X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Il GGG - Il grande gigante gentile: 'sul set Steven Spielberg è molto collaborativo', intervista all'attore John Emmet Tracy

02/01/2017 09:55
Il GGG - Il grande gigante gentile 'sul set Steven Spielberg molto collaborativo' intervista all'att

Mauxa ha intervistato John Emmet Tracy, attore del film "Il GGG - Il grande gigante gentile" di Steven Spielberg.

Il GGG - Il grande gigante gentile è il film di Steven Spielberg attualmente nelle sale. La storia racconta di Sophie che viene rapita dal gigante buono BFG, e che l’aiuta a sconfiggere gli altri giganti malvagi con l’aiuto della regina (leggi la recensione del film).

Mauxa ha intervistato l’attore del film John Emmet Tracy: John ha lavorato a produzioni teatrali, nonché alle serie “Olympus”, “Supernatural”, ”Smallville”, “The Killing”.

D. Hai lavorato nel film "Il GGG". Puoi raccontare il tuo ruolo?

John Emmet Tracy. Lavorare a “BFG” è stata un'esperienza fantastica. Ho interpretato il ruolo del primo Lacchè a Buckingham Palace. Ho passato nove giorni sul set. È stato entusiasmante collaborare con Steven Spielberg e avere l'opportunità di vederlo lavorare in prima persona con il suo team di produzione.

D. Steven Spielberg come lavora sul set?

J.E.T. Lavora molto a stretto contatto con i suoi attori ed è molto aperto agli input. Ha le idee chiare su come appariranno i vari momenti sulla pellicola. Detto questo, il cast principale si sentiva a suo agio, offrendo pensieri occasionali su idee alternative o modi per esemplificare un momento della recitazione. Non ho mai visto Spielberg rifiutare nessuno di questi consigli; infatti, era solito dire: "Bene, proviamo così". E questa generosità di collaborazione non era solo riservata ai suoi attori; lo stesso si potrebbe dire del suo rapporto di lavoro con il direttore della fotografia Janusz Kaminski, il suo primo assistente alla regia Adam Somner e uno qualsiasi degli altri membri del team.

D. Sul set, come è il rapporto di lavoro con gli altri attori, Mark Rylance, la giovane Ruby Barnhill?

J.E.T. Come Steven Spielberg, Mark Rylance lavora con creatività e generosità. In particolare, è stato fonte di ispirazione assistere al modo in cui sia Rylance che Spielberg collaborano con Ruby Barnhill, la giovane attrice che interpreta il ruolo principale di Sophie nel film. Entrambi la trattavano in maniera molto professionale, come farebbero con qualsiasi altro attore, trovando un equilibrio giocoso che le permetteva di divertirsi pur continuando a creare una prestazione eccellente.

D. C’è stata una situazione curiosa durante le riprese?

J.E.T. Un giorno ero in una scena con Penelope Wilton e Rebecca Hall, è capitato che era il compleanno di Penelope. C'era una torta di compleanno e un enorme coro di circa 200 troupe e il cast ha cantato “Habby Birthday”.

D. Tu sei anche un attore di teatro. Quale personaggio vorresti mettere in scena?

J.E.T. Ho interpretato ruoli in stili molto diversi, e in vari periodi di tempo. Ma il mio lavoro preferito per recite a teatro è di solito la scrittura classica, in particolare Shakespeare. C'è ancora tanta parte della sua drammaturgia che spero di esplorare ed eseguire. Inoltre, io sono un grande fan della Commedia dell'arte in Italia. Si tratta di una forma e di uno stile che amo, e ho preso in prestito da esso un bel po’ del mio lavoro. Non ho ancora avuto l'opportunità di esibirmi in un pezzo della Commedia dell'arte, ma non vedo l'ora di poterlo fare un giorno. D. Tu sei di Chicago. Cosa apprezzi di più della città?

J.E.T. Si tratta di una delle più grandi città del mondo, parte della mia famiglia vive lì. Offre così tanto nel settore dell'arte, della cultura, dell'architettura, dello sport, della musica. C’è da dire che il cibo è fantastico. Quando ho tempo vado all’Art Institute di Chicago, a vedere degli spettacoli allo Steppenwolf Theatre e allo Chicago Shakespeare Theatre. Le mie visite a Chicago non sono mai complete senza andare al Medici Restaurant per la pizza.

D. Qual è il tuo rapporto con l'Italia?

J.E.T. Quando ero un adolescente il film “Nuovo Cinema Paradiso” di Giuseppe Tornatore ha avuto un grande impatto su di me. A mio avviso si tratta di un capolavoro assoluto, e potrei guardarlo all’infinito. Come molti amo i film “Ladri di biciclette”, “La dolce vita” e “Romeo e Giulietta” di Franco Zeffirelli. Un altro film che mi ha particolarmente commosso era “Il Postino”, in particolare le prestazioni di Massimo Troisi, che ha anche scritto la sceneggiatura del film, e che purtroppo è morto appena dodici ore dopo aver completato il suo lavoro nel film.

