X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Il GGG - Il grande gigante gentile: 'sul set Steven Spielberg è molto collaborativo', intervista all'attore John Emmet Tracy

02/01/2017 09:55
Il GGG - Il grande gigante gentile 'sul set Steven Spielberg molto collaborativo' intervista all'att

Mauxa ha intervistato John Emmet Tracy, attore del film "Il GGG - Il grande gigante gentile" di Steven Spielberg.

Il GGG - Il grande gigante gentile è il film di Steven Spielberg attualmente nelle sale. La storia racconta di Sophie che viene rapita dal gigante buono BFG, e che l’aiuta a sconfiggere gli altri giganti malvagi con l’aiuto della regina (leggi la recensione del film).

Mauxa ha intervistato l’attore del film John Emmet Tracy: John ha lavorato a produzioni teatrali, nonché alle serie “Olympus”, “Supernatural”, ”Smallville”, “The Killing”.

D. Hai lavorato nel film "Il GGG". Puoi raccontare il tuo ruolo?

John Emmet Tracy. Lavorare a “BFG” è stata un'esperienza fantastica. Ho interpretato il ruolo del primo Lacchè a Buckingham Palace. Ho passato nove giorni sul set. È stato entusiasmante collaborare con Steven Spielberg e avere l'opportunità di vederlo lavorare in prima persona con il suo team di produzione.

D. Steven Spielberg come lavora sul set?

J.E.T. Lavora molto a stretto contatto con i suoi attori ed è molto aperto agli input. Ha le idee chiare su come appariranno i vari momenti sulla pellicola. Detto questo, il cast principale si sentiva a suo agio, offrendo pensieri occasionali su idee alternative o modi per esemplificare un momento della recitazione. Non ho mai visto Spielberg rifiutare nessuno di questi consigli; infatti, era solito dire: "Bene, proviamo così". E questa generosità di collaborazione non era solo riservata ai suoi attori; lo stesso si potrebbe dire del suo rapporto di lavoro con il direttore della fotografia Janusz Kaminski, il suo primo assistente alla regia Adam Somner e uno qualsiasi degli altri membri del team.

D. Sul set, come è il rapporto di lavoro con gli altri attori, Mark Rylance, la giovane Ruby Barnhill?

J.E.T. Come Steven Spielberg, Mark Rylance lavora con creatività e generosità. In particolare, è stato fonte di ispirazione assistere al modo in cui sia Rylance che Spielberg collaborano con Ruby Barnhill, la giovane attrice che interpreta il ruolo principale di Sophie nel film. Entrambi la trattavano in maniera molto professionale, come farebbero con qualsiasi altro attore, trovando un equilibrio giocoso che le permetteva di divertirsi pur continuando a creare una prestazione eccellente.

D. C’è stata una situazione curiosa durante le riprese?

J.E.T. Un giorno ero in una scena con Penelope Wilton e Rebecca Hall, è capitato che era il compleanno di Penelope. C'era una torta di compleanno e un enorme coro di circa 200 troupe e il cast ha cantato “Habby Birthday”.

D. Tu sei anche un attore di teatro. Quale personaggio vorresti mettere in scena?

J.E.T. Ho interpretato ruoli in stili molto diversi, e in vari periodi di tempo. Ma il mio lavoro preferito per recite a teatro è di solito la scrittura classica, in particolare Shakespeare. C'è ancora tanta parte della sua drammaturgia che spero di esplorare ed eseguire. Inoltre, io sono un grande fan della Commedia dell'arte in Italia. Si tratta di una forma e di uno stile che amo, e ho preso in prestito da esso un bel po’ del mio lavoro. Non ho ancora avuto l'opportunità di esibirmi in un pezzo della Commedia dell'arte, ma non vedo l'ora di poterlo fare un giorno. D. Tu sei di Chicago. Cosa apprezzi di più della città?

J.E.T. Si tratta di una delle più grandi città del mondo, parte della mia famiglia vive lì. Offre così tanto nel settore dell'arte, della cultura, dell'architettura, dello sport, della musica. C’è da dire che il cibo è fantastico. Quando ho tempo vado all’Art Institute di Chicago, a vedere degli spettacoli allo Steppenwolf Theatre e allo Chicago Shakespeare Theatre. Le mie visite a Chicago non sono mai complete senza andare al Medici Restaurant per la pizza.

D. Qual è il tuo rapporto con l'Italia?

J.E.T. Quando ero un adolescente il film “Nuovo Cinema Paradiso” di Giuseppe Tornatore ha avuto un grande impatto su di me. A mio avviso si tratta di un capolavoro assoluto, e potrei guardarlo all’infinito. Come molti amo i film “Ladri di biciclette”, “La dolce vita” e “Romeo e Giulietta” di Franco Zeffirelli. Un altro film che mi ha particolarmente commosso era “Il Postino”, in particolare le prestazioni di Massimo Troisi, che ha anche scritto la sceneggiatura del film, e che purtroppo è morto appena dodici ore dopo aver completato il suo lavoro nel film.

