X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione del film Rogue One: A Star Wars Story

15/12/2016 07:30
Recensione del film Rogue One A Star Wars Story

"Rogue One: A Star Wars Story" è il film spin-off di "Star Wars"

Rogue One: A Star Wars Story è il film di Gareth Edwards distribuito dalla Walt Disney. Nel cast ci sono Felicity Jones, Diego Luna, Ben Mendelsohn, Mads Mikkelsen.

La storia è quella di Jyn Erso, giovane irrequieta che deve riunire i ribelli per combattere l’Impero. Finora ha lavorato da sola, adesso opta per la comunità, realizzando una missione disperata per conto dell’Alleanza Ribelle. Il gruppo - con l’intraprendete Saw Gerrera - deve sottrarre i piani della potente arma di distruzione ideata dall’Impero, la Morte Nera.

L’idea del film nacque con la produttrice Kathleen Kennedy che ansiosa di proporre a George Lucas il prosieguo della saga di “Star Wars” con gli Episodi VII, VIII e IX, senti affermare dal regista che era interessante raccontare anche vicende spin-off  ambientate in un’altro universo, con personaggi slegati dalla storia di Luke Skywalker.

Il regista Gareth Edwards ha già diretto “Godzilla” (2014) e “Monsters” (2010), sugli effetti di un’invasione aliena. Quindi si ritrova con una gestione dell’immaginifico complessa, fatta di sparatorie contro robot ma anche di elementi psicologici, che ormai la saga di “Star Wars” esige dopo “Star Wars: Il risveglio della Forza” (2015).

Sopratutto la presenza di una figura femminile inaugurata con il film del 2015 è la complessità maggiore, ovvero attribuire ad una donna capacità militari in un universo come quello di “Star Wars” maschile. Una scelta inusuale nella cinematografia recente, portata avanti da “Rogue One” e che continuerà nel 2017 con un'altra eroina, “Wonder Woman”. Così la gestione dello spazio femminile è il più arduo in “Rogue One”, per dare credibilità ai desideri di una giovane che anziché voler costruirsi una famiglia imbraccia armi e tenta di unire i colleghi per catturare la morte nera. Jyn Erso è soldato ed ex-criminale, cresciuta da sola dall'età di quindici anni, sconsiderata e ribelle, falsificò documenti imperiali, possedeva beni rubati, sulle fedina penale c’è anche l’aggressione aggravata e la resistenza all’arresto.

Sono caratteri tipicamente maschili. Così agiva Obi-Wan Kenobi in “Star Wars: Episodio II - L'attacco dei cloni” (2002) e “Star Wars: Episodio III - La vendetta dei Sith” (2005).

Questa presenza rosa all’interno di un mondo bellicoso è l’aspetto più interessante del film, ma al contempo anche l’intreccio e la psicologia difficili da gestire. Se l’idea è avvicinare anche un pubblico femminile alla saga maschile di “Star Wars”, l’obbiettivo è raggiunto. Se invece è creare una nuova genealogia della saga no, perché Jyn alla fine ragiona come un uomo, senza traccia di altro carattere. Il personaggio e il film stesso è come se attendere di essere realizzato, immerso in giochi di spionaggio, combattimenti, albe di lune. Paesaggi tra Islanda, Giordania e le Maldive.

Ricordiamo che il Rogue Squadron è uno squadrone aeronautico apparso per la prima volta in “Una nuova speranza” (1977) con il nome di "Red Squadron”, gruppo di X-wing a cui Luke Skywalker (Mark Hamill) è assegnato dopo essere entrato nell'Alleanza Ribelle. Lo squadrone appare ne “L'Impero colpisce ancora” (1980) come Rogue Squadron: dopo la Battaglia di Hoth lui ne è comandante, pianificando l’attività con un gruppo dei migliori piloti e combattenti in grado di accettare qualsiasi missione per combatte l'Alleanza Ribelle.

E invece in “Rogue One” il concetto di speranza e di ribellione emerge a tratti: doveva essere lo sprone del film ed invece ne è il contorno. Come forse è nell’epoca attuale in cui la comunità di intenti langue. Il medesimo impianto mitopoietico del film è abbassato, in previsione di un target maggiore da soddisfare: maschile e femminile, che replichi i 2,5 miliardi di dollari di incasso di “Star Wars: Il risveglio della Forza”.

A questo lavoro di unione di caratteri hanno infatti lavorato in quattro sceneggiatori, ovvero l’esperto Tony Gilroy che dopo “The Bourne Legacy” (2014) deve affrontare un’eroina differente, Chris Weitz che proviene da “Cenerentola” (2015) sempre della Disney, John Knoll che finora si è occupato solo di effetti speciali per vari film tra cui il disastroso “Tomorrowland - Il mondo di domani” (2015), e infine il più giovane Gary Whitta che la scritto alcuni periodi della serie animata “Star Wars Rebels”. La fusione di esperienze diverse è riuscita a intrecciare una storia che ne dovrebbe richiamare altre e che fatica a definirsi autoconclusiva. Ma che apre nuove strade per il genere di fantascienza, in cui sono le donne a detenere il comando. Infatti in “Star Wars: Episode VIII” (2017) l’orfana Rey continuerà la sua avventura con Finn, Poe e Luke Skywalker.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Lo stato dell'Unione, il film classico sui rischi dell'ambizione in politica

Lo stato dell'Unione (“State of the Union”) è il film classico di Frank Capra che usciva nelle sale in questi giorni /negli Stati Uniti il 30 aprile 1948). Kay Thorndyke (Angela Lansbury) è chiamata a casa di suo padre, l’editore di giornali Sam Thorndyke che sta morendo. L’uomo racconta come il partito r...

 

The Circle, immagini della première di New York del film con Emma Watson e Tom Hanks

Nelle immagini che proponiamo ci sono gli interpreti del film “The Circle” alla première di New York, durante il Tribeca Film Festival (leggi l'intervista alla responsabile del Tribeca Film Festival) . Ci sono i protagonisti Emma Watson e Tom Hanks, gli attori Karen Gillan e Amir Talai. È presente anche l’attore del...

 

Recensione del film Uncertain, il lago delle 94 vite

Uncertain è il film di Ewan McNicol e Anna Sandilands che è uscito a marzo 2017 negli Stati Uniti. Dopo aver ottenuto il premio al Tribeca Film Festival del 2015, è stato presentato al Museo MoMa di New York ed è stato acclamato dalla critica. Uncertain è un paese di 94 abitanti al Harrison County nel Texas, al c...

 

Jonathan Demme, scrisse anche un libro il regista scomparso

Jonathan Demme, il regista scomparso oggi a New York aveva raccontato il suo rapporto con lo sceneggiatore di "Philadelphia" in un libro ripubblicato di recente. Si tratta di "Blue Days, Black Nights: A Memoir of Desire". Negli anni immediatamente dopo la sua candidatura agli Academy Award per "Philadelphia", lo sceneggiatore Ron Nyswaner affronta...

 

La Moglie di Frankenstein, forse il remake Universal ha il suo regista

Stando a “Deadline” Bill Condon, regista dell’adattamento live-action de “La Bella e la Bestia” che ha fatto incassare alla Disney più di un miliardo di dollari in tutto il mondo, è stato contattato per sviluppare il remake de “La Sposa di Frankenstein”, pietra miliare del cinema horror che &l...

 

Marilyn Monroe, la casa di West Los Angeles in vendita per 6,9 milioni di dollari

La casa di Marilyn Monroe di Brentwood è tornata in vendita, per la cifra di 6,9 milioni di dollari. L’attrice la acquistò per una somma di 90.000 dollari all'inizio del 1962, in una zona appartata di West Los Angeles. L’abitazione è grande 243 metri quadrati, con una residenza principale e una dependance per gli ...

 

Recensione del film L'amore criminale

L’amore criminale (“Unforgettable”) è il film di Denise Di Novi con Rosario Dawson, Katherine Heigl e Geoff Stults. Nella scena in cui Tessa Connover (Katherine Heigl) cerca di far restare la figlia Lily su un pericolo cavallo, e la nuova compagna del marito Julia Banks (Rosario Dawson) la dissuade si mostra già la ...

 

Elton John: il produttore di 'Gnomeo & Juliet: Sherlock Gnomes' è in via di guarigione

Elton John, il cantate e produttore inglese ha rischiato la vita per aver contratto un’infezione batterica in Sud America. “Durante un recente tour di successo del Sud America, Elton ha contratto un'infezione batterica dannosa e insolita”, ha affermato un portavoce dell’artista in un comunicato diramato lunedì 24 apr...

 

Film più visti della settimana: 'Fast & Furious 8' e 'Baby Boss' mantengono immutata la classifica

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 21 al 23 aprile 2017 conferma al primo posto il film “Fast & Furious 8” (“The Fate of the Furious”, 163.304.635 dollari): Dom Toretto a causa di una seducente Cipher tradisce la famiglia e gli amici tentano di redimerlo (leggi la recensione). Al secondo posto...

 

Recensione del film La tenerezza

La tenerezza è il film di Gianni Amelio nelle sale. Nel cast ci sono Renato Carpentieri, Elio Germano, Giovanna Mezzogiorno, Micaela Ramazzotti, Greta Scacchi (leggi l'articolo sull'incontro con il cast) Il film esplora come l’incosciente che è fuori di noi possa segnarci. Così il protagonista Lorenzo (un compatto Renato...

 
Da non perdere

Ultime news
Recensioni