X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 
http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=22587639&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1

Anna Frank Museum: intervista sulle parole 'mai più'

27/01/2017 10:52
Anna Frank Museum intervista sulle parole 'mai pił'

"Mai più" sono le parole più pronunciate dai visitatori di Anna Frank Museum ad Amsterdam. Mauxa per il giorno della Memoria ha intervistato Annemarie Bekker, del dipartimento Comunicazioni del Museo.

Il 12 giugno 1942 Anna Frank ha tredici anni. Riceve un diario con la copertina con i quadretti bianchi e rossi. È il giorno del suo compleanno. Comincia a scrivere, lo porta sempre con sé. Tre mesi dopo la famiglia Frank - di origini ebraiche - entra in clandestinità. Siamo ad Amsterdam.

Per sfuggire alle deportazioni naziste il padre Otto e la madre Edith Frank allestiscono un nascondiglio sul retro dell’azienda che produce marmellate. Il 5 luglio 1942 Margot Frank - la sorella di Anna - è tra i primi a ricevere la convocazione per i campi di lavoro. Il giorno dopo la famiglia si trasferisce nel nascondiglio di via Prinsengracht.

Mauxa ha intervistato Annemarie Bekker, del dipartimento della comunicazione del Museo Anna Frank, che nel 2016 ha ottenuto il record di visitatori: 1.295.585 milioni.

D. Tra i visitatori del museo, quali sono i commenti più frequenti?

R. Anna Frank e il suo diario sono conosciuti in tutto il mondo. La gente viene da ogni parte del pianeta fino ad Amsterdam per visitare il nascondiglio di Anna Frank e per vedere il suo primo diario, e altri diari. I primi 10 visitatori dello scorso anno sono stati USA, Regno Unito, Olanda, Germania, Spagna, Francia, Italia, Brasile, Australia, Giappone.
I commenti dei visitatori sono personali su Anna Frank, la sua storia di vita, il diario, la casa di Anna Frank, la seconda guerra mondiale, e l’olocausto. Si passa poi ai conflitti presenti e alle guerre, i pregiudizi e la discriminazione, la propria storia di vita, e la frase “mai più”. Per i commenti dei visitatori si può anche visitare il nostro sito in cui ognuno può inserire una propria opinione.

D. Il museo com’è strutturato?

R. Si va dall’Alloggio segreto all’ufficio di Otto Frank. I mobili furono eliminati dopo l’arresto: ora si è ricreata l'atmosfera e lo stile del periodo della clandestinità. In tutto vi erano otto clandestini, compresa Anna, in uno spazio che diveniva angusto: per ventiquattro ore al giorno non potevano fare rumore, per non farsi scoprire dagli operai del negozio sottostante. Ci sono poi oggetti originali, i diari e gli scritti originali di Anna, documenti e fotografie.

D. Dalla vostra conoscenza, come doveva essere la vita di Anna Frank negli anni trascorsi qui?

R. Anna Frank descrive nel suo diario ciò che è stato vivere in clandestinità in un modo personale e bello. Scrive della routine quotidiana nell’alloggio segreto, degli altri clandestini: i suoi genitori, la sorella, la famiglia Van Pels e Fritz Pfeffer. Nonché degli aiutanti, e anche sui suoi pensieri e sentimenti, le sue paure e le sue speranze, le sue riflessioni sulle persone e ciò che sta accadendo nel mondo.

D. Ci sono molti film realizzati su Anne Frank, tra cui uno in fase di sviluppo sul padre Otto e gli sforzi per pubblicare il libro. Pensi che siano affidabili?

R. Sì, ci sono un bel po’ di testi teatrali, film, serie TV e documentari su Anna Frank e il suo diario. Alcuni sono migliori - è un’opinione personale - e più affidabili di altri. Personalmente, amo il dramma della BBC 'Il diario di Anna Frank” del 2008. Ci sono anche documentari su Otto Frank, su coloro che sono sopravvissuti alla Shoah: ciò è stato il motore dietro la pubblicazione del diario di sua figlia, della casa diventata un museo con una missione educativa.

Il 4 agosto 1944, nonostante le speranze giunte alla radio per lo sbarco in Normandia i clandestini di via Prinsengracht vengono rastrellati. Sono trasferiti nel campo di transito di Westerbork, il 3 settembre spostati in Polonia, nel campo di Auschwitz-Birkenau. Qui uomini e donne sono divisi, e Anna vede il padre Otto per l’ultima volta. Insieme alla sorella Margot e alla madre Edith è assegnata ad una baracca. A fine ottobre Anne e Margot sono deportate in Germania, al campo di a Bergen-Belsen. La madre Edith resta ad Auschwitz, rifiuta di mangiare e muore d’inedia il 6 gennaio 1945. A Bergen-Belsen le due sorelle Anne e Margot vivono stipate insieme ad altri deportati. Contraggono il tifo e muoiono.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Celebrity MasterChef, i protagonisti della seconda stagione del talent show

La seconda stagione di "Celebrity MasterChef" andrà in onda sul canale Sky Uno nel 2018. È stato annunciato l'inizio delle riprese e sono stati rivelati i nomi dei dodici personaggi famosi che partecipano alla nuova edizione dello spin-off del cooking show "MastercChef".  I protagonisti della seconda stagion...

 

Pechino Express - Verso il Sol Levante: un cast 'non prettamente televisivo'

La sesta edizione di “Pechino Express” debutta questa sera su Rai 2.  Articolato in dieci puntate e condotto da Costantino della Gherardesca , l'adventure game segue il viaggio di otto coppie attraverso paesi orientali. Il programma parte dalle Filippine per poi spostarsi a Taiwan e concludersi in Giappone, il traguardo ...

 

Caduta Libera, tre nuovi giochi rendono più avvincente il game show

La nuova edizione di "Caduta Libera" ha debuttato ieri su Canale 5.  Condotto da Gerry Scotti e prodotto da Endemol Shine Italy, il game show presenta alcune novità inerenti la gara tra il campione, posizionato sulla botola centrale, e gli altri sfidanti che occupano le dieci botole. La competizione è resa più avvincente ...

 

Grande Fratello Vip 2017, concorrenti e novità della seconda edizione

Il “Grande Fratello Vip” giunge alla seconda edizione, al via questa sera su Canale 5.  Prodotto da Endemol Shine Italy e condotto da Ilary Blasi con Alfonso Signorini, il programma televisivo tenta di replicare il successo mediatico ottenuto con l’edizione d’esordio. Una novità dell'edizione 2017 del...

 

"Poldark", per Ross è giunto il tempo di liberarsi dei guai giudiziari e riprendersi la tenuta

Questa sera alle 22:20 andrà in onda su laeffe il primo episodio della seconda stagione di "Poldark", adattamento televisivo della saga letteraria di Winston Graham. La vicenda è ambientata nel 1790 e incentrata sulla tormentata storia del soldato Ross Poldark che torna dalla Guerra di Indipendenza Americana nella sua tenuta in Cornov...

 

L'affascinante anatomopatologo di "Rosewood" fra indagini e salute precaria

Questa sera Rai 2 trasmetterà il tredicesimo e il quattordicesimo episodio della serie tv "Rosewood", intitolati "Nessuno è ciò che sembra" e "Uno scomodo passato"; sebbene siano andati in onda negli USA nel 2016, nel nostro paese sono ancora inediti, almeno in chiaro. Nel primo vedremo l'affascinante dottore Beaumont Rosewood ...

 

Un viaggio insolito in "Una Ferrari per due", con la rivelazione Giampaolo Morelli

"Purché finisca bene" è un ciclo di film tv che racconta i disagi dell'Italia di oggi con la leggerezza scanzonata della commedia all'italiana. I cinque episodi conquistarono ottimi ascolti nella primavera del 2014 e Rai 1 li sta riproponendo in questi ultimi scampoli di estate. Questa sera alle 21:25 andrà in onda "Una Ferrari...

 

All'Arena di Verona un tuffo nella lirica con "Pavarotti - Un'emozione senza fine"

Una serata di grande musica classica per ricordare uno straordinario protagonista della lirica in occasione del decimo anniversario della scomparsa. Questo il programma dell'evento "Pavarotti - Un'emozione senza fine" che si svolgerà all'Arena di Verona e che sarà trasmesso in diretta da Rai 1 con la conduzione di Carlo Conti. Si prev...

 

"Chicago Med" ci conduce fra i corridoi di un prestigioso ospedale, fra camici e relazioni complicate

Questa sera Italia 1 trasmetterà le repliche degli ultimi due episodi della prima stagione di "Chicago Med", un medical drama creato da Dick Wolf e Matt Olmstead e trasmesso negli Stati Uniti dall'emittente NBC. La  serie tv è il secondo spin-off di "Chicago Fire", da cui derivano anche il poliziesco "Chicago P.D." e "Chicag...

 

Scopriamo con "Voyager" la straordinaria vita di Madre Teresa al fianco dei più poveri

Nella puntata di Voyager questa sera su Rai Due, si parlerà esclusivamente di una grande missionaria del Novecento, Madre Teresa di Calcutta. "Gli occhi di Madre Teresa", così si intitola la puntata, sarà una carrellata di immagini e interviste finalizzate a farci conoscere questo straordinario personaggio venuto a mancare...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni