X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Dishonored II, recensione videogame per PS4 e Xbox One: il Corvo e la sua Principessa

15/11/2016 16:30
Dishonored II recensione videogame per PS4 Xbox One il Corvo la sua Principessa

Dishonored II è l'action-stealth per eccellenza, tra nuovi poteri soprannaturali e possibilità di assassinio. La scelta tra due personaggi, Corvo Attano e la principessa Emily Kaldwin, nella colorata e decadente città costiera di Karnaca

Dishonored II è un videogioco action stealth sviluppato da Arkane Studios e pubblicato da Bethesda Softworks, il seguito di una delle produzioni che ha maggiormente influenzato la scorsa generazione di console. Il successo mediatico ottenuto, da recensioni entusiastiche e dall’apprezzamento degli utenti, si è concretizzato nella Definitive Edition del primo capitolo, uscita lo scorso anno su PS4 e Xbox One. L’enorme attenzione e cura all’aspetto artistico e alle atmosfere di gioco, con personaggi perfettamente tratteggiati e dipinti nelle loro sfumature, ha regalato un titolo complesso dal punto di vista contenutistico e del gameplay, un intento che gli sviluppatori hanno voluto replicare anche nel suo successore.



La trama di Dishonored II trasporta il giocatore dai grigi e opprimenti quartieri di Dunwall alla città mediterranea e colorata di Karnaca. Lo stile visivo differente, tuttavia, porta con sé il medesimo degrado sociale e decadenza morale, nascosta da architetture eleganti e lussuose. La storia è ambientata quindici anni dopo l’epilogo del primo episodio, con un’introduzione che riassume e chiarisce gli eventi avvenuti in Dishonored, con la caduta del Lord Reggente e la fine dell’epidemia di peste. Il trono di Dunwall è ora nelle mani della principessa Emily Kaldwin, nostro obiettivo da salvare nel precedente titolo, aiutata dal suo fidato tutore Corvo Attano. L’apparente pace, durata più di un decennio, viene a sgretolarsi nel colpo di stato che costringe la giovane e bella principessa a fuggire, lasciando nelle mani di sua zia Jessamine Kaldwin le redini della città.

Il gameplay di Dishonored II si divide in due possibilità ludiche e narrative, nell’iniziale decisione di quale personaggio scegliere, tra Emily Kaldwin e Corvo Attano. Se i poteri di Corvo vengono in parte mutuati dal primo episodio, le abilità soprannaturali di Emily rappresentano un netto stacco rispetto al passato, in termini di approcci e possibilità offensive. Qualsiasi sia la nostra scelta, comunque, l’avventura principale può essere affrontata in diversi modi e possibilità, che influiscono sul mondo di gioco e nei differenti finali. Uno stile votato all’azione, che comporta l’uccisione dei nemici conduce ad un quantitativo di Caos maggiore, mentre giocare in modo furtivo, senza farsi notare, permette di eliminare guardie e avversari in maniera non letale. Le armi e i poteri a nostra disposizione permettono così estrema libertà d’azione e movimento, con percorsi alternativi, zone d’ombra da sfruttare e interazioni ambientali con cui distrarre e aggirare i nemici. Il potenziamento di entrambi i personaggi passa ancora una volta dalle relazioni con l’Esterno, entità criptica che dona abilità uniche e peculiari.

La grafica di Dishonored II si basa sul nuovo motore grafico Void Engine, sviluppato da id Tech e modificato per l’occasione dal team Arkane Studios. Il passo in avanti rispetto al primo capitolo è evidente, anche per una qualità dell’originale altalenante e poco evoluta, migliorata successivamente dalla riedizione per le console di nuova generazione. Il risultato ottenuto con il secondo capitolo dipinge un mondo vivo e riprodotto con dovizia di particolari, tra architetture affascinanti e finemente realizzate, e un tessuto urbano dinamico e ricco di storia. La città mediterranea di Karnaca rappresenta uno stacco cromatico rispetto alle strade fumose e grigie di Dunwall, pur presentando un livello di decadenza e corruzione pari all’originale. Gli scenari ricreati possiedono uno stile e una bellezza artistica indubbia, tra luoghi esotici e lussuose ville, contraddistinte da una resa più morbida rispetto ai contorni squadrati del primo capitolo. Il lavoro sui personaggi gode degli stessi benefici in termini di resa e modelli, con animazioni e movenze credibili, oltre ad un’intelligenza artificiale dei nemici piuttosto avanzata, anche se a volte imprevedibile e non sempre impeccabile. Gli ambienti urbani risultano complessi per struttura e design, una caratteristica che si unisce alle tattiche di gameplay e furtività, con il marcato contrasto tra zone luminose e al buio, dove agire in maniera stealth.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Fabio Tosti
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Wonder Woman: l'intramontabile supereroina tra uscite DC Comics e l'atteso cinecomic

Wonder Woman rimane la supereroina più amata di DC Comics, icona di emancipazione femminile capace di attraversare indenne i decenni dal debutto in “All Star Comics #8” in 1941. Paladina indiscussa della giustizia, ha spento le settancinque candeline l'anno scorso accompagnata da molteplici iniziative per renderle omaggio. Molti...

