Giuseppe Ungaretti: Autore dal mondo della letteratura

 
 

Giuseppe Ungaretti

Data di nascita: 10 Febbraio 1988
Data di morte: 01 Giugno 1970
Nazione: Italia

 

Giuseppe Ungaretti nasce ad Alessandria d'Egitto, nel quartiere periferico di Moharrem Bey: rimasto orfano di padre, è la madre Maria Lunardini a gestire un forno di proprietà, con il quale garantisce gli studi al figlio

Inizia  a leggere le opere  di Rimbaud, Mallarmé, Leopardi, Nietzsche, Baudelaire: si trasferìsce a Parigi per svolgere gli studi universitari. Qui segue le lezioni del filosofo Bergson, conosce Apollinaire, Ardengo Soffici, Aldo Palazzeschi, Picasso, De Chirico, Modigliani e Braque. Nel 1914 partecipa alla prima guerra mondiale, come volontario nel 19º reggimento di fanteria: combatte sul Carso. In questi periodo compone le poesie che, raccolte dall'amico Ettore Serra sono stampate in 80 copie presso una tipografia di Udine nel 1916, con il titolo Il porto sepolto. Dopo un breve periodo a Napoli ("Non ho voglia / di tuffarmi / in un gomitolo di strade..."), nel 1917 a Santa Maria la Longa (UD) scrive la nota poesia Mattina.

Conclusa la guerra resta Parigi come corrispondente del giornale Il Popolo d'Italia, poi ufficio stampa dell'ambasciata italiana. Nel 1919 è stampata a Parigi la raccolta di poesie francesi La guerre, inserita nella seconda raccolta di poesie Allegria di naufragi pubblicata a Firenze nello stesso anno.

Nel 1920 sposa Jeanne Dupoix, dalla quale ha due figli, Anna Maria e Antonietto. A Marino (Roma) collana all'Ufficio stampa del Ministero degli Esteri: aderisce al fascismo firmando il Manifesto degli intellettuali fascisti nel 1925, collabora a La Gazzetta del Popolo. Nel 1928 si converte al cattolicesimo: inviato speciale per La Gazzetta del Popolo nel 1936 accetta la cattedra di letteratura italiana presso l'Università di San Paolo del Brasile, Accademico d'Italia e «per chiara fama» professore di letteratura moderna e contemporanea presso l'Università di Roma. Nel 1968 legge in televisione i versi dell'Odissea (che precedevano la nota versione italiana del poema omerico per il piccolo schermo, a cura del regista Franco Rossi).

leggi tutto
 
Bibliografia

Il sentimento del tempo

Anno: 1933
Autore: Giuseppe Ungaretti
Casa Editrice: Cittadella editrice
Prezzo di copertina: 10,00

Dopo L’allegria, Ungaretti supera il dissidio della guerra rifugiandosi nel ricordo e nel tempo. Sentimento del tempo è il titolo della seconda raccolta, che si rifà alla lezione di Francesco Petrarca e Giacomo Leopardi. Non è più importante lasciarsi condizionare dall’istinto, bensì razionalizzare la ...

 

L'allegria

Anno: 1931
Autore: Giuseppe Ungaretti
Casa Editrice: Mondadori
Prezzo di copertina: 0,00

Nella prima raccolta poetica di Ungaretti, L’allegria si avverte un clima crepuscolare e memore della tradizione futurista. La sintesi della lingua, affinché renda in poche parole il senso di un’esperienza è ben reso da Commiato, in Porto sepolto: “Quando trovo / in questo mio silenzio / una parola / scavata è...

 
 
Articoli correlati

Maturitą 2013, Giuseppe Ungaretti e Luigi Pirandello con il senso della crisi possibili argomenti

L'esame di Maturità prevede domani la prima prova scritta di italiano. Tra gli autori in lizza per l’analisi del testo figurano Giuseppe Ungaretti, Italo Svevo, Luigi Pirandello e Salvatore Quasimodo. Per ciò che concerne il saggio e articolo gli argomenti che nel 2013 hanno destato maggior interesse sono la crisi, lo sviluppo s...

 

Giornata Mondiale della Poesia, per la 14a edizione a Roma omaggio a Jean Genet

La Giornata Mondiale della Poesia giunge oggi alla quattordicesima edizione. Istituita dalla XXX Sessione della Conferenza Generale UNESCO nel 1999, sancisce l’inizio della primavera e favorisce il dialogo e le comprensioni interculturali, le diversità linguistiche, la comunicazione e della pace. Si uniscono così varie forme di ...

 
Da non perdere

Ultime news
Recensioni