 

Scopriamo con "Voyager" la straordinaria vita di Madre Teresa al fianco dei più poveri

Nella puntata di Voyager questa sera su Rai Due, si parlerà esclusivamente di una grande missionaria del Novecento, Madre Teresa di Calcutta. "Gli occhi di Madre Teresa", così si intitola la puntata, sarà una carrellata di immagini e interviste finalizzate a farci conoscere questo straordinario personaggio venuto a mancare...

 

Stasera "Unici" ci farà scoprire la storia della famiglia Casadei, tra liscio e balere

Questa sera alle 21:15 andrà in onda su Rai Due la puntata di "Unici" dedicata alla famiglia Casadei, la dinastia del liscio. Inizialmente previsto per il 17 agosto, il documentario era stato rinviato a seguito del sanguinoso attentato di matrice islamica compiuto sulle Ramblas di Barcellona. Il programma dedicato ai personaggi influenti del...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni
http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=22587639&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1