Mi spiace dire che non ho ancora visitato l'Italia, ma mi auguro di farlo. Mi piacerebbe vedere i grandi anfiteatri romani superstiti, assistere uno spettacolo al Teatro alla Scala e sperimentare il Carnevale, sopratutto a Venezia. Mi piacerebbe anche avere la possibilità di lavorare un giorno in Italia. Anche se io non parlo italiano, mi sono esibito in italiano in televisione. Ho memorizzato le mie battute foneticamente e anche se sono sicuro di non aver ingannato eventuali italiani con il mio dialetto o la pronuncia, spero di aver convinto gli spettatori non italiani.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

L'arte digitale, dai negativi dei film alla metafisica: intervista all'artista Lisa Wray

Lisa Wray è una delle pioniere dell’arte digitale. In particolare l’artista ha creato un nuovo tipo di arte (tradigital) che coniuga pittura tradizionale, disegno, fotografia con i media digitali, come software e strumenti informatici. Mauxa l’ha intervistata. Lisa Wray nel 1990 ha trovato gli unici due posti negli Stati U...

 

David Lynch racconta a Lucca la meditazione trascendentale

Il Lucca Film Festival ha organizzato un incontro con il regista David Lynch. L’autore di “Mulholland Drive”, “The Elephant Man” ha presentato i primi due episodi della terza stagione di “Twin Peaks”, serie la cui seconda stagione è ora in onda su Sky Atlantic (leggi l’intervista all’att...

 

Magic Tree House, la serie di Mary Pope Osborne diventa un film

La serie di libri per ragazzi “The Magic Tree House” approda sul grande schermo: la Lionsgate ha acquistato i diritti per tutti e 54 i libri scritti in questi ultimi 25 anni dall’autrice Mary Pope Osborne, e ha già avviato la produzione dell’adattamento, con la speranza che diventi il primo capitolo di un franchise ci...

 

Johnny Depp al Festival di Glastonbury critica Donald Trump

L’attore Johnny Depp durante il Festival di Glastonbury in Inghilterra ha effettuato dei commenti riguardo il Presidente Donald Trump. Dopo la proiezione del film del 2004 “The Libertine” l’attore si è rivolto al pubblico dicendo: “Penso che abbia bisogno... di aiuto. Quando è stata l'ultima volta che un...

 

Festival Internazionale del Cinema di Valencia, varietà e creatività: intervista al direttore

Il Festival Internazionale del Cinema di Valencia - Cinema Jove è giunto alla 32esima edizione. Inizia oggi nella città della Comunità Valenciana per proseguire fino al 1 luglio. Nato per dare voce ai giovani registi internazionali, è diventato un punto di riferimento per le varie forme di espressione che riesce a conci...

 

I 100 personaggi più potenti di Hollywood secondo la rivista THR

La rivista The Hollywood Reporter ha stilato la classifica annuale delle 100 persone più influenti nel settore cinematografico e televisivo. Per redigerla - come riporta la stessa rivista - ci si è basati sulla capacità finanziaria dei personaggi, sulla possibilità di accedere a ingenti somme di denaro o al numero di se...

 

Aspettando il Re, intervista all'attrice Christy Meyer: 'la recitazione è stata messa a dura prova'

"Aspettando il Re" (Titolo originale: "A Hologram for the King") è uscito nelle sale cinematografiche italiane il 15 giugno, distribuito da Lucky Red. Il film è diretto da Tom Tykwer e basato sull'omonimo romanzo di Dave Eggers pubblicato nel 2012. Il personaggio principale è interpretato da Tom Hanks.  Leggi la rec...

 

Recensione del film Transformers - L'ultimo cavaliere

"Transformers - L'ultimo cavaliere" è il film di Michael Bay con Mark Wahlberg, Anthony Hopkins, Laura Haddock. In assenza di Optimus Prime - robot leader della fazione dei benevoli Autobot ma ora partito  alla ricerca del suo "creatore" - inizia una lotta tra l'organizzazione militare dei Transformers Reaction Force e i Transform...

 

Cattivissimo Me 3, incontro con il cast: Arisa, Max Giusti e Paolo Ruffini

Abbiamo incontrato a Roma il cast vocale di “Cattivissimo Me 3”, il film di Pierre Coffin e Kyle Balda, prodotto da Chris Meledandri e in uscita il 24 agosto 2017. A dare le voci ai protagonisti sono la cantante Arisa, gli attori Max Giusti e Paolo Ruffini. Il cattivo Gru è stato licenziato dalla Lega anti Cattivi, e si trova in...

 

L'amore ai tempi di Hollywood, tra gossip, scandali e divorzi

In termini di gossip hollywoodiano, il 2016 è stato segnato dal divorzio tra Johnny Depp e Amber Heard, una vicenda dai risvolti piuttosto spiacevoli visto che la Heard ha addotto, tra i motivi della separazione, il fatto che l’ex-marito fosse un tipo violento a causa soprattutto dei suoi problemi di alcolismo. Oggi la storia sembra es...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni