X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione del film Smetto quando voglio - Masterclass

01/02/2017 07:30
Recensione del film Smetto quando voglio - Masterclass

Sydney Sibilia torna al cinema con il sequel di "Smetto quando voglio"

Smetto quando voglio - Masterclass è il film commedia di Sydney Sibilia con Edoardo Leo, Valerio Aprea, Paolo Calabresi, Libero de Rienzo, Stefano Fresi.

Il film comincia dove era terminato quello del 2014, con l’arresto della banda di ricercatori universitari disoccupati ora arrestati per vari reati, primo fa tutti associazione a delinquere motivata dall’immissione sul mercato di una sostanza creata chimicamente e che si rivela stupefacente.

Così i disoccupati vivono in una bolla precaria: Pietro Zinni (Leo) - il leader della banda - ama stare in carcere perché riceve un piccolo fisso mensile che la compagna usa per vivere, Giulio Bolle (Marco Bonini) laureato in anatomia umana fa incontri clandestini di Thai Boxe a Bangkok. “Giusto qualche scontro, ma solo sulle modalità di costruzione delle madonne”, dice Alberto Petroli (Stefano Fresi) a Pietro: lui è laureato in chimica computazionale ed è finito in un centro rehab per sfruttamento della prostituzione e guida in stato di alterazione psico fisica. Ora scolpisce le statue delle madonne e approfitta dell’invito di Pietro a redimersi. Infatti l’ispettore di Polizia Paola Coletti (Greta Scarano) offre ai detenuti la possibilità di uscire per creare una squadra - oltre la Legge - che debelli le smart drugs in circolo.

Tutti acconsentono, e in un clima tra “Guardie e ladri” (1951) e “I soliti ignoti” (1958) di Mario Monicelli con Totò essi si trovano di sera davanti al cancello dei confezionatori delle smart drugs. “Entriamo e li impossibilitiamo a proseguire”, impone Pietro Zinni, neurobiologo. ”Impossibilitiamo a proseguire è un concetto abbastanza nebuloso”, risponde Mattia Argeri (Valerio Apreaì) laureato in semiotica interpretativa ed epigrafia latina. “Col ca**o che dico ‘Fermi tutti, Polizia’: io queste frasi di estrema destra non le dico”, chiosa Bartolomeo Bonelli (Libero Di Rienzo) laureato in Macroeconomia Dinamica.

Il film prosegue quindi con le possibilità di debellare la banda confezionatrice di smart drugs tra la distruzione di Villa Adriana con il furgone, rissa sul treno merci, ralenti accurati durante un incidente stradale. Le attese per un sequel sono maggiori rispetto all’originale, ma dove il film lesina in sceneggiatura guadagna in aspetti formali, come la scenografia psichedelica di Alessandro Vannucci, la fotografia sovraesposta di Vladan Radovic. E anche la regia è più consapevole, tanto che in alcuni momenti permette più immedesimazione di quanto la storia non sappia fare: basti pensare alla scena in cui Lucio Napoli (Giampaolo Morelli) in una baracca del Laos cerca di vendere mine antiuomo ad improbabili astanti. Poiché la dimostrazione delle mine fallisce, viene portato fuori, sotto la pioggia per essere giustiziato. L’inquadratura lo riprende da lontano, quasi con segno di rispetto ma al contempo ricrea echi di altri film bellici, nonché una divisione dello spazio meticolosa che trascina lo spettatore.

Ciò che il regista Sibilia racconta è che l’indole a delinquere, seppure mascherata da progetti di business non viene meno. E nemmeno lo Stato può risparmiarla, tanto che agevola la scarcerazione.

Senza contare che dal punto di vista produttivo il film rappresenta un raro caso di sequel in Italia: il film del 2014 incassò 4.004.000 milioni di euro. E in una situazione in cui tra i primi dieci film nella classifica italiana c’è solo un film nostrano (“L’ora legale di Ficarra e Picone”), fa ben sperare che si raddoppi.

Sibilia riesce ad uscire anche da una vicenda localistica - come in molte recenti commedie italiane - per raccontare un disagio più generale, l’impossibilità di trovare nella società lavorativa attuale una congruenza tra quanto si è studiato, e l’applicazione delle proprie competenze. Quasi a ricordare che dopo anni di studio, l’esito è il carcere. A meno che non si voglia deviare dalle proprie inclinazioni, ipotesi che i protagonisti del film abominano.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Il fantasma e la signora Muir, il sogno di un amore nel film classico di Joseph L. Mankiewicz

Il fantasma e la signora Muir (“The Ghost and Mrs. Muir”) è il film di Joseph L. Mankiewicz che usciva nelle sale statunitensi in queste settimane. A Londra alla fine dell’800 la giovane vedova Lucy Muir (Gene Tierney) si trasferisce nel villaggio di Whitecliff, vicino al mare nonostante la disapprovazione della suocera An...

 

Proud Mary, prime immagini del film sull'assassina professionista

Taraji P. Henson appare nel primo trailer del film thriller "Proud Mary”, film di Babak Najafi. Nelle immagini la protagonista Mary, una spietata assassina professionista, che incontrando un giovane ragazzo scarpe di avere un istinto materno finora sconosciuto. Nelle immagini inizialmente si allena, si trucca, poi indossa un giubbotto di pel...

 

Recensione del film Finding Oscar, la luce sul genocidio elogiata dalla critica

Finding Oscar è il film documentario di Ryan Suffern, uscito nella sale statunitensi e accolto in maniera positiva dalla critica. Il film è disponibile anche in Video on Demand. Nel documentario lo stesso presidente Reagan appare mentre dà la mano al presidente e militare guatemalteco Efraín Ríos Montt, che giust...

 

Glass, M. Night Shyamalan svela il sequel di Unbreakable e Split

Con l’annuncio del suo prossimo film, “Glass”, M. Night Shyamalan è riuscito ancora una volta a spiazzare tutti; un colpo di scena degno delle migliori pellicole del regista di origini indiane, annunciato da quest'ultimo lo scorso aprile con una serie di messaggi su Twitter, e che dà finalmente una risposta a tutti i...

 

Il regista Steven Soderbergh dirige un film girato con l'iPhone

Steven Soderbergh ha realizzato un film con l’iPhone. La protagonista è Emmy Claire Foy, che ha recitato nella serie "The Crown" e Juno Temple. Il titolo del lavoro è “Unsane", e la distribuzione del film dovrebbe avvenire in digitale. Al momento non sono resi noti il dettagli sulla trama. Già il regista Sean Bake...

 

Il Festival di Venezia 2017 riesce ad unire Jane Fonda e Robert Redford in un film e con un premio alla carriera

Jane Fonda e Robert Redford riceveranno il premio alla carriera alla 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. La consegna dei Leoni d’oro avverrà il 1 settembre nella Sala Grande del Palazzo del Cinema. I due attori saranno poi protagonisti del film Fuori Concorso “Our Souls at Night”, diretto da ...

 

Emilia Clarke, l'attrice è una spia dell'FBI nel film crime 'Above Suspicion' tratto dal romanzo

Emilia Clarke dopo il ruolo di Daenerys Targaryen ne “Il trono di Spade” è divenuta una delle attrici più eclettiche dello star system. Pur se di origine inglese, ha saputo scegliere vari generi hollywoodiani anche la cinema, proprio per tentare di adeguarsi ai gusti di un pubblico con interessi eterogenei. Sarà Su...

 

Film più visti della settimana, 'War for the Planet of the Apes' e 'The Big Sick' sono le novità

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 14 al 16 luglio 2017 vede al primo posto la novità “War for the Planet of the Apes” (56.500.000 di dollari): la storia è quella di Caesar che deve difendere la sua razza di scimmie. “Spider-Man: Homecoming” scende al secondo posto (208.270.314 milio...

 

Dunkirk: 'in aria o in acqua, Christopher Nolan era vicino a noi', intervista all'attore del film Kevin Guthrie

Dunkirk è il film di Christopher Nolan che uscirà negli Stati Uniti il 21 luglio. Nel cast ci sono Fionn Whitehead, Kenneth Branagh, Mark Rylance. I soldati alleati della Gran Bretagna, del Belgio, del Canada e della Francia sono circondati dall'esercito tedesco sulle spiagge di Dunkirk. Dal 27 maggio al 4 giugno 1940 si effettua un&...

 

Ralph Breaks the Internet: Wreck-It Ralph 2, primi dettagli sul film presentato al Disney Expo

Al Disney Expo che si sta svolgendo al Disneyland Park di Anaheim sono stati rivelati dei dettagli sul film “Ralph Breaks the Internet: Wreck-It Ralph 2”, sequel del film del 2012 "Ralph Spaccatutto” (”Wreck-It Ralph”). Sono state mostrate anche alcune immagini del film.   La trama ruota attorno a Vanellope (Sara...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni