X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione del film Rogue One: A Star Wars Story

15/12/2016 07:30
Recensione del film Rogue One A Star Wars Story

"Rogue One: A Star Wars Story" è il film spin-off di "Star Wars"

Rogue One: A Star Wars Story è il film di Gareth Edwards distribuito dalla Walt Disney. Nel cast ci sono Felicity Jones, Diego Luna, Ben Mendelsohn, Mads Mikkelsen.

La storia è quella di Jyn Erso, giovane irrequieta che deve riunire i ribelli per combattere l’Impero. Finora ha lavorato da sola, adesso opta per la comunità, realizzando una missione disperata per conto dell’Alleanza Ribelle. Il gruppo - con l’intraprendete Saw Gerrera - deve sottrarre i piani della potente arma di distruzione ideata dall’Impero, la Morte Nera.

L’idea del film nacque con la produttrice Kathleen Kennedy che ansiosa di proporre a George Lucas il prosieguo della saga di “Star Wars” con gli Episodi VII, VIII e IX, senti affermare dal regista che era interessante raccontare anche vicende spin-off  ambientate in un’altro universo, con personaggi slegati dalla storia di Luke Skywalker.

Il regista Gareth Edwards ha già diretto “Godzilla” (2014) e “Monsters” (2010), sugli effetti di un’invasione aliena. Quindi si ritrova con una gestione dell’immaginifico complessa, fatta di sparatorie contro robot ma anche di elementi psicologici, che ormai la saga di “Star Wars” esige dopo “Star Wars: Il risveglio della Forza” (2015).

Sopratutto la presenza di una figura femminile inaugurata con il film del 2015 è la complessità maggiore, ovvero attribuire ad una donna capacità militari in un universo come quello di “Star Wars” maschile. Una scelta inusuale nella cinematografia recente, portata avanti da “Rogue One” e che continuerà nel 2017 con un'altra eroina, “Wonder Woman”. Così la gestione dello spazio femminile è il più arduo in “Rogue One”, per dare credibilità ai desideri di una giovane che anziché voler costruirsi una famiglia imbraccia armi e tenta di unire i colleghi per catturare la morte nera. Jyn Erso è soldato ed ex-criminale, cresciuta da sola dall'età di quindici anni, sconsiderata e ribelle, falsificò documenti imperiali, possedeva beni rubati, sulle fedina penale c’è anche l’aggressione aggravata e la resistenza all’arresto.

Sono caratteri tipicamente maschili. Così agiva Obi-Wan Kenobi in “Star Wars: Episodio II - L'attacco dei cloni” (2002) e “Star Wars: Episodio III - La vendetta dei Sith” (2005).

Questa presenza rosa all’interno di un mondo bellicoso è l’aspetto più interessante del film, ma al contempo anche l’intreccio e la psicologia difficili da gestire. Se l’idea è avvicinare anche un pubblico femminile alla saga maschile di “Star Wars”, l’obbiettivo è raggiunto. Se invece è creare una nuova genealogia della saga no, perché Jyn alla fine ragiona come un uomo, senza traccia di altro carattere. Il personaggio e il film stesso è come se attendere di essere realizzato, immerso in giochi di spionaggio, combattimenti, albe di lune. Paesaggi tra Islanda, Giordania e le Maldive.

Ricordiamo che il Rogue Squadron è uno squadrone aeronautico apparso per la prima volta in “Una nuova speranza” (1977) con il nome di "Red Squadron”, gruppo di X-wing a cui Luke Skywalker (Mark Hamill) è assegnato dopo essere entrato nell'Alleanza Ribelle. Lo squadrone appare ne “L'Impero colpisce ancora” (1980) come Rogue Squadron: dopo la Battaglia di Hoth lui ne è comandante, pianificando l’attività con un gruppo dei migliori piloti e combattenti in grado di accettare qualsiasi missione per combatte l'Alleanza Ribelle.

E invece in “Rogue One” il concetto di speranza e di ribellione emerge a tratti: doveva essere lo sprone del film ed invece ne è il contorno. Come forse è nell’epoca attuale in cui la comunità di intenti langue. Il medesimo impianto mitopoietico del film è abbassato, in previsione di un target maggiore da soddisfare: maschile e femminile, che replichi i 2,5 miliardi di dollari di incasso di “Star Wars: Il risveglio della Forza”.

A questo lavoro di unione di caratteri hanno infatti lavorato in quattro sceneggiatori, ovvero l’esperto Tony Gilroy che dopo “The Bourne Legacy” (2014) deve affrontare un’eroina differente, Chris Weitz che proviene da “Cenerentola” (2015) sempre della Disney, John Knoll che finora si è occupato solo di effetti speciali per vari film tra cui il disastroso “Tomorrowland - Il mondo di domani” (2015), e infine il più giovane Gary Whitta che la scritto alcuni periodi della serie animata “Star Wars Rebels”. La fusione di esperienze diverse è riuscita a intrecciare una storia che ne dovrebbe richiamare altre e che fatica a definirsi autoconclusiva. Ma che apre nuove strade per il genere di fantascienza, in cui sono le donne a detenere il comando. Infatti in “Star Wars: Episode VIII” (2017) l’orfana Rey continuerà la sua avventura con Finn, Poe e Luke Skywalker.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Annihilation, dall'omonimo romanzo di VanderMeer il nuovo film sci-fi con Natalie Portman

Il progetto. “Annihilation” è un film di fantascienza prodotto dalla Paramount, diretto da Alex Garland (già regista e sceneggiatore dello sci-fi “Ex Machina”) e interpretato da Natalie Portman, Oscar Isaac e Jennifer Jason Leigh. L’opera è l’adattamento cinematografico di “Annientament...

 

Funne - le ragazze che sognavano il mare: intervista alla regista del film Katia Bernardi

Funne - le ragazze che sognavano il mare è il film documentario di Katia Bernardi in questi giorni nelle sale. La storia segue dodici ottantenni che abitano in un paese di montagna delle Dolomiti e che non hanno mai visto il mare. Così in occasione del ventennale di un circolo di pensionati si decide di avviare una raccolta fondi per ...

 

Logan, immagini feroci nel nuovo trailer del film

Un nuovo trailer del film “Logan” è stato pubblicato: su YouTube la clip ha raggiunto 108.675 visualizzazioni in poche ore, su Facebook 248 mila. Nelle immagini vediamo la piccola Laura Kinney / X-23 (Dafne Keen) mentre sgranocchia delle patatine in un supermercato ed è fermata da un commesso: lei con una mossa da judo lo...

 

Recensione del film Qua la zampa!

Qua la zampa! (“A Dog's Purpose”) è il film di Lasse Hallström con Dennis Quaid, Britt Robertson e K.J. Apa. Nel 1962 Ethan Montgomery (Bryce Gheisar) e sua madre (Juliet Rylance) salvano un cucciolo di Golden Retriever ferito e abbandonato. Il cucciolo viene adottato, e il diversivo che porta nella casa è quello di ...

 

Carlo Verdone, il nuovo film sarà una tragicommedia sulla convivenza

Carlo Verdone ha annunciato con queste parole il suo prossimo progetto: “Il mio nuovo film sarà corale ed esplorerà le fragilità e le debolezze della convivenza ai nostri tempi”. La dichiarazione risale allo scorso giugno, ed è stata rilasciata dall’attore e regista romano in vista di “Alberto il ...

 

Recensione del film Arrival

Arrival è il film di Denis Villeneuve con Amy Adams, Jeremy Renner e Forest Whitaker (leggi l'intervista agli interpreti). Un’astronave è posizionata sopra un vasto prato. Louise Banks (Adams) è una linguista che è arruolata per cercare di comunicare con gli alieni. In seguito anche Ian Donnelly (Jeremy Renner), f...

 

Raw, nuove immagini del film horror sul cannibalismo

Nuove immagini di “Raw” sono state diffuse, il film horror di Julia Ducournau. Nelle immagini la protagonista Justine (Garance Marillier) entra nella nuova scuola, poi lei viene immessa in un rito in cui deve mangiare carne. In altre scene assaggia con voracità della carne cruda presa dal frigorifero, infine è a letto con...

 

The Founder, 'non si diventa un milionario essendo un boy scout': intervista all'attore del film David de Vries

The Founder è il film di John Lee Hancock, con un cast composto da Michael Keaton, Nick Offerman, John Carroll Lynch, Laura Dern e David de Vries. La trama è quella di Ray Kroc, venditore dell’Illinois che incontra Mac e Dick McDonald. I due avevano avviato un’attività di vendita di hamburger nella California del S...

 

Film più visti della settimana in USA: 'Il diritto di contare' resta primo seguito da 'La La Land'

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 13 al 15 gennaio 2017 vede al primo posto “Hidden Figures” (“Il diritto di contare”) della 20th Century Fox: la storia è quella della matematica afroamericana Katherine Johnson che con le colleghe coadiuva la NASA nella corsa allo spazio. L’incasso to...

 

Logan, con Hugh Jackman il terzo film spin-off su Wolverine

Lo spin-off. “Logan” è un film cinecomic diretto da James Mangold (“Quando l’amore brucia l’anima – Walk the Line”, “Quel treno per Yuma”) e interpretato principalmente da Hugh Jackman (“Prisoners”) e Patrick Stewart (presente in alcuni film di “Star Trek” e degli ...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni