X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Festival di Venezia 2016, film classici restaurati per una retrospettiva unica

29/08/2016 12:22
Festival di Venezia 2016 film classici restaurati per una retrospettiva unica

Al Festival di Venezia 2016 concorrono anche film classici restaurati, da Woody Allen a Howard Hawks, Luigi Comencini e Dino Risi

Il Festival di Venezia propone quest’anno la visione di film classici restaurati, in una retrospettiva di pellicole restaurate che si delinea come una delle più interessanti, tanto da consolidarsi come Festival a se stante.

Uno dei film più attesi è “Tutti a casa” (“Everybody Go Home!”, 1960) di Luigi Comencini. Restaurato da Filmauro e CSC-Cineteca Nazionale, il film racconta del tenente Innocenzi (Alberto Sordi) che l’8 settembre 1943 - giorno dell’Armistizio - deve trattenere il reggimento dal desiderio di tornare alla propria vita. Resta in compagnia di pochi soldati, con loro si dirige verso sud e verso i rispettivi luoghi d’origine, tra difficoltà che mostrano come la fine della guerra sia ancora lontana. Il restauro è stato realizzato in 4k partendo dai negativi originali.

Di Dino Risi sarà proiettato “Profumo di donna” (“Scent of a Woman”, 1974), vicenda del capitano Fausto Consolo divenuto cieco dopo un incidente avvenuto durante un’esercitazione militare: in viaggio da Torino a Napoli per visitare un commilitone, si fa accompagnare da un giovane attendente. A Napoli incontra Sara, da sempre innamorata di lui.

La commedia più attesa è “Manhattan” (1979) di Woody Allen, con il quarantaduenne Davis fidanzato con una diciassette, una ex moglie lesbica che compie un libro verità sul loro matrimonio. Tra nevrosi e finti pentimenti, inizia una relazione con l’amante del suo miglior amico. Il restauro è curato da Park Circus e Metro Goldwyn Mayer.

“The Brat" (“La trovatella”, 1931) di John Ford racconta di uno scrittore di romanzi a sfondo sociale che aiuta una giovane in difficoltà, sperando di trarne ispirazione per il nuovo libro. I familiari dell’autore devono affrontare la convivenza. Il film è restaurato da The Museum of Modern Art e The Film Foundation.

“Twentieth Century” (“XX secolo”, 1934) di Howard Hawks è incentrato ad a Broadway, dove un impresario egocentrico sottopone la commessa Mildred Plotka - attrice dilettante - a estreme sedute di prove trasformandola in una diva del palcoscenico. La donna però è stanca del rapporto corroso con l’uomo e si trasferisce ad Hollywood, mandando in crisi la carriera dell’impresario.

“I sette samurai” (1954) di Akira Kurosawa vede dei briganti intenti a saccheggiare un villaggio: gli abitanti per difendersi assoldano alcuni samurai, organizzando una estrema difesa. Il restauro è curato da Toho.

“An American Werewolf in London” (”Un lupo mannaro americano a Londra”, 1981) di John Landis s’incentra su David e Jack, studenti universitari americani in viaggio in Gran Bretagna assalita da un lupo mannaro. David sopravvive al morso ma è perseguitato da incubi in cui appare l’amico mutilato, il quale lo avverte che diventerà un lupo mannaro. S’innamora dell’infermiera che tenta di di difenderlo dalla mutazione. Il restauro è curato da Universal Studios.

“Le voleur” (”Il ladro di Parigi”, 1965) di Louis Malle ha una trama che s’incentra su Georges Randal, orfano che ruba i gioielli di famiglia del fidanzato della cugina lasciandolo nullatenente. Georges comincia così a rubare case dei ricchi: pur avendo ormai ricchezza e una bella compagna, non riesce a smettere di rubare. Il restauro è di Gaumont.

“L’argent" (“Il denaro”, 1983) di Robert Bresson, su Yvon che consegna gasolio per il riscaldamento: quando è pagato con una banconota falsa - usata poi per una consumazione al bar - è scoperto, perdendo il lavoro e partecipando ad una rapina. Finisce i giorni da omicida psicopatico.

Tra gli altri restauri, “La battaglia di Algeri” (1966) di Gillo Pontecorvo, “Break up - L’uomo dei cinque palloni” (1965) di Marco Ferreri, l’atteso “Dawn of the Dead – European Cut [Zombi]” di George A. Romero, “Oci Ciornie” (1987) di Nikita Michalkov, “The Ondekoza” (1979) di Kato Tai, “Opfergang” (1942) di Veit Harlan, “Pretty Poison” (1968) di Noel Black, “Processo alla città” (1952) di Luigi Zampa, “Shabhaye Zayandeh – rood” (1990) di Mohsen Makhmalbaf, “Shanzhong Chuanqi” (“La leggenda della montagna”, 1979) di King Hu e “Stalker” (1979) di Andrej Tarkovskij.

Una Giuria di studenti - presieduta dal regista Roberto Andò - assegnerà i premi Venezia Classici per il miglior film restaurato, e per il miglior documentario sul cinema.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Laurent Cantet, il nuovo film del regista racconta un assassinio

L’atelier è il nuovo film di Laurent Cantet, regista che ha vinto la Palma d’oro a Cannes nel 2008 con “La classe - Entre les mur”. La storia è ambientata in un'estate a La Ciotat, una città nei pressi di Marsiglia che prosperava grazie al suo enorme cantiere navale. Ma la chiusura ormai ventennale ha p...

 

'Nasty Women', Anne Hathaway e Rebel Wilson sul set dirette da Chris Addison

Le riprese procedono a gonfie vele sul set di “Nasty Women”, la nuova commedia con Rebel Wilson e Anne Hathaway. Tra le due attrici sembra esserci una grande intesa, come dimostra il selfie con la collega postato qualche giorno fa da Wilson su Twitter, accompagnato dal messaggio: “È stato magnifico trascorrere gli ultimi me...

 

Dunkirk, in previsione degli Oscar 2018 il film esce in 50 cinema

Dunkirk di Christopher Nolan sarà distribuito nuovamente negli Stati Uniti in previsione della stagione degli Oscar 2018 (leggi l'intervista all'attore). La Warner Bros. ha confermato che uscirà in 50 cinema IMAX e 70mm a partire dal 1 dicembre, a New York, Los Angeles, Chicago, San Francisco. Si prevede che dal 24 gennaio 2018 - gio...

 

The Florida Project, intervista al regista del film Sean Baker

The Florida Project è il film di Sean Baker che ha ottenuto un ottimo consenso di critica. Interpretato da Willem Dafoe, è ambientato in un tratto di strada appena fuori da Disney World, a Miami: la bambina di sei anni Moonee (Brooklynn Prince) vive con la madre Halley (Bria Vinaite). Abitano vicino al "The Magic Castle", un motel eco...

 

Jennifer Lawrence e Emma Stone insieme in un film

Durante la tavola rotonda organizzata da The Hollywood Reporter, le attrici Jennifer Lawrence ed Emma Stone hanno affermato di voler lavorare ad un progetto insieme. L’incontro è avvenuto il 15 novembre, e vi hanno partecipato anche Mary J. Blige, Jessica Chastain, Allison Janney e Saoirse Ronan. "Mi piacerebbe molto. Continuo a...

 

Recensione del film ‘Most Beautiful Island’

Most Beautiful Island è il film di Ana Asensio uscito in questo giorni nelle sale statunitensi, ben accolto dalla critica. Lo stile è documentaristico, con la macchina da presa che pedina la protagonista Luciana (la stessa Ana Asensio) tra le peregrinazioni della metropoli di New York. Lei è immigrata ispanica, e nella citt&a...

 

Recensione film DC Comics, Justice League

Justice League è il film tratto dall’omonima serie a fumetti che unisce alcuni degli eroi più importanti della DC Comics in una trama che ha il prevalente scopo di presentare i personaggi al grande pubblico. L’inizio di una nuova ed attesa saga dove l’inevitabile esigenza di calare i protagonisti nella storia e di pr...

 

The Force, David Mamet scriverà il film diretto da James Mangold

La Fox ha annunciato che il 1 marzo 2019 sarà la data di uscita ufficiale di “The Force”, il thriller poliziesco diretto da James Mangold, regista di “Logan” e “Walk the Line – Quando l’amore brucia l’anima”. Il film sarà un adattamento dell’omonimo romanzo di Don Winslow (e...

 

Quentin Tarantino, il nuovo film prevede un budget da 100 milioni di dollari

Per il nuovo film di Quentin Tarantino si è avviata una gara nella scelta del distributore. Dopo lo scandalo sul produttore Harvey Weinstein, la sua società Weinstein Company non si occuperà più della distribuzione dei film di Tatantino, chiudendo una collaborazione avviata nel 1992 con "Le iene”. A contendersi l...

 

Recensione del film The Big Sick

The Big Sick è il film di Michael Showalter con Kumail Nanjiani, Zoe Kazan, Holly Hunter. Kumail (Kumail Nanjiani) è un giovane comico di standup di Chicago, usa la sua auto con Uber e la notte si esibisce. Negli sketch ironizza sulla cultura pakistana, e questo aspetto è tenuto nascosto alla famiglia musulmana.Durante uno spe...

 
Da non perdere
http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=23215079&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1 http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=23153235&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1
Ultime news
Recensioni