 

Recensione L'Homme qui tua Lucky Luke una magnifica graphic novel di Mattihieu Bonhomme

“L’Homme qui tua Lucky Luke” è una graphic novel creata dal grande scrittore e disegnatore Mattihieu Bonhomme. Con questa sua opera, uscita in Francia il primo aprile scorso, lo scrittore ha voluto omaggiare lo storico creatore di Lucky Luke, Morris. Inoltre Mattihieu Bonhomme con questa graphic novel ha vinto il premio Sai...

 

Recensione Civil War II una nuova guerra si trova alle porte nell'universo Marvel Comics

Civil War II è iniziato il nuovo grande evento della Marvel Comics, per ora in Italia sono stati pubblicati dalla Panini Comics solo i primi tre numeri di questo grandissimo evento ma le premesse sono veramente fantastiche. Questa nuova Civil War vede contrapposti due grandi personaggi, da una parte come sempre c’è Iron Man e da...

 

For Honor, recensione videogame per PS4 e Xbox One: Cavalieri, Vichinghi e Samurai

For Honor è il videogioco action sviluppato e pubblicato da Ubisoft, un progetto innovativo che unisce epoche e stili di combattimento differenti. La software house francese è, sicuramente, la più attiva e importante casa di sviluppo a presentare annualmente nuove proprietà intellettuali all’interno del panorama vi...

 

Dylan Dog quadrimestrale, un maxi formato comics con tre storie inedita

Bonelli Editore ha comunicato proprio in questi giorni che il prossimo anno Tex Willer compirà settant’anni. Traguardo storico che l’editore italiano si appresta a vivere con la dovuta attenzione. Premura che viene rivolta ai numerosi fan del longevo personaggio Bonelliano. L’Editore ha infatti comunicato che i festeggiamen...

 

Valiant, Secret Weapons: Livewire a capo di un team di reietti, il fumetto che vi sorprenderà

Valiant annuncia l'uscita di “Secret Weapons”, il cui primo numero debutterà in fumetteria il 28 giugno. A rendere la miniserie particolarmente ghiotta è il team creativo riunito dalla casa editrice formato da Eric Heisserer, sceneggiatore nominato all'Oscar per lo script non originale di “Arrival” (2016), Raul...

 

Dark Horse Comics, The Visitor: How and Why He Stayed: le ragioni dell'alieno sulle tracce di Hellboy

Dark Horse Comics annuncia una nuova miniserie radicata nell'universo di Hellboy. Si tratta di “The Visitor: How and Why He Stayed”, cinque numeri con il primo in uscita il 22 febbraio. Il protagonista è uno dei personaggi più intriganti introdotti nel fumetto, apparso nel primo “Hellboy: Seed of Destruction” (...

 

Z Nation comics, dopo la serie tv arriva la nuova saga a fumetti sugli zombie

Z Nation è la fortunata serie Tv che traccia delle trame nelle quali la trasformazione in zombie dell’umanità costituisce la minaccia più pericolosa per coloro che ne sono rimasti incontaminati. Una lotta nella quale persone comuni, strappate alla quotidianità, si ritrovano proiettate a dover affrontare un viaggio ...

 

Agents of S.H.I.E.L.D. tra fumetto e serie televisiva

Ispirato dalla fortunata serie televisiva, la serie comics di “Agents of S.H.I.E.L.D.” targato Marvel Comics debutta nelle fumetterie americane il 13 gennaio 2016 con un primo arco narrativo intitolato “The Coulson Protocols”. La trama riserva molte sorprese. Maria Hill non è più a capo dello S.H.I.E.L.D. e il...

 

Sniper Elite 4, recensione videogame per PS4 e Xbox One: la vita di un cecchino

Sniper Elite 4 è il videogioco a sfondo bellico sviluppato da Rebellion, che mette il giocatore nei panni di Karl Fairburne, cecchino professionista impegnato nella Campagna italiana durante la Seconda Guerra Mondiale. Il focus della produzione, che lo differenzia dagli altri sparatutto, è da ricercare nel gameplay, incentrato su elim...

 

Da non perdere






Ultime news
Recensioni