X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Manchester by the Sea, un bambino da accudire nel film dai luoghi dolorosi

27/12/2016 07:30
Manchester by the Sea un bambino da accudire film dai luoghi dolorosi

"Manchester by the Sea" è il film dall'argomento attuale, che mescola luoghi dolorosi e incertezze personali: la trama è quello di un uomo che deve accudire il nipote.

Manchester by the Sea è il film di Kenneth Lonergan, con Casey Affleck, Michelle Williams, Kyle Chandler e Lucas Hedges. Sta ottenendo successo di critica e pubblico, con un incasso attuale di 18.2 milioni di dollari.Negli Stati Uniti è uscito il 18 novembre, mentre in Italia il 17 febbraio 2017.

L’argomento è attuale: Lee Chandler (Affleck) è un tuttofare che risiede in un piccolo complesso di appartamenti nel sobborgo di Boston. Trascorre le sue giornate a spalare la neve, ignora le chiacchiere degli inquilini. La sera è solo nel suo appartamento del seminterrato, oppure in un pub a bere una birra. Sotto la sua indifferenza però traspare un’altra vita: riceve la notizia che suo fratello maggiore Joe (Kyle Chandler) è morto di una malattia cardiaca congenita, e che lui è stato nominato tutore legale del figlio adolescente di Joe, Patrick (Lucas Hedges). Lee torna così nella città natale, Manchester by the Sea, comune della contea di Essex nello stato del Massachusetts. Adagiata sul mare, la città di cinquemila abitanti seppellisce ricordi cari e dolorosi. Nonostante la perdita improvvisa del padre Patrick è vivace. È uno studente popolare, gioca ad hockey, ha due amiche. Non va d’accordo con lo zio Lee, come giusto con due generazioni sconosciute che cozzano. Lee rivede qui la ex moglie Randi (Williams), con la quale ebbe due figli scomparsi in un incidente. Deve confrontarsi con un passato ostile, mentre il rimorso per non poter occuparsi di Patrick aumenta.

“Manchester by the Sea” è candidato ai Golden Globes come migliore film. È prodotto da Pearl Street Films, la società di Ben Affleck e Matt Damon. È stato poi acquistato per la distribuzione da Amazon Studios e Roadside Attractions. Le tematiche del regista Kenneth Lonergan tornano dopo “Margaret” (2011): qui una diciassettenne è in crisi dopo aver involontariamente causato un incidente stradale. Oppure in “Conta su di me” (2000) dove la vita di una madre single entra in scompiglio con l’arrivo del fratello minore.

Lo stesso “Margaret” era prodotto da Damon. L’uso dei dettagli era l’obbiettivo di Lonergan, raccontando la routine quotidiana per creare una realtà ben strutturata. Le riprese si sono svolte a Cape Ann, vicino Boston. A tale scopo il set si è svolto nelle scenografie naturali, dai promontori che affacciano sull’oceano alle barche, i porticcioli, i cantieri navali e le case di Manchester, Gloucester e Beverly. “Mi sono goduto ogni singolo giorno di produzione - ha detto il regista - anche quando abbiamo lavorato il triplo del previsto e sono andato a letto sperando di non svegliarmi mai più”.

Il regista ha anche lavorato a teatro, con pièce come “This Is Our Youth” (1996), “The Waverly Gallery” (2000), finalista al Premio Pulitzer. Storie quindi quotidiane che cercano di aprire verso una conoscenza di sé, come nel recente film “Paterson”, oppure “Gleson”, in cui ad un trentenne è diagnosticata la SLA e cinque anni di vita. Non a caso tutti questi film sono distribuiti da Amazon Studios, che quindi ha una idea ben precisa di quali argomenti veicolare al pubblico: attualità e crescita interiore. Come inoltri film quali“Moonlight” o “Lion”, entrambi candidati ai Golden Globes.

“Non so perché finisci a scrivere un certo tipo di storie. In qualche modo credo che lo sforzo creativo sia così profondamente legato all’intimo dell’artista che non dovrebbe interessare nessun altro - ha detto Lonergan - mentre ti auguri fortemente che il risultato finale incuriosisca il grande pubblico. La fase che preferisco nella realizzazione di un film corrisponde al momento in cui dalla tua immaginazione la storia creata comincia a essere un patrimonio di emozioni anche di altre persone”.

Per altri versi la possibilità di raccontare le persone attraverso il luogo in cui vivono è presente in film come “Non dico altro” (2013) dove il ménage familiare di una madre single nei sobborghi di Los Angeles è sconvolto dall’incontro con un uomo; “Chi è senza colpa” (2014 con Tom Hardy, dove nei sobborghi di Brooklyn si scambia denaro sporco. Una tendenza british che anche oltreoceano sembra diventata necessaria.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Film correlati
Manchester by the Sea

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Le Sens de la fête, il film commedia di successo in Francia

Le Sens de la fête è uno dei film che sta ottenendo maggiore successo in Francia. Diretto da Eric Toledano e Olivier Nakache, ha nel cast Jean-Pierre Bacri, Jean-Paul Rouve e Gilles Lellouche. Max è stato un ristoratore per trenta anni, organizzando centinaia di feste. Per l’evento che si svolge in un castello del XVII se...

 

L'uomo di neve, intervista a Silvia Busuioc: 'siamo stati fortunati ad essere diretti da Tomas Alfredson'

Abbiamo intervistato in esclusiva Silvia Busuioc, attrice di origine moldava impegnata in numerosi progetti cinematografici e televisivi. D: Sei nel cast del nuovo film di Tomas Alfredson "L'uomo di neve", come consideri questa esperienza?  R: È stato un grande onore lavorare accanto a due attori premio Oscar come ...

 

Recensione del film The Force, lo sguardo sui maltrattamenti della polizia apprezzato dalla critica

The Force è il film documentario di Peter Nicks, uscito in queste settimane negli Stati Uniti e apprezzato dalla critica. Ha vinto il premio come migliore opera al Sundance Film Festival. La Polizia di Oakland è famosa per la sua cattiva condotta e scandali, anche a causa delle tensioni razziali che favoriscono comportamenti desueti....

 

'Loro', Toni Servillo è Berlusconi sul set del nuovo film di Paolo Sorrentino

Le riprese di “Loro” sono cominciate lo scorso agosto a Roma; oggi la lavorazione del film sarebbero “già a metà”, stando a quanto dichiarato ai microfoni di “Un giorno da pecora” da uno degli attori protagonisti, Riccardo Scamarcio. Oltre ovviamente a Toni Servillo, che ormai sta a Paolo Sorrentin...

 

Bad Moms Christmas, nuove immagini del film

Nuove clip sono state diffuse di “Bad Moms Christmas”, il film di Jon Lucas e Scott Moore sequel di “Bad Moms”. Le tre mamme irriverenti (Mila Kunis, Kristen Bell, Kathryn Hahn) per il Natale devono organizzare una vacanza per le rispettive famiglie, nonché ospitare le proprie madri. Alla fine del viaggio le protagon...

 

Recensione del film It

It è il film horror di Andy Muschietti, tratto dal romanzo di Stephen King. La regia dall’inizio pretende di mostrare i vari punti di vista, e ciò allenta la tensione del film: il piccolo George (Jackson Robert Scott) cerca di prendere la sua barchetta di carta che scivola per la strada bagnata. All’improvviso da dentro l...

 

Film più visti della settimana, le novità sono 'Happy Death Day' e 'The Foreigner'

Il box office ufficiale dei film più visti negli Stati Uniti dal 13 al 15 ottobre 2017 segna l’entrata al primo posto dell’horror “Happy Death Day” (“Auguri per la tua morte”, 26.039.025 dollari): una studentessa del college rivive il giorno del suo omicidio, fino a scoprire l'identità del suo kille...

 

La battaglia dei sessi, incontro con i registi del film

La battaglia dei sessi (“Battle of the Sexes”) è il film diretto da Jonathan Dayton e Valerie Faris, con Steve Carrel e Emma Stone. Mauxa ha partecipato alla conferenza stampa del film con i registi. La storia evoca la partita di tennis avvenuta il 20 settembre 1973 tra Bobby Riggs e Billie Jean King: la ventinovenne tennista gi...

 

L'alba del mondo: dal romanzo al film, intervista allo scrittore Rhidian Brook

Rhidian Brook è autore di “The Aftermath” (“L’alba del mondo”) , libro che diverrà un film nel 2018 interpretato da Alexander Skarsgård, Keira Knightley e diretto da James Kent. Mauxa l'ha intervistato. La storia racconta - nella Germania del 1946 - della giovane Rachael Morgan che arriva con l&rsq...

 

Splinter Cell, Tom Hardy protagonista del film ispirato ai videogiochi Ubisoft

L’“Assassin’s Creed” con Michael Fassbender è stato un flop caduto subito nel dimenticatoio, ma questo non ha scoraggiato la Ubisoft, che si dice ancora intenzionata a trasformare in un film “Splinter Cell”, l’altro franchise che l’ha resa uno dei colossi del settore videogames. Tom Hardy si &...

 


Da non perdere
Ultime news
Recensioni
pixel sony skin pixel sony skin