X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Carcere e serie tv: dalla sopravvivenza alla scoperta dei propri lati oscuri

06/01/2017 07:00
Carcere serie tv dalla sopravvivenza alla scoperta dei propri lati oscuri

Il racconto televisivo di genere carcerario dagli anni Settanta all'epoca contemporanea: il caso "The Night Of".

Il racconto televisivo ha affrontato l'ambito carcerario fin dagli anni Settanta, dapprima con un approccio ironico compiuto dalla sitcom britannica “Porridge” e poi nella forma della soap opera con la produzione australiana “Prisoner”.

La congiunzione tra la fiction e l’ambiente sociale della prigione ha trovato sviluppi al termine degli anni Novanta con la serie statunitense “Oz”, concentrata sulle dinamiche che avvengono all’interno di un penitenziario, e successivamente con “Prison Break”, in cui sopraggiunge il momento della fuga dal carcere.

Parte della produzione seriale confina il racconto di genere carcerario nell’ambito di una visione prettamente femminile. L’immagine della donna reclusa è raccontata in numerose fiction, da “Wentworth” a “Bad Girls” fino a “Unité 9”. Tuttavia questo filone narrativo ha ottenuto maggiore popolarità con “Orange Is the New Black”, prodotto che ha beneficiato dell’avvento delle piattaforme streaming.

L'indagine nelle serie tv: un processo in continua evoluzione

Nel 2016 “The Night Of” ha ridefinito alcuni aspetti del crime drama attraverso uno stile narrativo estremamente diretto e capace di stabilire un rapporto empatico con lo spettatore. Nel perseguire questo scopo, la serie creata da Steven Zaillian e Richard Price riserva molto spazio allo sviluppo umano del protagonista Nasir Khan che avviene proprio all’interno del carcere.

L’evento alla base della trama si svolge in una notte. Naz conosce Andrea, una misteriosa ragazza che lo invita nel suo appartamento. I due assumono stupefacenti e fanno sesso, la mattina seguente Naz si sveglia solo, appoggiato su un tavolo. Sale al piano di sopra per salutare Andrea e tornare a casa. La ragazza è stata uccisa e giace tra le lenzuola insanguinate del suo letto.

Il ruolo della scena del crimine nel racconto investigativo

Il panico travolge Naz, che fugge dall’appartamento e poco dopo viene fermato dalla polizia. Le circostanze complicano inesorabilmente la sua condizione, gli indizi dell'omicidio ricadono su di lui. La trama trasmette il senso di sconforto e impotenza provato del protagonista, che raggiunge il suo apice nel momento in cui viene accompagnato all’interno del carcere.

Le fasi dell'ingresso di Naz all’interno del penitenziario sono descritte in modo dettagliato e incrementano ulteriormente la sensazione della “perdita della libertà”. Il protagonista deve sopravvivere all’interno di un ambiente ostile, la cui pericolosità è trasmessa dalle espressioni degli altri detenuti rivolte verso il ragazzo.

La narrazione si divide in due spazi, uno esterno che si concentra particolarmente sul lavoro dell'avvocato John Stone, e uno interno che segue l'evoluzione della condizione di Naz nel carcere e rappresenta logiche di gerarchie di potere conosciute anche dalla serialità italiana, da “Romanzo Criminale” a “Gomorra - La serie”.

Per sopravvivere il protagonista di “The Night Of” chiede aiuto a Freddy, il quale esercita una forte influenza sugli altri detenuti e perfino sulle guardie penitenziarie. Da questa scelta di Naz prende avvio un ulteriore sviluppo degli effetti che la reclusione ha sul profilo umano e comportamentale del ragazzo. Non riesce a ricordare cosa è accaduto quella notte ma l’opinione che ha di sé stesso lo porta a escludere la sua colpevolezza. Tuttavia l’ingresso nelle dinamiche del carcere lasciano emergere inaspettati aspetti del suo carattere.

Sotto la protezione di Freddy, inizia a delinquere introducendo droga all’interno della prigione e proprio mentre la collettività esterna si interroga sulla sua innocenza, all'interno del carcere Naz mostra lati oscuri che influiscono anche sul suo aspetto estetico e dai quali non si distaccherà una volta uscito dal carcere, quel luogo dove è sopravvissuto conoscendo una parte di se stesso.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Luigi Spezzi
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Wind Music Awards 2017, protagonisti e novità dell'undicesima edizione

L'undicesima edizione dei Wind Music Awards si svolge all'Arena di Verona e va in onda su Rai 1 il 5 e 6 giugno. Nel corso dell'evento condotto da Carlo Conti e Vanessa Incontrada vengono premiati i principali protagonisti della scena musicale italiana per i risultati registrati dai loro recenti successi discografici.  Tra gli arti...

 

The Son, la serie tv: un esteso racconto western

La serie statunitense “The Son” è stata rinnovata per una seconda stagione. L'interprete principale del western drama è Pierce Brosnan, attore noto al pubblico televisivo e cinematografico per aver dato forma al personaggio di James Bond in quattro film della saga del celebre agente segreto. Il racconto è amb...

 

Facciamo che io ero, seconda puntata: molti ospiti e nuovi sketch

Il debutto del programma televisivo "Facciamo che io ero" è stato accolto positivamente da pubblico e critica. La prima puntata ha registrato 3 milioni e 296 mila spettatori e uno share del 14.6 per cento. ""Facciamo che io ero" rappresenta pienamente la chiave stilistica di Rai2, perché capace di coniugare il pop alla qualità...

 

Selfie - Le cose cambiano, terza puntata: archiviato un altro buon risultato di ascolto

La terza puntata della seconda edizione di "Selfie - Le cose cambiano", andata in onda ieri sera su Canale 5, ha registrato 2 milioni e 646 mila telespettator con il 15.14% di share. Guarda le immagini Il make over condotto da Simona Ventura, con la partecipazione straordinaria di Belén Rodríguez, prosegue nell'ottenere bu...

 

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, l'impegno civile dei due magistrati nel racconto televisivo

In occasione del venticinquesimo anniversario delle stragi di Capaci e di via d’Amelio, la Rai propone un ricco palinsesto dedicato al ricordo di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Francesca Morvillo e i componenti delle loro scorte: Rocco Dicillo, Vito Schifani, Antonio Montinaro, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina, Emanuela Loi,...

 

Serie tv più viste negli USA: seconda posizione per 'Bull'

"NCIS" si conferma alla prima posizione della classifica settimanale delle serie televisive più viste negli Stati Uniti. Il ventiquattresimo episodio della quattordicesima stagione, intitolato "Rendezvous" e diretto da Tony Wharmby, ha registrato 13.33 milioni di spettatori.  Balza al secondo posto "Bull". Il ventiduesimo episodio...

 

F Is For Family, la serie animata: il trailer ufficiale della seconda stagione

La seconda stagione di "F Is For Family" sarà disponibile sulla piattaforma streaming Netflix dal 30 maggio 2017.  Creata da Bill Burr e Michael Price, la serie animata propone un racconto ambientato negli anni Settanta e incentrato sulle vicende della famiglia Murphy.   Il trailer ufficiale della seconda stagione è s...

 

1993, intervista a Vinicio Marchioni: 'ci sono i buoni, i cattivi e quelli che non sai da che parte stanno'

"1993" ha debuttato sul canale Sky Atlantic il 16 maggio 2017. Secondo capitolo della produzione originale Sky realizzata da Wildside, propone un articolato racconto della cornice storica e sociale dell'Italia del 1993 tramite la narrazione delle vicende di una coralità di personaggi che agiscono in diversi ambiti, dalla pubblicit&agra...

 

Amici, la semifinale con Luca e Paolo e i TheGiornalisti

La nona e penultima puntata della sedicesima edizione di "Amici" va in onda questa sera su Canale 5.  Sono ancora in gara i cantanti Riccardo e Federica e il ballerino Andreas per la squadra blu, il cantante Mike Bird e il ballerino Sebastian per la squadra bianca. Guarda le immagini Il conduttore Gerry Scotti partecipa ...

 

Cagney & Lacey, quando il protagonismo femminile raggiunse l'ambiente poliziesco

La serie “Cagney & Lacey” (Titolo italiano: “New York New York”) ha rivestito un ruolo significativo nel mercato televisivo internazionale e influenzato lo sviluppo del racconto di genere poliziesco grazie al riconoscimento definitivo del protagonismo di personaggi femminili. Prodotta per sei stagioni e trasmessa dal 19...

 

Da non perdere

Ultime news
Recensioni