Mi spiace dire che non ho ancora visitato l'Italia, ma mi auguro di farlo. Mi piacerebbe vedere i grandi anfiteatri romani superstiti, assistere uno spettacolo al Teatro alla Scala e sperimentare il Carnevale, sopratutto a Venezia. Mi piacerebbe anche avere la possibilità di lavorare un giorno in Italia. Anche se io non parlo italiano, mi sono esibito in italiano in televisione. Ho memorizzato le mie battute foneticamente e anche se sono sicuro di non aver ingannato eventuali italiani con il mio dialetto o la pronuncia, spero di aver convinto gli spettatori non italiani.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Oscar 2017, il film vincitore è 'Moonlight' prodotto dalla Plan B Entertainment di Brad Pitt

Si sono stanotte gli Oscar 2017, presso il Dolby Theatre di Los Angeles. Il miglior film è “Moonlight” di Barry Jenkins (leggi la recensione) prodotto da Adele Romanski, Dede Gardner e Jeremy Kleiner per la Plan B Entertainment di Brad Pitt. La stessa società aveva vinto il premio per “12 anni schiavo” nel 201...

 

Intervista a S. Leigh Savidge, lo sceneggiatore candidato all'Oscar racconta il film 'Straight Outta Compton'

La notte degli Oscar svoltasi ieri ha tra le sezioni anche quella riservata ai film con sceneggiatura originale (Best Writing, Original Screenplay), inaugurata nel 1940. Prima di allora esisteva il premio Oscar al miglior soggetto, poi confluito in questo. Mauxa ha intervistato S. Leigh Savidge, che nel 2016 è stato candidato a questo premi...

 

Oscar 2017, immagini delle ultime prove con i candidati

Nelle immagini che mostriamo ci sono i candidati agli Oscar 2017 durante le ultime prove della cerimonia, che si stanno svolgendo in queste ore. L’attore Dwayne Johnson è tra i presentatori, insieme a Michael J. Fox, Seth Rogan e al regista della cerimonia Glenn Weis. In altre immagini c’è Samuel Jackson, Mark Rylance, Sc...

 

Oscar 2017: l'Academy esclude dalla nomination un candidato al Miglior Missaggio sonoro

Su indicazione della commissione per la categoria inerente il “Miglior Missaggio sonoro” (Sounf Mixing), l’Academy e il consiglio di amministrazione hanno votato giovedì scorso affinché venisse annullata la nomination per Greg P. Russell, che ha lavorato al film “13 Hours: The Secret Soldiers of Benghazi”...

 

Oscar 2017, immagini dei candidati alla categoria miglior documentario

Nelle immagini che mostriamo ci sono i candidati alla sezione miglior documentario, che posano in attesa della cerimonia degli Oscar 2017. La cerimonia si tiene stasera 26 febbraio 2017, condotta da Jimmy Kimmel. Tra gli italiani vediamo il regista Gianfranco Rosi e la produttrice Donatella Palermo, per il film “Fuocoammare”; Ezra Edel...

 

Oscar 2017, immagini delle prove del cantante John Legend

Nelle immagini che mostriamo c’è il cantante John Legend, mentre presso il Dolby Theatre di Los Angeles effettua le prove in attesa dell’esibizione alla cerimonia degli Oscar 2017, che si tiene il 26 febbraio. Il cantante si esibirà con "City of Stars" e "Audition (The Fools Who Dream)”, dal film “La La Land&r...

 

Oscar 2017, immagini degli ultimi preparativi del red carpet

Nelle immagini che mostriamo ci sono le ultime fasi preparatorie della cerimonia degli Oscar 2017. Le statue degli Oscar sono inserite all’interno del Dolby Theatre, mentre all’esterno si prepara il red carpet. La cerimonia si tiene il 26 febbraio 2017. Il conduttore è Jimmy Kimmel, mentre è stato confermato che tra i pr...

 

Oscar 2017, immagini della cerimonia con i candidati al migliore film straniero

Nelle immagini che mostriamo ci sono i candidato agli Oscar 2017 nella categoria come migliore film straniero. C’è il regista di “Land of Mine - Sotto la sabbia” (“Under sandet”) Martin Zandvliet, per la Danimarca; per la Svezia c’è Hannes Holm che concorre con “En man som heter Ove” (&...

 

Premio César du cinéma: vince 'Elle', ma la rivelazione è il film 'Divines'

I premi César francesi si sono svolti ieri a Parigi presso il Théâtre du Châtelet: sono assegnati dall’Académie des arts et techniques du cinéma. A vincere è stato il film “Elle” di Paul Verhoeven, interpretato da Isabelle Huppert. La trama segue Michèle, una donna a capo di u...

 

Cruella, Emma Stone protagonista del live action su Crudelia De Mon

È di gennaio 2016 la notizia che Emma Stone fosse interessata a interpretare Crudelia De Mon in nell’ennesima trasposizione live action che la Disney stava progettando per uno dei suoi personaggi animati più famosi e amati. Lo scorso dicembre, la testata “Deadline” ha rivelato che Alex Timbers, acclamato regista di B...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni